Nina Zilli Malattia

Spargi l'amore
Nina Zilli Malattia
Nina Zilli Malattia

Nina Zilli Malattia – Dalla musica alla televisione, c’è un sacco di crossover. Questo percorso è stato intrapreso da molti, portando a un rilievo non trascurabile per una varietà di celebrità nell’industria dello spettacolo, molto al di là della loro posizione nella discografia. Cantanti che hanno guadagnato

un seguito di culto e sono diventati nomi familiari nell’industria televisiva. L’alias di Maria Chiara Fraschetta si chiama Nina Zilli, e lei è una di queste. Nel suo caso, abbiamo a che fare con un’artista il cui lavoro è stato ampiamente elogiato dalla comunità musicale nel suo insieme e che presto è

emersa come simbolo di uno stile musicale distinto. Una delle carriere più influenti nella storia della musica ha ricevuto nuova vita dalla voce di Zilli. Alla fine, si è resa conto di quanta attenzione stesse ricevendo anche su un piccolo schermo per la sua unicità. Eccola qui, giudice di “Italia’s got talent”,

Nina Zilli ha avuto il Covid nell’autunno del 2020 e ha riferito dell’esperienza. L’artista ha scritto su Instagram di essere stato malato per tre giorni con un caso di influenza media, completo di febbre e un osso ferito.

uno spettacolo che le ha dato l’opportunità di uscire dalla sua zona di comfort musicale e allo stesso tempo soddisfare i suoi talenti unici. Zilli, inoltre, non sembra essere del tutto impegnato a fermarsi. Quando guardo la TV, è come guardare una bella partita. Quando lo faccio, lo trovo divertente. Faccio

Nina Zilli Malattia

solo attività che mi piacciono e sono fisicamente in grado di fare. In un’intervista a Vanity Fair, Nina ha detto: “Non vorrei esagerare”. In seguito, svela che il suo “sogno nel cassetto della televisione” è quello di presentare Sanremo in televisione. Come Mina e Ornella Vanoni, mi piacerebbe avere un mio

show così. Sarebbe fantastico. Una vasta selezione. Tra gli splendidi esempi del passato”, è a. Nina è stata anche colpita dal Covid nei due anni dell’epidemia. Molte persone che hanno dovuto fare i conti con la malattia condividono questa comunanza. Secondo i suoi stessi post sui social media, è stato

una battaglia estenuante. Parole che trasmettono quanto sia difficile affrontare la malattia del Coronavirus per un lungo periodo di tempo. Quando mi sono ammalato per la prima volta, era solo una tipica influenza: tre giorni di febbre e dolori alle ossa. Poi è arrivata una serie di sintomi specifici.

Anche se non hai il raffreddore, il naso può ostruirsi completamente. Hai perso la capacità dell’olfatto o del gusto. Tuttavia, a parte questo, è proprio come un’influenza. Il Covid è una bestia diversa . Ti esplode la testa, ho un’otite fortissima, le parole di Nina sono chiarissime. La cantautrice Nina Zilli,

meglio conosciuta con il nome d’arte Maria Chiara Fraschetta, è una cantautrice italiana. Ha iniziato a cantare all’età di tre e da allora si è esibito in una varietà di ensemble musicali studentessa in una scuola internazionale in Irlanda, trascorre del tempo come ospite di una famiglia, dove impara

l’inglese. Come risultato di questa esperienza di vita, è in grado di parlare correntemente due lingue. Si è trasferito a Chicago nel 1997 per unirsi a una band chiamata The Jerks e vi è rimasto per un periodo di due anni. Laureata in Relazioni Pubbliche al Politecnico di Milano, è tornata nel suo paese

per fare il suo debutto da veejay con Red Ronnie nel rinomato programma Roxy Bar. Usando il nome d’arte Nina Zilla, una combinazione della sua artista preferita Nina Simone e del cognome da nubile di sua madre Zilli, ha ottenuto un contratto discografico con la Universal nel 2009 e ha registrato il

brano Tutti al mare con la band Chiara & Gliscuri nel 2001. Uno dei ragioni di questo successo sono la collaborazione di 50mila e Giuliano Palma, il cui brano “Hello” compare nella colonna sonora del film Mine Vaganti di Ferzan Opzetek e nel videogioco Pro Evolution Soccer 2011. Questo è solo l’inizio di

una lunga lista di traguardi, incluso un nono posto all’Eurovision Song Contest nel 2012 con una versione bilingue di L’amore è female. Sulla scia del Covid-19, Nina Zilli ha sentito il bisogno di raccontare ai suoi follower come si sentiva. Se vieni infettato da questo virus, “cerca di non essere

infettato da questo virus, poiché si impossesserà di te”. – confessa il cantante. dei tuoi organi chiave e ti lasciano incapace di agire. Tutto è iniziato all’improvviso, con dolori muscolari e naso chiuso, anche se non avevo il raffreddore. Non riuscivo più a percepire gli aromi oi sapori. È seguita una tosse secca,

seguita da una tosse grassa crivellata da uno spesso strato di muco “In sole tre settimane sono stato colpito negativamente, ma sono esausto fino all’esaurimento. Nessuna temperatura, ma la mia testa è esplodendo” – prosegue Nina Zilli. A peggiorare le cose, ho sofferto di infezioni alle orecchie e ora

sono a rischio di encefalite a causa dei tre eventi precedenti. Gli effetti collaterali di questa malattia sono molto più devastanti della malattia stessa. “Voglio che i negazionisti sentano quello che ho da dire.” La cantante soul Nina Zilli è ben nota nel settore. Anche se si chiama Maria Chiara Fraschetta,

questo è il suo nome legale. Hai partecipato quattro volte al Festival di Sanremo. Canzoni come “The Man Who Loved Women”, “Forever”, “50.000” e “Alone” sono alcuni dei suoi successi più famosi. Oltre alla tua professione di cantante, hai iniziato contemporaneamente la tua carriera televisiva.

Oltre ad essere giudice di Italy’s Got Talent, iè anche la conduttrice degli MTV’s Hip Hop Awards, cosa che fa dal 2012. In Italia, la cantante è uno dei pochi artisti soul e R&B emersi. Il suo talento come cantante è evidente ed è conosciuta in lungo e in largo per questo. Nell’ottobre 2020, è stata

oggetto di una terribile narrazione a cui ha assistito in prima persona. Guarda, esaminalo da vicino per avere un quadro più chiaro. Alla cantante piacentina, in Italia, è stato diagnosticato il Covid-19 lo scorso autunno e ha condiviso la sua storia su Instagram. Nonostante il fatto che sia stata selvaggia, soffre comunque di dolore fisico e esaurimento persistenti.

Nina Zilli Malattia
Nina Zilli Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!