Wesley Snipes Malattia

Spargi l'amore
Wesley Snipes Malattia
Wesley Snipes Malattia

Wesley Snipes Malattia – Wesley Snipes è uno di quegli attori che hanno interpretato parti così iconiche e memorabili da cambiare il corso della storia del cinema. Fin da giovane, l’attore si è dedicato completamente a una carriera nell’industria cinematografica, prima come attore e poi come produttore. Ha cinque figli dai suoi due matrimoni.

Dopo aver sposato April Dubois nel 1985, l’attore ha chiesto il divorzio da lei nel 1990, a soli cinque anni dall’inizio del loro matrimonio. Il loro secondo matrimonio ha avuto luogo nel 2003, questa volta con il pittore coreano Nakyung Park, e da allora stanno insieme. Inoltre, l’attore è diventato padre di cinque figli: Jelani, classe 1988, dalla prima moglie; Alaafia Jehu-T, Akhenaten Kihwa-T, Alimayu Moa-T e Iset Jua-T, nati dal suo matrimonio con la sua seconda moglie; e Iset Jua-T, nato nel 2000. Ha una reputazione per la sua abilità fisica.

Formatosi nelle arti marziali dall’età di 12 anni, Snipes è un vero maestro della disciplina. In particolare, è cintura nera di quinto grado nella scuola di Karate Shotokan, cintura nera di terzo grado in Taekwondo e cintura nera di secondo grado in Hapkido. Era anche esperto di Capoeira, Escrima filippino e una serie di tecniche di Kung Fu. Dal momento che ha una solida base in queste aree, ha trascorso la maggior parte della sua carriera concentrandosi sui film d’azione.

Il famoso corpo di Snipes è un prodotto della sua dedizione all’allenamento delle arti marziali. Sylvester Stallone inizialmente voleva che Wesley Snipes interpretasse Hale Caesar in The Expendables. Sfortunatamente, l’attore non ha potuto prendere parte a causa di problemi legali relativi alle sue tasse; è stato condannato a tre anni di carcere a partire dal 2010, il che gli ha impedito di lasciare il Paese.

Ha trascorso tre anni dietro le sbarre per frode fiscale, ma è stato ancora in grado di unirsi al cast di The Mercenaries 3 come Doc. Questo è accennato quando il personaggio di Dolph Lundgren chiede al personaggio di Snipes per cosa è stato imprigionato, e quest’ultimo rivela che si trattava di evasione fiscale. Aveva i suoi dubbi sulla fattibilità del piano.

Per la parte di Blade, lo studio ha considerato Denzel Washington, Laurence Fishburne e Wesley Snipes. Tuttavia, lo sceneggiatore David S. Goyer ha sempre considerato quest’ultimo l’unico vero interprete ideale. Questo era già consolidato prima del suo recente successo, grazie ai suoi ruoli in vari film d’azione in cui ha mostrato la sua abilità nelle arti marziali.

Tuttavia, Snipes non era completamente d’accordo con il progetto perché non aveva familiarità con la storia di Blade. Invece, gli sarebbe piaciuto adattare Black Panther, con il quale aveva un legame più personale. Inizialmente era riluttante a interpretare il ruolo fino a quando non gli è stato promesso che il film avrebbe avuto l’azione frenetica tipica del cinema di Hong Kong.

Conosciuto come Deacon Frost, il vampiro malevolo è interpretato da Stephen Dorff nell’originale Blade. Sia Dorff che Snipes hanno detto che loro e l’antagonista di Blade, Frost, avevano vari livelli di inimicizia durante la produzione.

Dorff, che quel giorno stava lavorando per la prima volta sul set, si è sentito sopraffatto dalla pressione creata dal fatto che Snipes fosse anche il produttore del film. Snipes, che è spesso diviso tra più progetti, è apparso di recente nel ruolo del generale Izzi nel sequel interpretato da Eddie Murphy Il principe cerca un figlio.

Wesley Snipes Malattia

Poco dopo, si è unito a Kevin Hart nella miniserie Netflix True Story e ha anche recitato nella serie Paper Empire. Ma presto tornerà sullo schermo nei panni di Luther “Mr. “Big” nel film Back on the Strip, incentrato sul mondo dello spogliarello.

Non c’è dubbio che la carriera e la vita personale di Wesley Snipes abbiano un “prima” e “dopo”. Nella prima è un attore noto, avendo vinto una Coppa Volpi come miglior attore in un film drammatico per la sua interpretazione in “Complice la notte” alla Mostra del Cinema di Venezia. L’unica cosa rimasta dopo la sua la condanna per evasione fiscale e i suoi quasi 2,5 anni di reclusione.

Ora che il 58enne Snipes, tornato a recitare dopo il carcere , ha una film di un certo livello in uscita i giornali hanno colto l’occasione per tornare a parlare di lui o, come è avvenuto recentemente al Guardian, di lui.Snipes è nato a Orlando, in Florida, nel 1962.

Ha trascorso la sua infanzia nel Bronx prima di trasferirsi a New York City e infine stabilirsi in Florida e California. Il film del 1980 ambientato a New York City, They Will Be Famous, ha generato non solo una serie TV di successo, ma anche un franchise letterario di successo. Nel 1986, ha realizzato A Blonde for the Wildcats, una commedia sportiva sul football americano che ha segnato anche il debutto cinematografico di Woody Harrelson.

Il video musicale di “Bad”, diretto da Martin Scorsese, ha reso famoso Snipes e ha continuato a recitare in un episodio di Miami Vice. Successivamente, secondo quanto riferito, Snipes ha rifiutato l’offerta di Spike Lee di recitare in un ruolo di supporto in Fai la cosa giusta. favorevole a recitare in una commedia sul baseball intitolata Major League — Il peggior tèm in campionato e poi riunirsi con Woody Harrelson in Chi non salta il bianco è, che riguarda principalmente ma non esclusivamente il basket.

Un ruolo nel thriller King of New York, un ruolo da protagonista nel neo-noir New Jack City e due ruoli per Spike Lee, a cui apparentemente piaceva Snipes e che presumibilmente no, seguirono nei primi anni ’90. Snipes ha suonato il sassofono per Mo’ Better Blues e l’architetto Flipper Purify nell’interpretazione di Lee del film Jungle Fever.

Wesley Snipes Malattia
Wesley Snipes Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!