Morto Dopo Terza Dose

Spargi l'amore
Morto Dopo Terza Dose
Morto Dopo Terza Dose

Morto Dopo Terza Dose – Il 31 marzo 2022, a Viareggio – Il giorno prima, alle ore 10 di lunedì, si era recato in farmacia per ricevere la terza dose della vaccinazione Covid, a suo tempo richiamata. È arrivato con un sorriso stampato in faccia e il desiderio di impegnarsi in una conversazione con tutti quelli che incontrava. È morto martedì, il giorno successivo. Aveva appena 46 anni quando Sergio Benedetti, titolare del Bar Grecale in Passeggiata e discendente della famiglia che da 75 anni gestisce la Pizzeria Athos, è scomparso tragicamente.
“Martedì è andato a letto perché si sentiva un po’ sottosopra, con nausea e mal di testa. Verso le 16:30, quando mia madre è tornata dalla spesa, ha scoperto che suo figlio non rispondeva. I medici del 118, che sono stati maestosi e hanno fatto tutto il possibile per salvarlo, sono stati del tutto inefficaci. Se i nostri sospetti sul ruolo del vaccino nella morte saranno confermati, dovremo saperne di più su cosa l’ha causato “La famiglia ha chiesto l’autopsia, che dovrebbe prendere posto a Lucca oggi. Poiché non era stato dal dottore negli ultimi due anni, “non aveva idea di chi fosse il suo medico di famiglia”, hanno detto.
Sergio era un noto residente dell’Aerodromo a cui piaceva parlare di musica, letteratura, della sua nativa Viareggio e di sport. Questo libro è stato un almanacco delle sue passioni: leggeva spesso, creava storie per se stesso e da giovane si dedicava anche alla musica, suonando le tastiere e producendo canzoni”. È stato un grande tifoso del Viareggio Calcio e del Milan prima della Fiorentina. ha venduto Baggio, secondo i suoi compagni. A quel punto si è sentito tradito”. Anche nel suo pub Grecale c’era un’apposita zona lettura dove i clienti potevano rilassarsi e godersi un libro. Ma Sergio non era solo una fonte di conoscenza; ha anche ospitato una sfilza di eventi, dalla musica dal vivo agli acquisti di libri, ai ritorni al passato come Subbuteo. “Sergio, grazie per tutti i bei momenti. Ci mancheranno le tue parole e la tua musica” è il sentito ricordo di Beatrice di Alessio, ma Katia non si dà pace: “Mi hai lasciato solo per continuare a scrivere” è il ricordo di Katia di Alessio ” Infatti,.
Sul molo è stata eretta una statua di Ettore, il Gatto del Pescatore, grazie a una donazione di Sergio, un giovane sano e dal grande cuore. Aveva lavorato a lungo in Athos prima di lanciare grecale. Sarà sepolto nel Cimitero Comunale Marco Polo.
Il giorno prima, aveva avuto la sua terza iniezione del vaccino. L’autopsia è richiesta dai parenti della vittima. È stata una decisione di Sergio quella di non aprire lunedì il bar Passeggiata. I clienti che lo conoscevano bene lo trovavano strano. Non sentendosi bene dopo il suo terzo vaccino, Sergio Benedetti non ha aperto il ristorante. È successo a molte persone. Un senso di disagio generale. Un uomo che ha lavorato duramente al progetto è andato a letto e l’ha rimandato per un altro giorno. Tuttavia, il bar è rimasto chiuso lunedì pomeriggio. Sergio non ha mai ripreso piede. È stato scoperto morto, molto probabilmente per un infarto. Solo 45 anni di età al momento in cui scrivo. È stato scritto da un tirreno.
Nel centro vaccinale camporosso – Palabigauda è morta una donna di 5 anni di Ventimiglia dopo aver ricevuto la terza dose di vaccino.

Morto Dopo Terza Dose

L’Asl1 imperiese ha rilasciato in un comunicato il seguente comunicato: “La signora era diabetica e ipertensiva, e l’amministrazione era essenziale per la sua appartenenza alla categoria degli ultrafragili”.La nota prosegue mentre la scrivente si allontana dalla struttura di immunizzazione: “Nessun sintomo è stato citato dalla signora. Sua figlia ha scoperto stamattina il corpo della madre” ha telefonato per chiedere aiuto ma non c’era altro da fare C’è un “potenziale collegamento” tra la morte e la denuncia all’Aifa, secondo la conclusione dell’Asl1.
Un imprenditore di Lanciano, in Italia, proprietario di un’azienda produttrice di pneumatici, è stato trovato morto nel suo ufficio. È successo la sera prima. Sul posto sono stati immediatamente inviati carabinieri e soccorritori del 118, che hanno avviato le indagini. L’uomo di 60 anni ha avuto questa mattina la sua terza iniezione di vaccinazione Covid. Per accertare la causa della morte, la salma è stata trasferita all’obitorio di Chieti e sottoposta ad autopsia. L’incidente è stato aperto alle indagini.
È stato aggiunto un altro sfortunato e lungo elenco di persone che hanno avuto effetti collaterali gravi ed estremamente gravi a seguito del vaccino. La morte di un leccese di 50 anni morto lo scorso 26 gennaio dopo aver ricevuto la terza dose della vaccinazione Moderna è attualmente all’esame della Procura di Bari. Lo scopo dell’autopsia è determinare se le vaccinazioni sono legate alla morte. In risposta all’appello dei familiari di una donna accusata di malattia dopo aver assunto una terza dose del farmaco a Nardi il 18 dicembre, è stata aperta un’indagine. Con il peggioramento delle sue condizioni, è stato ricoverato in ospedale e trasportato da Lecce e Bari in un ospedale di Napoli.

L’imprenditore 60enne di Lanciano, Italo Di Nenno, è stato trovato morto nell’ufficio della sua azienda la sera dell’11 febbraio. Aveva avuto la sua terza dose di vaccino anti-Covid solo poche ore prima, in la mattina. Il medico legale Cristian D’Ovidio è stato ordinato di fare l’autopsia dal pm Serena Rossi a Lanciano subito dopo le sue indagini sul vaccino e sulla morte. Tuttavia, la conclusione di quest’ultimo dimostra che i due fatti non sono correlati. Di conseguenza, l’uomo d’affari è morto per cause innaturali. Anche se non aveva condizioni mediche note, un improvviso infarto.

Morto Dopo Terza Dose
Morto Dopo Terza Dose

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!