Rossella Brescia Malattia

Spargi l'amore
Rossella Brescia Malattia
Rossella Brescia Malattia

Rossella Brescia Malattia -Il 10% delle donne in età riproduttiva nel mondo soffre di endometriosi. La condizione può manifestarsi nei gruppi di età più giovani, ma tra i 25 ei 35 anni è quando raggiunge il picco. Esistono due potenziali modalità terapeutiche: farmacologica o chirurgica, sebbene le origini della malattia rimangano per lo più sconosciute. Continua ad essere un disagio molto sottovalutato pur essendo una condizione dolorosa e invalidante.

Possono essere necessari dai 6 ai 10 anni per ricevere una diagnosi formale poiché i medici spesso non hanno l’esperienza o le attrezzature necessarie per diagnosticarla. Fortunatamente, molte persone famose sono pronte a parlare della loro battaglia contro l’endometriosi; una di queste persone è la ballerina ed emittente italiana Rossella Brescia. Rossella Brescia ha raccontato la sua esperienza con l’endometriosi, dalla diagnosi agli interventi chirurgici, in un’intervista per Ok Salute.

Le adolescenti hanno spesso un periodo mestruale estremamente doloroso e pesante. Tuttavia il mio era un tocco eccessivo e spesso accompagnato da uno strano gonfiore addominale”, secondo la ballerina che ha iniziato a ballare frequentemente all’età di 16 anni e che ha anche mantenuto una dieta equilibrata per mantenere il suo corpo snello e asciutto. A causa dei sintomi dichiarati , le visite dal ginecologo hanno portato a una diagnosi di colite o forse di appendicite.

Fino a quel momento nessuno si era reso conto che la mia condizione fosse l’endometriosi. Me ne accorsi solo qualche anno dopo quando ero a Milano per lavoro e dovetti correre in ospedale per un attacco ancora più grave del solito”, dove le fu detto che aveva bisogno di un intervento urgente per rimuovere alcune cisti endometriosiche. , ma Brescia ha rifiutato la procedura per paura di andare in anestesia.

Tornata a Roma, ha subito un nuovo esame che ha rivelato che aveva bisogno di un intervento chirurgico. Di conseguenza ha acconsentito a far eseguire la procedura laparoscopica dal ginecologo Enrico Zupi. “Dopo una sola notte in ospedale, mi sentivo come se fossi rinata. All’improvviso, i dolori violenti che mi colpivano una volta al mese svanirono nella memoria. La ballerina stava attraversando un periodo davvero difficile della sua vita a causa della sua carriera e la rottura con l’ex marito.

Ha accumulato stress, che ha avuto un grave impatto sulla salute delle sue ovaie. Di conseguenza, sette anni dopo l’operazione iniziale, le sue cisti si sono riformate con l’aggiunta di un fibroma, rendendo necessaria una seconda procedura. Brescia ha continuato affermando che è stata la sua necessità di rispondere a lei che le ha dato la capacità di riprendere il controllo della sua vita e scoprire metodi per scaricare lo stress, come attraverso l’esercizio, lo yoga e le tecniche di respirazione. Sono pienamente consapevole che l’endometriosi è una condizione cronica, ma mi rifiuto di lasciare che questo mi scoraggi.

Il tessuto endometriale può essere visto in organi diversi dall’utero nell’endometriosi, una condizione persistente. Il tessuto che delimita le cavità uterine e che, in assenza di fecondazione, lascia l’utero con il sangue durante le mestruazioni è noto come endometrio. Questo tessuto può essere visto anche nell’endometriosi nelle ovaie, nelle tube di Falloppio, nel peritoneo, nella vagina e persino nell’intestino. Questa anomalia danneggia il sistema riproduttivo femminile causando un’infiammazione persistente nel corpo.

Questo si manifesta come dolore intenso dovuto allo sviluppo di noduli, cisti, lesioni e disturbi intestinali. Dismenorrea, che è caratterizzata da dolore estremamente acuto durante il periodo mestruale e premestruale e durante tutta la fase dell’ovulazione, insieme a disagio pelvico cronico, dolore durante il sesso l’attività fisica e la stanchezza fisica persistente sono i principali sintomi dell’endometriosi. L’endometriosi potrebbe, in una piccola percentuale di casi, essere asintomatica.

Rossella Brescia Malattia

Inoltre, può peggiorare l’infertilità e aumentare il rischio di cancro ovarico se colpisce le ovaie (si verifica nel 3-8% delle persone con endometriosi ovarica). Contattare una struttura professionale o specializzata è il primo passo per ricevere una diagnosi accurata. L’endometriosi può essere diagnosticata utilizzando una varietà di test, alcuni dei quali possono differire da paziente a paziente. In base alla loro importanza per la sensibilità e l’accuratezza diagnostica, i seguenti test sono tra i tanti che vengono suggeriti.

visite dal ginecologo, esami rettali, procedure diagnostiche per immagini inclusa la risonanza magnetica e l’ecografia pelvica transvaginale e alcuni esami del sangue Non si sa cosa causi esattamente l’endometriosi. Tuttavia, sono state proposte numerose idee per spiegare come potrebbe svilupparsi la malattia endometriosica. Una delle spiegazioni accettate è che i frammenti endometriali dell’utero si spostano nei tubi durante le mestruazioni e poi da quelli nell’addome, dove vengono impiantati nel peritoneo.

Raramente su fegato, diaframma, pleura o polmone; invece, sulla superficie degli organi pelvici. “Anche se nel 2005 il Senato ha riconosciuto l’endometriosi come malattia sociale, molte donne continuano a subire discriminazioni sul posto di lavoro. Perdono il lavoro a causa della malattia e di un clima di pregiudizio è promosso tra i colleghi an

d superiori che non tengono conto di quanto sta accadendo perché ignari di questa patologia.

Questa cattiva comunicazione si estende oltre il mondo del lavoro e colpisce anche i rapporti con la famiglia e gli amici” ha affermato Michele Vignali, professore associato di ostetricia e ginecologia all’Università degli studi di Milano, in un’intervista a D.it Repubblica. Sempre più celebrità salgono sul palco per ammettere che hanno l’endometriosi nel tentativo di aiutare le innumerevoli donne che soffrono in silenzio Nancy Brilli, oltre a Rossella Brescia, ha riconosciuto di avere l’endometriosi.

Chi è stato scelto come testimonial della Fondazione Italiana Endometriosi Onlus per sensibilizzare l’opinione pubblica e condividere informazioni. Lena Dunham, Susan Sarandon, Whoopi Goldberg, Pamela Anderson, Emma Bunton, un’ex Spice Girl, e Hillary Clinton completano la lista. Si scopre che anche Marilyn Monroe ce l’aveva in un periodo in cui il problema non veniva adeguatamente evidenziato. La rivelazione di una condizione che ha sconvolto la vita di Rossella Brescia e con la quale ha dovuto imparare a convivere ha stravolto la sua vita e la sua professione.

Conoscete Rossella Brescia? È stata la protagonista della televisione per anni, e ha dovuto fare i conti con la malattia. Uno dei personaggi televisivi più adorati e conosciuti è Rossella Brescia, che eccelle in svariati ruoli nell’industria dello spettacolo.

Rossella Brescia Malattia
Rossella Brescia Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!