Morte Attore Oggi

Spargi l'amore
Morte Attore Oggi
Morte Attore Oggi

Morte Attore Oggi – Diciamo addio a una leggenda del cinema e del palcoscenico. La moglie dell’attore Jean-Louis Trintignant ha informato l’AFP della sua morte, annunciata pochi minuti fa. L’attore Jean-Louis Trintignant, un vero gigante del cinema e del teatro francese, è morto venerdì all’età di 91 anni. Lo ha annunciato all’AFP la moglie di Tritingnant. Una dichiarazione ufficiale conferma che l’attore è morto in silenzio e circondato dai suoi cari nella zona indiana di Gard lunedì mattina a causa della vecchiaia, secondo la dichiarazione.Definire l’essenza di un attore Descrivere l’approccio di Jean-Louis Trintignant alla recitazione come “quasi un eufemismo” sarebbe un eufemismo. È morto il 17 giugno alla veneranda età di 91 anni. I nostri ricordi della sua vita professionale sono confusi. Jean-Louis Trintignant, morto venerdì all’età di 91 anni, ha avuto una vita lunga. Dopo una vita lunga e movimentata, fu dichiarato morto dalla sua famiglia semplicemente in età avanzata,

non del cancro alla prostata o del diabete che aveva precedentemente rivelato. L’attore Jean-Louis Trintignant, discendente di una ricca famiglia di corse (tra cui suo nonno e uno zio), e lui stesso un pilota di rally di successo, è quasi un eufemismo quando descrive i suoi successi. La ragione di ciò è che è l’unica persona ad aver compreso quest’arte da ogni angolazione, scegliendo gli attori in base ai loro interessi personali e alla qualità dei loro personaggi piuttosto che tracciare divisioni arbitrarie e accademiche tra film d’autore e di genere. Un giovane Trintignante si vede su Il sorpasso, uno dei giornali italiani più diffusi a quest’ora.

A causa del suo aspetto pulito e della mancanza di raffinatezza da bambino di campagna, Bruno era la preda perfetta per la natura esplosiva e distruttiva di Vittorio Gassman. Quando ha dovuto sedersi sul sedile del passeggero, si è assicurato di ricordare all’attore italiano che era un terribile pilota con una risatina. Non c’è dubbio che la carriera di Trintignant sia iniziata in Italia, ed è qui che vogliamo onorare i film che ha fatto con noi, prima di tutti gli altri in Europa o con qualcuno dei grandi registi, di cui ha fatto parte.

Morte Attore Oggi

Fu con Brigitte Bardot in Violent Summer che debuttò nel cinema italiano nel 1959, cavalcando il successo di Piace di troppo. Valerio Zurlini, il regista da sempre appassionato di interpreti francesi e con cui lavorerà ancora, è stato il regista. molto tempo dopo, nel deserto del tartaro. Ritrova Gassman un anno dopo Il sorpasso ne Il fortuna, film sul boom economico, attribuito a Mario Morassi ma girato principalmente da Risi. Una scena del film del 1965 La donna che viveva da sola lo vedeva al fianco di Gianni Puccini. Col cuore in gorge di Tinto Brass, thriller interpretato da Guido Crepax, è uscito due anni dopo. Durante il culto di Giulio nel 1968, si unisce ancora una volta alle colleghe Gina Lollobrigida ed Ewa Aulin. Queste sono le uova che sono state create dalla Morte. Per il suo ruolo di silenzioso cacciatore di taglie, Sergio Corbucci si unisce a lui e Klaus Kinski per Il grande silenzio, capolavoro di spaghetti western girato sulle nevi di Cortina. un film cupo e malinconico di Alex Cox e Quentin Tarantino, che ne ha tratto ispirazione per vari momenti e per la location di The Hateful Eight, con una colonna sonora di Ennio Morricone da non perdere. Il conformista di Bernardo Bertolucci, dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia.

In una stanza d’albergo con lui e Nadine Marquand (l’attrice e regista che lo ha anche diretto), la loro figlia di 10 mesi improvvisamente non riesce a respirare. Come ammetterà Trintignant in occasione della scoperta della tremenda umanità, è una corsa disperata in ospedale, ma il figlio di Trintignant non ce la fa. È l’inizio di tante sfide difficili per Jean-Louis, che riesce comunque a regalare a Bertolucci una prestazione stellare nonostante le sue difficoltà personali. Non per la prima volta, il figlio di un partigiano e antifascista, Trintignant, trasmette in modo convincente la frustrazione di un avversario. Nel 1972 è stato insignito del David Speciale di Donatello, uno dei pochi riconoscimenti che ha ottenuto durante la sua carriera. La donna della domenica, scritto da Fruttero e Lucentini e interpretato da Marcello Mastroianni, è stato adattato per lo schermo da Luigi Comencini dal romanzo. torna a lavorare con Valerio Zurlini, che lo aveva diretto nel suo film d’esordio italiano, l’anno successivo, 1976.

In Il deserto dei tartari di Dino Buzzati, interpreta il famoso dottore Rovine in un cast stellare. Collabora con Ettore Scola a La Terrazza, film in cui è accompagnato dalla figlia Marie, che all’epoca ha solo pochi anni. Il suo personaggio è Enrico, uno sceneggiatore che sta attraversando un blocco creativo ed è sull’orlo del collasso. È tornato a lavorare con il regista tre anni dopo in Passion of Love e nel 1982 in The New World.Dario, il protagonista di un film sul terrorismo, tornerà in azione tra un anno. Un emozionante addio al cinema italiano, Gianni Amelio ha debuttato nel suo ultimo film italiano prima di tornareLa Francia con Under Fire.

Secondo la nostra introduzione, Trintignant ha lavorato con alcuni dei più importanti registi del cinema europeo e mondiale. A titolo di esempio, possiamo citare la nostra collaborazione con Costa Gavras, protagonista del thriller degli assassini Sleeping Wagon ed è la figura centrale del magnifico film biografico Z – L’orgia del potere, vincitore dell’Oscar per il miglior film straniero e del Cannes Premio della giuria nel 2007. Roger Vadim, Henry-Georges Clouzot, René Clement, Alain Robbe-Grillet, Eric Rohmer, Michel Deville, Claude Berri, Régis Wagner, Enki Bilal, Bertrand Blier, Jacques Audiard e molti altri sono tra i registi francesi con il quale ha lavorato a film come Le relazioni pericolose,

Morte Attore Oggi
Morte Attore Oggi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!