Nicky Pende Wikipedia

Spargi l'amore
Nicky Pende Wikipedia
Nicky Pende Wikipedia

Nicky Pende Wikipedia – Sappiamo che proprio in questo momento l’attrice Stefania Sandrelli è in lutto per la perdita dell’ex marito, Nicola Pende, chirurgo, nonostante non abbia mai parlato con gentilezza di lei o del loro matrimonio. Il dottore che si chiamava Nicky era ben noto per essere il marito dell’attrice, anche se è morto solo di recente a Roma, in Italia, ieri, provocando questa discussione.

Dal loro matrimonio roccioso è nato il fratellastro di Amanda Sandrelli, Vito, ed è nel suo ruolo di madre che Stefania è finalmente pronta a mettere a tacere le divergenze con l’ex marito. Da tutti i resoconti, Nicky Pende era un playboy abituale in buona fede negli anni ’60. Tanto che il suo matrimonio con un’attrice è durato solo due anni prima di finire con il divorzio.

Quando Sandrelli incontrò Gerard Depardieu a metà degli anni ’60 sul set del film Novecento di Bernardo Bertolucci, fu l’ultima goccia nella fine del loro matrimonio. Ieri c’è stato il funerale di Nicky Pende, e Stefania Sandrelli e suo figlio Vito, anche lui diventato chirurgo come il padre, erano lì a rendergli omaggio. È apparso spesso nei media a causa della sua precedente relazione con l’attrice.

La stessa attrice ha assistito al servizio funebre dell’ex marito nella chiesa di Piazza Ungheria, dove avrebbe fatto un breve commento prima di sedersi accanto al figlio Vito e alla famiglia. Le immagini dell’evento sono disponibili su Roma.Corriere.it. La dolce vita italiana ha perso un altro tassello. Nicola Pende, meglio conosciuto come Nicky, non è riuscito a continuare il suo stile di vita fatto di sesso e baldoria nei ruggenti anni ’70.

Era un chirurgo, ma soprattutto era bello, affascinante e accattivante; nel 1972 accompagnò all’altare la ventiseienne Stefania Sandrelli; era la cosa più bella di Viareggio, secondo Gianni Agnelli, che era anche un esperto molto qualificato nel settore. Dopo un’appassionata relazione con Gino Paoli, la Sandrelli è tornata. L’unione ha prodotto Vito due anni dopo; ha seguito le orme chirurgiche di suo padre e ha condiviso la propensione di suo padre per la dolce vita.

Nicky Pende, come un altro play boy dell’epoca, Gigi Rizzi, era l’italiano più invidiato nei peggiori bar del paese quell’estate del 1978 per via del suo successo nel sesso con Brigitte Bardot. I suoi amici e le sue amiche erano saliti a bordo di altre due barche ed erano tutti salpati da Porto Cervo con il suo yacht. Pende era una celebrità locale in Costa Smeralda tra Porto Cervo e Porto Rotondo perché usciva con la sua canoa per incontrare i suoi compagni di nautica.

Quel giorno Nicky Pende si fermò nel minuscolo porto dell’isola di Cavallo, che si trova tra la Corsica e la Sardegna. Bagni, cene, cocktail party, musica, allegria e altri interessi riempivano le giornate di Ferragosto. In prossimità di loro c’era un superyacht. Vittorio Emanuele II, figlio dell’ultimo re d’Italia, si imbarcò con la moglie, Marina Doria, e il loro figlio, Emanuele Filiberto, che all’epoca aveva appena sei anni.

Nicky Pende Wikipedia

Durante la sera del 17 agosto, il futuro re scoprì che il gommone era sparito da poppa. Lo scorse e si rese conto che era identico a quello che era stato agganciato a una delle tre barche che trasportavano festaioli italiani. Il gruppo di repubblicani, tra cui il chirurgo romano Nicky Pende, che si diceva stesse osservando da mesi la moglie del principe, Marina, una donna di 43 anni, silenziosa e scaltra, ha rifiutato la richiesta di informazioni del principe.

Durante la notte non è emerso un solo pezzo di saggezza. Verso le dieci del mattino, Pende spense le luci. Un’oscurità incombeva. Vittorio Emanuele era quello con la carabina in mano. Durante l’interrogatorio e il processo, l’aristocratico ha affermato di aver acquistato l’arma per timore di un attacco delle Brigate Rosse. Ci sono anche notizie secondo cui Vittorio II fece costruire un poligono di tiro privato in una delle sue dimore.

Gli esercizi probabilmente non servirono a molto, perché il principe e il chirurgo si scontrarono e caddero in acqua; quando riaffiorarono sulla barca, Vittorio Emanuele sparò uno, due, tre colpi che non colpirono affatto Nicky Pende; invece, sono sbarcati su un’altra barca, dove stava riposando lo studente romano diciannovenne tedesco Dirk Jeerd Hamer.

Il giovane è stato colpito all’arteria iliaca e alla vena iliaca esterna dai proiettili nobili e ha trascorso cinque mesi in ospedale prima di morire in Germania. Pende è stato chiamato a testimoniare sullo straordinario evento che ha portato al confino di Vittorio Emanuele, e ha descritto il combattimento della sera prima, la battaglia del giorno dopo, le urla, la caduta in acqua e gli spari.

Nel caso l’avessi dimenticato, Vittorio Emanuele fu giudicato non colpevole di omicidio ma condannato a sei mesi di libertà vigilata per aver portato un’arma nascosta. Secondo Pende, il principe è fuggito in Francia con l’aiuto dell’amicizia dell’ex presidente Valéry Giscard D’Estaing. Anni dopo, in un’intercettazione, ha ammesso ai suoi compagni di cella che se l’era cavata e che avrebbero dovuto farci tutti una bella risata.

Nicky Pende ha portato con sé le pagine e le frasi del delitto, oltre al tetestimonianza della bella Viareggio sul suo tormentato matrimonio con la Sandrelli, finito con una pentola in testa. superiore ai proiettili Secondo Il Corriere della Sera, ha assistito a uno dei fatti di cronaca più raccapriccianti dell’epoca: Vittorio Emanuele di Savoia ha ucciso con un fucile un ragazzino tedesco, Dirk Hamer, al largo dell’isola di Cavallo in Corsica.

Dirk Hamer in seguito morì per le ferite riportate. Sarebbe stato Nicky Pende a contattare i gendarmi e testimoniare come teste d’accusa contro il figlio di re Umberto II. Una messa funebre per Nicky Pende, scomparso nella capitale nel 2019, si è tenuta presso la chiesa di San Roberto Bellarmino, situata in piazza Ugaria. Era un appassionato di sport cresciuto in una ricca famiglia romana e veniva definito “l’ultimo playboy italiano”, come riporta Courier.

Nicky Pende Wikipedia
Nicky Pende Wikipedia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!