Ragazzo Battipaglia Morto New York

Spargi l'amore
Ragazzo Battipaglia Morto New York
Ragazzo Battipaglia Morto New York

Ragazzo Battipaglia Morto New York -Il diciassettenne Claudio Mandia, originario di Battipaglia, è stato trovato morto in una stanza del dormitorio di New York nella notte tra giovedì e venerdì, solo 24 ore dopo aver compiuto diciotto anni. Mantia è morta alla EF Academy, una scuola di lingue d’élite a Tarrytown, a nord di New York,

dove gli studenti provengono da tutto il mondo e pagano $ 62.000 all’anno per le tasse scolastiche. Venerdì i suoi genitori sono arrivati dall’Italia per essere con lui alla festa del suo 18° compleanno. Pietro Benesatto, lo zio del ragazzo, ha dapprima affermato che la morte è stata accidentale, escludendo che il nipote fosse stato oggetto di violenze.

Gli inquirenti hanno intervistato gli amici di Claudio per ricostruire quanto accaduto nelle ore che hanno preceduto il suo rientro a casa. Gli imprenditori Mauro Mandia ed Elisabetta Benesatto hanno trovato un successo globale con la loro attività di esportazione di pizze surgelate. Inizialmente si sospettava un aneurisma o una patologia cardiaca.

D’altra parte, si ipotizzava che un incontro con gli amici avesse qualcosa a che fare con la malattia. Gli avvocati americani dei Mandia, guidati da George Bochetto, contestano che ciò sia mai accaduto, sostenendo invece che la morte di Claudio sia stata causata dal suo forte uso di alcol e droghe. Piuttosto,

incolpano l’amministrazione della EF Academy per il “trattamento orribile” dell’abuso dell’adolescente e “è in corso un’indagine approfondita e verranno intraprese le azioni giudiziarie pertinenti”. Quale? Innanzitutto è stato rivelato che la morte di Claudio non sarebbe avvenuta nella sua stanza. In secondo luogo,

l’autopsia rivelerà se la morte è stata o meno il risultato di un rituale di nonnismo universitario o di uno sport estremo. La polizia ha intervistato i coinquilini dell’alma mater del giovane per ricostruire cosa è successo durante le ultime ore di vita dello studente a una festa. Nelle scorse ore si è tenuto un raduno commemorativo presso la scuola di lingue dove Claudio si era iscritto per studiare lingua e cultura.

Il giovane è “volato” in America per perseguire il suo obiettivo di diventare manager e lavorare in economia. Ieri il Consolato italiano ha parlato con il Comune di Battipaglia. E poi ha inoltrato tutti i documenti necessari per organizzare il trasporto del corpo dall’America. Tuttavia, se ciò sarà possibile o meno già domani non è chiaro.

I processi amministrativi richiederanno probabilmente qualche giorno in più per terminare. Mandia aveva studiato al liceo scientifico Medi di Battipaglia. Suo zio ha detto ai media: “Non era malato, stava abbastanza bene”. Alla famiglia ha espresso il suo cordoglio e la sua vicinanza anche il sindaco di Eboli, Mario Conte.

I Mandia hanno forti legami con la comunità circostante e anche i membri della famiglia che vi hanno stabilito la loro casa sono ben noti. Anche loro facevano parte dell’establishment. Parlando con il sindaco di Ebolitano, ha inviato all’Ansa il cordoglio della città a nome di tutti i cittadini. Siamo profondamente addolorati per l’assenza di Claudio. Inoltre,

ha colto tutti alla sprovvista. Alla fine ha detto: “I nostri cuori sono con la famiglia in questo momento di dolore”. Claudio Mandia, 17enne di Battipaglia, si è suicidato mentre frequentava il college a New York City. Sono emerse nuove informazioni sulla sua vita. Dopo essere stato punito con l’isolamento di quattro giorni per aver copiato un compito, il bambino si è tolto la vita.

Ragazzo Battipaglia Morto New York

L’ultima puntata di “Chi l’ha visto?” Andata in onda venerdì sera, il padre di Claudio Mandia ha dichiarato: “Mio figlio trattato come un delinquente”. Gli adolescenti hanno anche incoraggiato altre famiglie a parlare apertamente se i loro figli avevano subito atti di bullismo simili a scuola. I genitori del giovane che si è suicidato all’élite dell’università di New York hanno detto:

“Non poteva gestire quelle punizioni barbare”. Claudio è stato isolato in una sterile camera bianca come punizione per aver barato su un incarico. Una punizione severa senza uno scopo reale. I resoconti dei genitori suggeriscono che questa non è la prima occorrenza del genere. Claudio aveva già soccorso un altro giovane che era stato successivamente messo in isolamento appena un anno prima. Nell’intervista, la famiglia di Claudio ha sottolineato che era stato isolato,

dicendo che gli era stato vietato di lasciare la sua stanza e che i suoi pasti erano stati consegnati lì prima che fosse espulso da scuola. In risposta alla ricostruzione speculativa, EF Academy di Thornwood ha dichiarato: “Claudio è rimasto in una stanza del dormitorio studentesca aperta e non è mai stato messo in isolamento,

senza interazioni sociali o accesso ad altre risorse e strutture scolastiche”, sottolineando il fatto che la voce era “basata su numerose dichiarazioni inesatte”. I genitori, due imprenditori salernitani, sono stati inizialmente sopraffatti dalla disperazione ma hanno iniziato ad indagare sull’accaduto con l’aiuto di avvocati e strutture private. Ieri il loro avvocato, George Bochetto,

ha presentato una denuncia civile alla Corte Suprema di New York, accusando la scuola di comportamento disumano e grave negligenza. La denuncia prende di mira Vladimir Kuskovski, direttore dell’istituto, Wayne Walton, il preside, e Chelsea Lovece, una psicologa che aveva visitato Mauro in diverse occasioni a causa dei suoi problemi ambientali e mentali.

I parenti hanno raccontato più volte che l’adolescente si è suicidato impiccandosi dopo essere stato tenuto in isolamento per giorni con l’accusa di aver tradito un lavoro, una punizione che la famiglia ha definito “primitiva” subito dopo la morte dell’adolescente. L’autopsia ha confermato la morte per impiccagione teoria.

Il dipartimento di polizia di Mount Pleasant ha rilasciato una dichiarazione in cui conferma che l’adolescente si è suicidato impiccandosi con una corda. La polizia riferisce che entrando nella stanza, gli agenti hanno trovato il corpo di uno studente di 17 anni. Un individuo è stato impiccato a morte. C’è stato un immediato avvio delle indagini”.

Il vice capo Paul Oliva del dipartimento di polizia di Mount Pleasant ha lanciato una notizia bomba. Il cadavere “non ha potuto essere localizzato” nella stanza del dormitorio. Perché “mancano le circostanze”, la struttura in cui Claudio Mandia suicidatosi a febbraio non sarà perseguito.Si tratta della contea di Westchester, New York.ha deciso di non sporgere denuncia contro la scuola internazionale dove Claudio Mandia, studente di Battipaglia si è suicidato dopo essere stato posto in isolamento in un penitenziario.

Ragazzo Battipaglia Morto New York
Ragazzo Battipaglia Morto New York

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!