Quanto Pesa Guido Crosetto

Spargi l'amore
Quanto Pesa Guido Crosetto
Quanto Pesa Guido Crosetto

Quanto Pesa Guido Crosetto – Guido Crosetto discende da una lunga stirpe di ingegneri e imprenditori piemontesi di successo. Dopo il diploma di maturità classica si iscrive alla Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Torino e vi rimane fino al 1987. Alla morte del padre sospende gli studi ed entra a far parte del gruppo giovanile della Democrazia Cristiana.

Ha poi creato polemiche il fatto che sul sito ufficiale della Camera dei Deputati fosse pubblicato “laureato in economia e commercio”. Crosetto a questo proposito ammette di aver detto una bugia. A partire dal 1997, ha avuto un figlio con la moglie giocatrice di pallavolo di origine ceca. Si è risposato con una donna di nome Gaia Saponaro che è pugliese, e la coppia ora ha due figli insieme.

Mentre frequentava l’università, aderì alla Democrazia Cristiana, dove ricoprì dal 1984 al 1990 il ruolo di segretario regionale del movimento giovanile e dirigente nazionale dell’Istruzione. Fu incaricato dal Presidente del Consiglio Giovanni Goria di consigliarlo in materia economica. Crosetto è stato sindaco di Marene dal 1990 al 2004, eletto sempre come autonomo nella lista civica da lui formata, “Insieme per Marene”.

Nel 1999 viene proposto da Forza Italia come candidato indipendente alla presidenza della provincia di Cuneo. Mentre arriva al ballottaggio perde contro il candidato presidente del centrosinistra, l’ex democristiano Giovanni Quaglia. Ha ricoperto la carica di consigliere provinciale di Cuneo dal 1999 al 2009, ricoprendo la carica di capogruppo di Forza Italia. Entra in Forza Italia nel 2000.

Dal 1993 al 1997 presiede la conferenza dei sindaci della ASL Savigliano-Saluzzo-Fossano. Crosetto è stato eletto per la prima volta per rappresentare il collegio Alba-Bra-Langhe e Roero alla Camera dei Deputati con Forza Italia nelle elezioni del 2001; è stato rieletto alla stessa carica alle elezioni del 2006 con Forza Italia e di nuovo alle elezioni del 2008 con il Popolo della Libertà.

Insieme a Carlo Petrini, ha contribuito a fondare l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche nel 2003. Prima della formazione del Popolo della Libertà nel 2009, è stato dirigente nazionale per il credito e l’industria di Forza Italia dal 2003 al 2009 e coordinatore regionale di Piemonte. Ha fatto parte del Consiglio nazionale del PdL e ha ricoperto altri incarichi di rilievo fino al 2012.

Funzionario del governo Berlusconi IV, ha lavorato come sottosegretario al ministero della Difesa. Pur ricoprendo un incarico di governo dal 2010, è stato particolarmente esplicito nelle sue critiche all’agenda economica del ministro Giulio Tremonti. Dopo la prima manovra finanziaria, da lui definita “da psichiatra”, nel luglio 2011, ha guidato una protesta all’interno del Pdl, criticando fortemente le decisioni del ministro Tremonti e del governo.

Quanto Pesa Guido Crosetto

Si è inoltre distinto per la sua opposizione alla politica monetaria della BCE e per le sue critiche a talune normative europee. Era un raro deviante in parlamento che ha espresso la sua opposizione al Fiscal Compact e al MES e ha votato contro di loro. Crosetto non è d’accordo con la decisione del PdL di sostenere il governo Monti e ha votato contro molte delle sue politiche.

Dal 4 settembre 2012 ha assunto la carica di presidente dell’Aeroporto di Cuneo Levaldigi, succedendo in tale ruolo a Guido Botto. L’assemblea degli azionisti di GEAC SpA, società che fa capo a Levaldigi, lo ha contestualmente nominato anche amministratore delegato, in sostituzione di Gian Pietro Pepino, il cui mandato di direttore generale era scaduto. Seguì la denuncia di incompatibilità tra le due posizioni da parte degli esponenti dei radicali italiani.

Dato che la legge non consente a un parlamentare di presiedere un aeroporto nazionale, si è dimesso dall’incarico a poco più di un mese dall’incarico ricoperto nel settore aeroportuale, ma ha continuato a ricoprire la carica di membro della Camera. Ma Fratelli d’Italia si unisce al Popolo della Libertà e alla Lega Nord in una coalizione di centrodestra politica nel tentativo di rinvigorire e rinfrescare questo settore della politica italiana.

Candidato a un seggio al Senato, nella lista di Fratelli d’Italia, alle elezioni politiche del febbraio 2013, non è stato rieletto perché il partito non ha superato la soglia del 3%; nello stesso periodo Crosetto ricoprì l’incarico di Presidente pro-tempore di Fratelli d’Italia in vista del 1° congresso nazionale. Si candida anche alle europee del maggio 2014 nella circoscrizione nord-ovest per FdI dove con 30.000 preferenze è il primo, dietro la Meloni, il primo candidato in tutta Italia, ma il 3,7% del partito non ammette FdI eleggere rappresentanti in Europa.

Tra i mesi di aprile 2013 e marzo 2014 è stato coordinatore del partito. Il 23 maggio si dimette da deputato per tornare a tempo pieno alla carica di presidente dell’AIAD ma il 17 ottobre la Camera respinge la sua richiesta con 285 voti contrari e 187 favorevoli. Tuttavia, le sue dimissioni sono state approvate il 13 marzo 2019 a seguito di una seconda votazione. Il suo sostituto è la bella Lucrezia Mantovani.

Nell’aprile del 2020 ha assunto il ruolo di presidente di Orizzonte Sistemi Navali, una joint venture Fincantieri e Leonardo che si concentra sulla tecnologia all’avanguardia per le navi militari e sull’amministrazione semplificata delle armi. Il 26 gennaio 2022 viene scelto da Fratelli d’Italia come candidato bandiera al terzo scrutinio delle elezioni del Presidente della Repubblica Italiana, ottenendo 114 voti, 51 in più dei grandi elettori del partito.

Tu co successivamente si dimise anche da coordinatore nazionale del partito. Crosetto annuncia il suo voto contrario, in opposizione alla linea ufficiale di Fratelli d’Italia, schierata per il “Sì”, al referendum costituzionale di agosto 2020 sulla riduzione del numero dei parlamentari legata alla riforma avviata dal governo Conte I guidato dalla Lega insieme al Movimento 5 Stelle e concluso dal governo Conte II guidato dalla coalizione tra M5S e Pd.

Quanto Pesa Guido Crosetto
Quanto Pesa Guido Crosetto

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!