Rudy Guede Fidanzata

Spargi l'amore
Rudy Guede Fidanzata
Rudy Guede Fidanzata

Rudy Guede Fidanzata – Abbiamo iniziato con Rudy Guede che mi maltrattava, ma ho sempre trovato una scusa per giustificarlo e perdonarlo. Anche se ha fatto di tutto per incolpare se stesso per i lividi che ha lasciato sul mio corpo. Il 23enne viterbese che si è espresso contro Rudy Guede è intervistato dai giornalisti di ViterboToday.

Insieme al suo avvocato Francesco Guido, segue minuziosamente il suo fidanzamento con l’uomo di 36 anni, attualmente in carcere per l’omicidio di Meredith Kercher e al quale è vietato contattare l’ex fidanzato a causa di un braccialetto elettronico.Mi ha annientato. , mi ha degradato, mi ha fatto vergognare e ha abusato di me. Il mio obiettivo è garantire che nessun’altra donna debba sopportare il trattamento che ho ricevuto.

Ha criticato Guede dopo la fine della loro storia d’amore durata due anni…

“Penso di sì. Questo è stato il mio viaggio personale, ed è stato lungo, difficile e frustrante. Ho attraversato l’inferno e sto ancora attraversando l’inferno anche adesso. Inoltre, alcune persone mi hanno evitato. Con l’eccezione di uno meraviglioso un’amica che è stata lì per me nella buona e nella cattiva sorte, incoraggiandomi e mostrandomi la strada.

Lei e uno psicologo sono anche responsabili del mio attuale stato di benessere mentale e fisico. Alla fine, ho vinto la mia paura e ho dato priorità ai miei bisogni ; anche per questo mi sono preso il tempo necessario per riferire.

La reazione di Guede era qualcosa che la preoccupava?

Quando ero più giovane, avevo una vera paura di lui. Sperava che non avrei reagito al suo comportamento durante i nostri due anni insieme, quindi non doveva preoccuparsi che mi lamentassi o parlassi apertamente. C’era anche la preoccupazione che nessuno mi credesse, cosa con cui lotto ancora oggi. In ogni caso, cosa devo aspettarmi?

Nessun problema…

Inoltre, ha minacciato di uccidersi se lo avessi informato che sarebbe dovuto tornare in prigione, quindi ho aspettato a denunciarlo. L’ho trovato terribile. In seguito, ha ribaltato la situazione in tribunale, dicendo che avrebbe avuto paura di lasciarmi a causa di quello che faccio.

È completamente falso che abbia interrotto la relazione. Finché non ho interdetto i suoi contatti, ha continuato a prosciugarmi venendo a cercarmi anche al lavoro e bombardandomi di messaggi e telefonate. Alla fine ne ho avuto abbastanza e ho detto basta.

Indovina chi è Rudy Guede?

Quanto a me, sono confuso. All’inizio si è dimostrato un ragazzo onesto e gentile, disposto a fare di tutto per aiutare chi era nel bisogno. Mai nemmeno in un milione di anni mi sarei innamorata di un ragazzo orribile, specialmente di uno che si è dimostrato capace di quello che mi ha fatto. Ero alla mia prima relazione malsana,

che lui ha fatto del suo meglio per portare avanti molto tempo dopo che ci siamo lasciati, nella mia testa e nella mia capacità di seguire i miei sogni. A causa del fatto che dovevo dare priorità ai suoi desideri e interessi rispetto ai miei e a causa delle sfide fisiche che affrontavamo quando eravamo soli.

Secondo quanto hai detto, quando sono iniziati gli abusi e le violenze?

In effetti non ho capito subito cosa dicevano. Si è scusato con me dopo aver avuto alcune conversazioni serie sulla mancanza di rispetto e sulle sue azioni, che ho costantemente difeso. Consapevole che non avrebbe mai avuto un’altra opportunità, gli ho concesso numerosi periodi di grazia. E l’ho perdonato lo stesso, anche se mi ha picchiato; Ho persino iniziato a incolpare me stesso per le sue reazioni, che all’inizio erano lievi ma alla fine sono diventate più forti e più evidenti.

In aumento l’aggressività?

Le ferite che ho subito sono state la conseguenza degli spintoni e degli sforzi per soffocarmi e sottomettermi; Non ho rivelato alcun pestaggio. Inoltre, i segni sulle dita possono essere spiegati solo con la violenza fisica.

Quando hai conosciuto Guede per la prima volta?

Lo conobbi per la prima volta, prima della nostra relazione, mentre lavorava nella biblioteca del Centro Criminologico. I pezzi di carta che ha creato mi hanno davvero commosso. Quando è scoppiata l’epidemia ho lasciato Viterbo per frequentare la scuola altrove; Una volta dopo il mio ritorno, ci siamo rivisti al lavoro, ed è stato l’inizio della nostra storia d’amore. Anche se era ancora in pena per il caso Meredith, non avevo idea di chi fosse.

Dimmi quando hai saputo del suo passato.

“Quando persone importanti per me mi hanno informato di ciò. Lui aveva semplicemente accennato al suo periodo in prigione senza entrare nei dettagli, quindi sono rimasto sorpreso e l’ho trovato impegnativo. Gli ho creduto e gli ho dato l’opportunità di mettersi alla prova quando sono andato a parlo con lui dopo che l’ho scoperto; mi ha fatto un breve resoconto dell’accaduto e mi ha chiesto di non approfondire troppo perché era una storia difficile.

Rudy Guede Fidanzata

Si sentiva ingannata, vero?

Tradito, violato e distrutto erano le parole che meglio descrivevano come mi sentivo. Ho difeso lui, anche di fronte a opinioni negative. Questo è quello che ho detto: sei stato in giro con uno stupratore. La mia difesa era incrollabile e non ho mai smesso di assicurargli che “io ero” lì per lui. Sono stato al suo fianco finché il suo vero carattere non lo ha tradito.

Potrebbe essere naturalmente incline a questo, o potrebbe essere il risultato della sua storia. Quello che so è che avevo grandi intenzioni Ho voluto creare qualcosa di adorabile con lui, ma ho finito per lottare per la mia felicità. In questo momento sono malato e infelice. Non ho più fiducia negli uomini; gli eventi del passato continuano a riaffiorare e non riesco a dormire.

La determinazione a riferire è rimasta in lei nonostante tutti gli ostacoli.

Un altro motivo per cui l’ho fatto è stato quello di assicurarmi che nessun’altra donna avrebbe dovuto sopportare quello che ho fatto. Mentre lo facevo, ho consultato uno psicoterapeuta e un centro antiviolenza per ricevere assistenza. Dovremmo tutti segnalarlo. Sentirsi in imbarazzo è del tutto inutile.

Gli ho anche proposto di consultare uno psicologo, magari iniziare anche una terapia di coppia, ma ha rifiutato. Devi lavorare così duramente per denunciarlo perché viviamo così tanti momenti terribili. Anche trovare la forza per andare avanti è piuttosto impegnativo. Posso fare un’altra domanda?

Voglio dire, andiamo…

Quali opportunità offre la società agli ex detenuti? Non c’è nessun percorso di reinserimento che Guede ha portato avanti. L’argomento ha un grave difetto che va riconosciuto. Niente poteva aiutarlo, nemmeno il necessario supporto psicologico, e nessuno lo seguiva. Dato che ha avuto difficoltà a reintegrarsi, ho razionalizzato il dolore che mi ha causato. La vita di una persona potrebbe essere completamente sconvolta nel giro di pochi anni quando esce di prigione,

ma ciò non significa che non possa tornare trasformata. Non importa quanta forza ho acquisito, mi sento ancora completamente distrutto su base regolare. Inizia il monitoraggio speciale di Rudy Guede. Anche se impallidisce in confronto all’incarcerazione dell’uomo per l’omicidio di Meredith Kercher, questa azione è più significativa di quella affrontata a dicembre, quando venne applicato il divieto.

Una riduzione di tre anni della pena è stata la sua ricompensa per essere stato un detenuto esemplare; si è addirittura laureato mentre era in carcere: qualche settimana fa, in occasione della presentazione del libro di memorie in cui descrive il periodo trascorso in prigione “come un innocente”, ha dichiarato: “Voglio riprendermi la mia vita e costruire un futuro per me stessa.”

Proprio ieri, a Rudy Guede – l’unico giudicato colpevole dell’omicidio di Meredith Kercher, avvenuto nel 2007 a Perugia – è stato imposto di indossare un braccialetto elettronico e gli è stato impedito di avvicinarsi alla sua ex fidanzata, una italo-somala di 23 anni. Secondo la sua causa e i documenti del pronto soccorso,

è accusato di aver abusato, ferito e costretto sessualmente violentemente lei ad avere una relazione extraconiugale contro la sua volontà. Paolo Auriemma, procuratore di Viterbo, aveva presentato richiesta di reclusione domiciliare dopo l’inchiesta della Squadra Mobile, ma il gip ha scelto una misura preventiva più moderata perché non ha ancora riconosciuto il maltrattamento. Lunedì ci sarà l’interrogatorio di Guede.

Costretto a impegnarsi in attività sessuale

Nonostante si creda che la ragazza si sia lamentata solo l’estate scorsa, i fatti risalgono a due anni fa. Questi sono i due anni in cui la coppia è stata insieme, durante i quali hanno vissuto insieme. Una relazione iniziata quando il 36enne ivoriano viveva già fuori dal carcere, e l’unico momento in cui poteva tornare era il sonno, e si è consolidata quando ha finito di scontare la sua pena ridotta a 16 anni alla fine del 2021. non ha ucciso Meredith; in effetti, l’ho aiutata.

Come detto in precedenza, ha mantenuto la sua innocenza durante tutto il caso, che continua a ricevere ampia attenzione da parte dei media. Alcuni potrebbero obiettare che Guede avrebbe dovuto essere più deciso nel cercare assistenza,

ma Guede ha sostenuto che la sua convinzione deriva da un pregiudizio e che le voci su di lui si diffondono a macchia d’olio. I suoi pensieri sul suicidio e altri momenti tristi nel carcere di Mammagialla sono dettagliati nel libro. Nel 2019 il primo permesso di 36 ore: Potrò sentire di nuovo il sole sulla pelle.

Sia bibliotecario che cameriere

Sembra che la sua nuova vita fosse perfettamente normale. Lavoro di giorno come bibliotecario presso il Centro Studi Criminologici di Viterbo e la sera come cameriere in un ristorante vicino. Ma alcuni dei suoi sostenitori del reinserimento hanno tagliato i ponti con lui e ora criticano apertamente il ventre violento della sua amabile personalità. Gli altri partecipanti allo studio, tuttavia, non possono avere dubbi su di lui; il mio pensiero va al suo ex compagno.

Una prospettiva terrificante… Per me è importante avere l’assistenza di cui ha bisogno”, rimarca Amanda Knox. “Quello che leggiamo negli atti sul suo comportamento prima dell’omicidio”, dice Raffaele Sollecito, “era già una prova provata della sua colpevolezza, e quello che sta accadendo adesso mi fa capire, purtroppo, che nulla è cambiato.

Ancora difficoltà per Rudy Guede. L’ivoriano, 36 anni, è sotto processo per l’omicidio, avvenuto nel 2007, a Perugia, della studentessa inglese Meredith Kercher. accuse di abuso, aggressione e lesioni personali contro il suo ex compagno, 23 anni, condannato per l’omicidio.

Rudy Guede, rilasciato dal carcere lo scorso giugno dopo aver scontato 13 anni di una pena ibrida semi-libertà/collaborazione presso il Criminological Centro Studidi Viterbo, è stato contattato questa mattina tramite braccialetto elettronico e misura preventiva che vieta di avvicinarsi all’ex compagna nel raggio di 500 metri. La procura aveva chiesto gli arresti domiciliari.

Rudy Guede Fidanzata
Rudy Guede Fidanzata

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!