Stefano Pooh Malattia

Spargi l'amore
Stefano Pooh Malattia
Stefano Pooh Malattia

Stefano Pooh Malattia – Tutto è pronto per il consueto appuntamento domenicale di Domenica In. La moglie di Stefano D’Orazio, Tiziana Giardoni, e Red Canzian, suo compagno di lunga data, sono tra i visitatori di oggi a casa di Mara Venier. Nato il 12 settembre 1948 a Roma, Stefano D’Orazi è morto il 6 novembre 2013. A All’età di 15 anni, ha iniziato a imparare a suonare la batteria e si è unito a diverse band prima di unirsi ai Pooh nel 1971. Dal 1971 al 2009 è stato il batterista, paroliere, cantante, regista e suonatore di voce e flauto traverso di Pooh. Nel 2015-2016 è tornato al ruolo. Stefano non è stato solo il manager del gruppo, ma ha anche scritto i testi di molte delle canzoni del gruppo, alcune delle quali sono passate alla storia della musica italiana.

La sera del 6 novembre 2020 Stefano D’Orazio, 72 anni, è deceduto al Policlinico Gemelli per complicazioni legate al Coronavirus. Oltre agli annunci sui social, Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Vincenzo Salemme hanno trasmesso in diretta streaming la scomparsa di Roby Facchinetti durante le trasmissioni di Tale and Which Show. Fu sepolto insieme ai genitori nel cimitero di Maccarese il 9 novembre, dopo un corteo funebre dal Campidoglio alla Basilica di Santa Maria in Montesanto. ‘Ciao Stefano, un amico per sempre’ gli è stata dedicata da Rai 1 il 5 dicembre 2021, una serata di aneddoti e documenti inediti.

Pooh Canzian di Pooh: “Ho la fortuna di poter ora raccontare le vicende del mio passato”. Da gennaio al 4 marzo Red Canzian è stato ricoverato in ospedale a causa di una grave malattia. Red ha parlato dei giorni trascorsi in ospedale a Treviso, in Italia, sognando il suo compagno Pooh Stefano D’Orazio, che ora è scomparso. “È stato il primo a presentarsi dopo il mio intervento chirurgico. Con mia incredulità, Stefano era in piedi proprio di fronte a me quando l’ho visto per la prima volta:.

Di conseguenza, dopo tre anni di preparazione, non ha potuto godersi la prima della sua produzione pop opera Casanova. Canzian è stato ricoverato in ospedale il 4 gennaio e da allora ha pubblicato video e storie su Instagram per tenere informati i suoi follower. La prima volta che ha menzionato di uscire per respirare “l’aria vera, l’aria pulita che mi mancava” è stato esattamente un mese dopo. Dovrò restare ancora un po’ perché la medicina che ho ricevuto era davvero tossica. Chiacchieremo di tanto in tanto, ma sappiate che sto bene, respiro e cammino con le gambe», ha scritto nelle sue comunicazioni su di lui.

Stefano Pooh Malattia

“Forse la vita vuole mettermi alla prova, visto che succede qualcosa ogni 5 anni”, risponde Canzian di fronte alla richiesta di Mara Venier di non incappare più in questo tipo di circostanze.” Ma sono fortunato perché ora posso dirti cosa è successo a me. Ancora adesso, a quasi un anno dalla sua scomparsa, continuiamo a conoscere Stefano D’Orazio, dalla sua battaglia contro il cancro alle ultime parole della moglie Tiziana Giardoni: “Ho perso una parte di me stessa. Stefano era la mia forza. Mi mancherà”. Nel giorno della morte di Stefano D’Orazio, Tiziana Giardoni ha scritto queste parole. È passato poco più di un anno da quell’orribile giorno del 6 novembre 2020, quando gli amici, i colleghi e l’intera comunità musicale italiana si sono riuniti per salutare l’artista, meglio conosciuto come il batterista dei Pooh.

Questo è il più grande rimpianto di Pooh: gli sarebbe piaciuto vedere il resto della band rendergli omaggio più volte sul palco, ma la pandemia e altre complicazioni lo hanno reso impossibile. La nuova edizione di quest’anno dei Seat Music Awards rende omaggio a Stefano D’Orazio sul palco.

L’assenza di Stefano D’Orazi dall’universo dei Pooh è palpabile, e non solo tra i fan. Anche per Dodi Battaglia la perdita della moglie Paola Toeschi per malattia è stata un’esperienza straziante negli ultimi giorni. Il giorno della sua morte, la moglie di Stefano, Tiziana, ha rivelato cosa gli era successo. Ha detto questo: “Era ricoverato da una settimana presso la struttura Columbus del Policlinico Gemelli di Roma”. Tornando a Stefano. Era guarito da una malattia che curava da un anno e stava lavorando ad alcune iniziative per lui molto importanti quando è risultato positivo al Covid, che ha influito permanentemente sulla sua salute.

Tiziana Giardoni, ospite di “Verissimo”, racconta come il batterista dei Pooh abbia ceduto alla malattia in pochi giorni. Il batterista dei Pooh è morto dopo pochi giorni dall’aver contratto il disturbo, secondo Tiziana. “All’inizio non mostrava segni di malattia. Poi, una notte, ha avuto la febbre, e ho chiamato subito il 911 per inviare i soccorsi, vista la sua salute precaria. Ho esortato i medici a portarlo con me in ospedale poiché ero positivo, ma non riuscivano a convincermi. Da allora non ho più sentito né visto un’altra sua parola, nemmeno in una bara. La sua morte in questo modo è stata ingiustificata e inconcepibile.

Tragicamente, anche suo padre non è stato risparmiato da questo dramma familiare: “Mio padre è morto venti giorni dopo Stefano. Aveva un bell’aspetto per la sua età. Gli uomini più importanti della mia vita sono morti. Ora sto cercando di fare di tutto per passa ciò che mi hanno lasciato adorabile.

Stefano Pooh Malattia
Stefano Pooh Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!