Noi Siamo Tutto Malattia

Spargi l'amore
Noi Siamo Tutto Malattia
Noi Siamo Tutto Malattia

Noi Siamo Tutto Malattia – A causa del lavoro della madre come infermiera a domicilio, la protagonista del film su Rai 1 ha deciso di restare a casa e vivere con la madre. Dopo tutti i sacrifici che ha fatto per crescere Olly, il figlio del suo vicino, vede un modo per dare una svolta alla sua vita e ricominciare a godersela. L’unico contatto che ottiene con il mondo esterno è dalla madre infermiera e la conoscenza di Olly le dà una nuova visione della vita.

Maddy è una giovane donna con una grave immunodeficienza combinata che le impedisce di esporsi al mondo esterno, rendendola un individuo unico. Un disturbo insolito tiene il nostro eroe confinato nella sua casa e questo limita le sue opzioni nel mondo. Quando incontra Olly, verrà catapultata in un nuovo regno e sperimenterà sentimenti ed esperienze che non ha mai provato prima. Un film del 2017 diretto da Stella Meghie, la cui protagonista è affetta da una malattia rara: scopriamo di cosa si tratta.

Uno dei due ragazzi ha una grave malattia che gli impedisce di vedere l’altro. Colpa delle stelle ha reso popolare nel 2014 il tema dell’amore e della malattia adolescenziale, che da allora è riapparso in diversi film, tra cui questo Siamo tutto.

Maddy e Olly sono i due personaggi principali di questa storia, tuttavia la ragazza ha una malattia rara ed estremamente mortale che ha spazzato via il suo sistema immunitario e l’ha costretta a vivere in isolamento. Che cos’è esattamente questo disturbo, se esiste?
Immunodeficienza combinata grave, o in italiano, severa immunodeficienza combinata, è l’acronimo medico del disturbo che il personaggio di Amandla Stenberg, Maddy, ha.

L’assenza di cellule T periferiche, che possono portare a gravi infezioni respiratorie ad esordio precoce e ritardo dello sviluppo, non rappresenta una singola malattia ma piuttosto un termine usato per descrivere un gruppo di condizioni che condividono questa caratteristica. Di conseguenza, il nostro focus è su una condizione molto rara, che colpisce circa 15 persone in Europa ogni anno e fino a 350 persone in tutto il mondo.

Tuttavia, la narrazione di We Are Everything, un film del 2017 su una storia d’amore devastata dalla malattia tra due ragazzi, ha qualche verità? Nonostante i loro sentimenti reciproci, Maddy non è in grado di stare con Olly a causa della sua malattia, che ha danneggiato il suo sistema immunitario e l’ha lasciata incapace di funzionare normalmente. Nel film We Are Everything, con Amandla Stenberg e Nick Robinson, J. Mills Goodloe ha scritto la sceneggiatura.

È un’opera di finzione o c’è del vero nella storia? La risposta alla tua richiesta è riportata di seguito. Sebbene la malattia che colpisce Maddy, la protagonista del film di Stella Meghie del 2017, sia descritta come estremamente rara, la storia che racconta è tutta inventata.
Tuttavia, la narrazione del film è stata adattata dall’omonimo romanzo del 2015 di Nicola Yoon, il che significa che non è del tutto originale. In un’intervista con Vanity Fair cinque anni fa, l’autrice giamaicana-americana ha descritto ciò che ha ispirato il suo romanzo.

Noi Siamo Tutto Malattia

Tutto è iniziato quando ho riconosciuto, da neomamma, di aver sviluppato un atteggiamento iperprotettivo nei confronti di mio figlio”. essere al sicuro”, ha affermato Yoon. Poiché la madre di Maddy, la dottoressa Whittier, la costringe letteralmente a vivere una vita da reclusa per proteggere sua figlia, l’autrice ha detto che si riconosce in questo personaggio.

Stella Meghie ha diretto l’adattamento cinematografico del 2017 dell’omonimo romanzo di Nicola Yoon, We Are Everything. Maddy e Olly sono interpretati rispettivamente da Amandla Stenberg e Nick Robinson. Il 19 maggio 2017 è stato il giorno della sua uscita dalla Warner Bros. Pictures e ha ricevuto un’accoglienza mista da parte dei revisori.

L’immunodeficienza combinata grave (SCID) ha tenuto la diciottenne Madeline “Maddy” Whittier confinata a casa sua; non può più uscire nel mondo a causa della sua malattia. A causa del fatto che la stanza preferita di Maddy è quasi interamente finestrata, spesso immagina che il vetro si sia rotto e che ora sia fuori casa sua. Un giorno, incontra i suoi nuovi vicini, Oliver “Olly”, e i due si innamorano perdutamente.

Quindi, Olly decide di portarla in acqua (per vedere se sta davvero male) una sera. Dopo alcuni giorni, Maddy si ammala e la mattina dopo si sveglia nel suo stesso letto a casa invece che all’ospedale di Maui. Se ne va con sua sorella e sua madre, che ha scelto di divorziare dal marito. Maddy non lo saluta. Crede di aver sconvolto la vita di Olly e sceglie di smettere di scrivergli.

Che non soffra di immunodeficienza e che sia un’invenzione di sua madre dopo aver perso il figlio e il marito in un incidente, Maddy apprende da un messaggio che riceve dal dottore di Maui. in macchina Tuttavia, Maddy vola prontamente a New York per vedere Olly, che aveva precedentemente perdonato. Non appena i due si sono riuniti, decidono di rimanere insieme come coppia.

Il film ha un punteggio di approvazione del 45% su Rotten Tomatoes, con un punteggio medio di 5,21/10, basato su 112 recensioni. C’è un consenso generale su internet tQuesto film piacerà ai giovani, ma potrebbe non attirare l’attenzione di coloro che preferiscono una rappresentazione più realistica delle emozioni umane.

Il film ha un punteggio Metacritic di 52 su 100, che indica “recensioni contrastanti o nella media” in base alle opinioni di 26 revisori. “A-” Il pubblico di CinemaScore ha assegnato al film una valutazione media tra “A+” e “F” su un scala da A a F.

Noi Siamo Tutto Malattia
Noi Siamo Tutto Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!