Wilma De Angelis Oggi

Spargi l'amore
Wilma De Angelis Oggi
Wilma De Angelis Oggi

Wilma De Angelis Oggi – Wilma De Angelis ha iniziato la sua formazione vocale con il M° Di Ceglie e l’ha proseguita con il M° Rusconi. Dopo essersi affermato nei migliori locali notturni di Milano, ottiene nel 1952 il suo primo contratto discografico con l’etichetta Vis Radio di Aldo Scoppa, dove insieme a Maria Dattoli si esibisce come Duo Vocale Vis per quattro anni.

Questo è il motivo per cui il cantante è stato incluso in numerosi programmi radiofonici di successo insieme ad artisti come Claudio Villa, Gloria Christian e Piero Ciardi accanto all’Orchestra Conte tra il 1952 e il 1956. Ha anche pubblicato una varietà di 78 giri sotto il moniker Duo Vocale Vis, come ” Batuque no morzo”, “Batuque na favela”, “Buffi e biribiffi”, “Mambo del trainino”, “Vaya with Dios”, “Sugarbusch”, “Non mi cambierà nome”, “L’alfabeto dell’amore”, eccetera.

Il Duo Vocale Vis si sciolse nel 1956 dopo aver lavorato insieme all’album Bell’amore la la là con Gloria Christian. Dopo qualche altro concerto e disco con Gianni Gugelmetto, Maria Dattoli decide di ritirarsi a vita privata. Ora Wilma De Angelis si mette in proprio. Le sue interpretazioni di “My Funny Valentine”, “Summertime” e “A Foggy Day” le valsero il titolo di “Reginetta del Jazz italiano” nel 1956 a Boario Terme.

Nel frattempo la Philips si affida a Wilma come interprete di celebri canzoni italiane già cantate da altri cantanti, facendole incidere per il mercato estero, in particolare quello olandese, in una serie di 45 giri tra cui Casetta in Canada e A Venezia in carrozzella, con cui riceve feedback molto positivi nei Paesi Bassi.

Wilma, invece, si esibisce al Santa Tecla e Nuovissimo Olimpia di Milano e partecipa al Festival Città di Roma di Roma.Wilma torna al Festival di Sanremo nel 1960, dove lei e Joe Sentieri si piazzano al terzo posto con il brano “Quando vien la sera” .Successivamente canta “O prufessore ‘e Carulina” e “S’è avutato ‘o vento” al Festival di Napoli, dove ha un posto assicurato nella fase finale.

Ha partecipato anche al festival Musichiere, condotto da Mario Riva , dove si è classificata seconda cantando Corriamoci incontro di lei, brano scritto appositamente per lei da Domenico Modugno.Oltre al grande successo ottenuto con il 45 giri La Ruota dell’Amore, quell’anno raggiunse anche la finale del concorso Canzonissima grazie a un voto popolare. Nello stesso anno in cui vincerai il “Jukebox d’Oro 1960”, parteciperai anche alla seconda puntata di “Buone Vacanze”.

Anno di grande successo per la cantante milanese, il 1961 iniziò con la sua partecipazione al Festival di Sanremo, quando cantò Patatina, brano di Gianni Meccia che aveva precedentemente interpretato. Anche se non è arrivato al grande spettacolo, il pezzo è stato un enorme successo commerciale ed è rimasto un classico fino ad oggi.

Questa è così popolare che verrà chiamata “Miss Patatina” e “la Patatina della canzone italiana”. Al Festival di Napoli si esibisce nuovamente con la composizione Serenella di Amedeo Pariante e il duetto Uh che cielo con Gino Latilla.

E poi esegue Love Letter al Festival di Zurigo. Ha anche pubblicato numerosi 45 giri di successo, tra cui Gin Gin Gin, My Love Is a Bersagliere e The Sheriff of Arkansas. L’anno successivo torna a Sanremo per gareggiare con la sua interpretazione di “I colori della felicità”, un brano swingante originariamente eseguito da Lucia Altieri nel 1962.

Wilma De Angelis Oggi

Ancora una volta fa una bella figura al Festival di Zurigo, eseguendo un’interpretazione di Scritta su un albero e arrivando fino alla finale di Canzonissima 61/62 con una versione di You can prevent me from loving, una cover di Mezzanotte un Mosca. L’ultima esibizione della cantante fu al Festival di Sanremo del 1963, dove cantò Non costa niente, sofisticata e bizzarra opera di Diego Calcagno, che fu ripetuta da Johnny Dorelli e la aiutò a raggiungere la finale, e Se passerai di qui di Angelo Camis, che fu ripetuto da Flo Sandon.

Inserisci lo sfrenato Gambadilegno di Tony De Vita nel “Disney Festival”, un concorso di composizioni in onore dell’infanzia. Il suo brano “I Will Return to Rome” ebbe un discreto successo quello stesso anno.Moderatamente popolari sono stati brani come Sapr grin di Bruno Pallesi e Timido del maestro Taccani, Ali baba ciami di Gorni Kramer e I enjoy music di Virgilio Savona e Tata Giacobetti.

L’anno dopo, nel 1964, appare a “Studio Uno”, programma Rai, dietro il sipario dell’ormai famosa “Biblioteca” del Quartetto Cetra, in cui il gruppo falsifica grandi opere letterarie e cinematografiche. In “Scarlett: The Musical”, il cantante interpreta il ruolo del protagonista. In particolare, “Love in the Shell” e “Se devi andare … ottieni un po ‘di successo”.

L’anno successivo, nel 1965, Wilma rinnovò il suo contratto con la Philips per altri cinque anni nel tentativo di continuare la sua carriera musicale. Tuttavia, l’etichetta discografica era più interessata a lavorare con nuovi cantautori e alla fine a Wilma fu impedito di registrare qualsiasi nuovo materiale. Questo segna l’inizio del lungo periodo di anonimato dell’artista, punteggiato solo da concerti occasionali e internazionalitour, in entrambi i quali è diventata famosa.

Dopo i tour in nord Europa, ha ottenuto un nuovo contratto con l’etichetta italiana Starlet e ha realizzato alcuni nuovi album per loro. Anticipo il tuo ritorno nel 1966 con lo stesso motivo selvaggio yè yè che gli ha portato un tale plauso elogiativo al decimo Festival di Zurigo. E per CDI, ha un album di successi latinoamericani chiamato LP bailar. Sia “Garçon” che “I Ragazzi nell’Amore” hanno avuto un discreto successo come canzoni.

Wilma De Angelis Oggi
Wilma De Angelis Oggi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!