Rodolfo Valentino Altezza

Spargi l'amore
Rodolfo Valentino Altezza
Rodolfo Valentino Altezza

Rodolfo Valentino Altezza – Rodolfo Valentino era il nome d’arte dell’attore e ballerino italiano Rodolfo Pietro Filiberto Raffaello Guglielmi, meglio conosciuto come Rodolfo Valentino. Era uno degli attori più famosi del cinema muto ed era considerato una sex icon del suo tempo, tanto da guadagnarsi il soprannome di Latin Lover.

Valentino non avviò mai le procedure di naturalizzazione, rimanendo cittadino italiano fino alla morte, nonostante il suo successo senza precedenti negli Stati Uniti. In attesa dell’esito, vorrei presentare un articolo con alcuni fatti interessanti sull’originale Rodolfo Valentino, l’indiscusso protagonista dei primi film muti.

Rodolfo Valentino: 26 fatti che potresti non sapere sulla leggenda del cinema muto

Marie Gabrielle Bardin, nacque a Torino e prestò servizio come dama di compagnia presso la marchesa locale; suo padre, italiano, Giovanni Guglielmi, era un veterinario ed ex capitano di cavalleria di Martina Franca profondamente interessato all’araldica. Era il terzo di quattro figli.

Dopo aver terminato le scuole elementari a Castellaneta, si trasferì a Taranto, dove visse con la famiglia e il migliore amico Vincenzo Albano in un appartamento in via Massari 16. Tre anni dopo, in risposta alla difficile situazione venutasi a creare dopo la prematura scomparsa del padre, iscritto all’ONAOSI di Perugia.

Si dà il caso che fosse considerato “brutto” al college, ricevendo frequenti prese in giro per l’aspetto insolitamente appuntito delle sue orecchie. A causa della sua mancanza di disciplina fu espulso da scuola. Nel 1909 fece domanda all’Istituto Nautico di Venezia ma fu rifiutato per problemi di salute e di vista.

La sua formazione agraria lo portò a Genova, dove si laureò presso l’Istituto “Bernardo Marsano” di Sant’Ilario. Ora è tornato a Taranto. Rodolfo Valentino – La Leggenda, con Gabriel Garko, va in onda stasera, 17 aprile, alle 21.10, su Canale5. Sua madre francese, Tornato a Taranto, ha deciso di andare negli Stati Uniti e realizzare i suoi sogni.

Dopo essersi stabilito per un periodo a Taranto, fece una vacanza a Parigi. Qui si abbandonò a uno stile di vita spensierato finché non spese tutti i suoi risparmi e dovette chiedere aiuto alla sua famiglia per tornare a casa. Almeno è diventato più bravo a ballare grazie a questa dura prova. Rodolfo si ritrovò presto al verde e a fare lavori saltuari come cameriere e giardinaggio per tirare avanti.

La storia di successo di un collega musicista tarantino di nome Domenico Savino, emigrato negli Stati Uniti molti anni fa, accrebbe ulteriormente l’ammirazione di Rodolfo per il paese. La sorella di Domenico si vantava spesso con Rodolfo dei successi del fratello ed i Guglielmi conoscevano bene la famiglia Savino.

Nel 1913 salì a bordo della nave commerciale Cleveland e il 23 dicembre dello stesso anno arrivò a New York. Con l’aiuto del suo amico Domenico Savino, che gli prestò un tight, riuscì subito a trovare lavoro come ballerino di taxi al Maxim Night-Club. Riuscì a uscire dalla crisi finanziaria grazie alle generose mance ricevute dalle signore.

Rodolfo Valentino Altezza

La famosa ballerina Bonnie Glass, che aveva recentemente concluso la sua storia d’amore con Clifton Webb, fu il suo primo amore. Rodolfo ha beneficiato anche economicamente del collegamento perché lei lo ha assunto a 50 dollari a settimana. Sei mesi dopo aver collaborato con Joan Sawyer, Valentino ha iniziato a lavorare con un altro ballerino.

In seguito a questi eventi, Valentino si trasferì sulla costa occidentale degli Stati Uniti, stabilendosi a San Francisco. Lì trovò lavoro con una compagnia di teatro d’operetta. Qui ha ritrovato il suo vecchio amico di New York, Norman Kerry, che alla fine lo ha convinto a fare il viaggio a Hollywood. Ammiratore intenso?

Qui ha lavorato come attore in alcuni film fino a ottenere la sua grande occasione in I quattro cavalieri dell’Apocalisse. È stato uno dei primi sex simboli maschili resi popolari nel cinema e la sua morte prematura è servita solo a consolidare il suo status di simbolo immortale. Una piccola cicatrice sulla guancia sinistra era l’unica caratteristica identificativa e indossava scarpe numero 41.

Il periodo trascorso a Parigi e il successivo trasferimento negli Stati Uniti

I suoi capelli e gli occhi erano entrambi neri e la sua altezza era di soli 1,74 centimetri. Era un ragazzo grosso, una taglia 44, e la sua pelle era davvero scura. Guardare Rodolfo Valentino in video nelle limitate interpretazioni attualmente in commercio non aiuta a comprenderlo. Un bel ballerino, eh?

Il carattere e la capacità recitativa di questo attore sono sempre stati avvolti nel mistero, e il passare del tempo è servito solo ad addensare la nebbia. Niente è più soddisfacente per una vera celebrità che prosperare grazie al mistero che lo circonda. È però anche vero che più l’oggetto della ricerca è nebuloso, più c’è spazio per interpretazioni non plausibili.

Immigrato incredibile? Nel 1990, un prete di Castellaneta, monsignor Donato Colafemmina, scrisse a spese di Rudy un delirante volumetto in cui sperava di additare il “suo di lui” dell’amato Rudy come esempio di rettitudine.tra i martiri celesti. Non c’è dubbio che la città di Taranto, in Italia, dove questo appassionato latinoamericano è nato il 6 maggio 1895, si vergogna di lui.

Personalmente mi inorridisce il ricordo di una manifestazione di piazza in onore del “loro” Rudy, in cui furono maltrattati i turisti. Numerose prove corroborano l’affermazione secondo cui il bellissimo Valentino era inequivocabilmente omosessuale, suscitando una vergogna diffusa, la casa e tutto il suo contenuto furono venduti.

In Puglia sono scoppiati scontri a causa della consuetudine di definire il paese vicino come “il più grande amante” e poi “il più grande ricco” del mondo. Rodolfo Valentino, nel pieno della sua fama, acquistò una lussuosa casa a Beverly Hills e la soprannominò “Il nido del falco” un anno prima della sua prematura scomparsa.

Lampadari di cristallo e tappeti costosi adornavano i sontuosi interni, come mostrato nelle poche immagini scattate. Circa sei ettari di parco circondavano la villa, fornendo a Valentino ampio spazio per cavalcare cavalli e prendersi cura delle sue vaste proprietà immobiliari. Rudy poté vivere lì solo per un anno prima di morire; dopo la sua morte.

Rodolfo Valentino Altezza
Rodolfo Valentino Altezza

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!