Mickey Kelley Storia Vera

Spargi l'amore
Mickey Kelley Storia Vera
Mickey Kelley Storia Vera

Mickey Kelley Storia Vera -Giovedì 12 maggio, alle 21:15, Sky Cinema Uno trasmetterà la prima proiezione del film d’azione di Alex Ranarivelo Nato Campione, che uscirà nel 2021. Il film è anche accessibile in streaming come di consueto su NOW. Mickey Kelley (Sean Patrick) è un veterano della

Guerra del Golfo e allenatore di BJJ (Brazilian Jiu-Jitsu), nonché un campione di arti marziali. L’uomo si innamora di Layla (Katrina Bowden), una giovane ragazza che lo accompagna in America, durante una vacanza a Dubai. Topolino viene quindi convocato da Mason (Dennis Quaid), un promotore di

combattenti, per competere in un nuovo torneo segreto dedicato alla sua esperienza al fine di competere per una grande ricompensa in denaro. Il guerriero accetta la proposta nonostante le riserve di Layla. Le cose però non vanno come previsto, e il fuoriclasse viene sconfitto da Marco

Blaine, che è in ascesa (Edson Barboza). Topolino decide quindi di ritirarsi dalla recitazione e vivere una vita normale. Anni dopo, grazie al rilascio di un nastro, si scoprì che Blaine aveva tradito in quell’incontro. A causa del suo desiderio di vendetta, Topolino riprenderà ad allenarsi per competere

in un nuovo torneo, dove affronterà Blaine e reclamerà il premio che gli era stato ingannevolmente tolto… Anche i non fan apprezzeranno questo film perché è raccontato a un ritmo piacevole.Mike Kelley è nato nell’ottobre 1954 in una famiglia cattolica della classe operaia a Wayne, nel Michigan.

Kelly e i suoi compagni di classe, tra cui Jim Shaw, hanno creato la rumorosa band “Destroy All Monsters” nel 1973, dopo la laurea presso l’Università del Michigan, Ann Harbor. Nei loro concerti vengono utilizzati esperimenti di dissonanza, che combinano loop di nastro preregistrati, distorsioni e

brani di improvvisazione. Nonostante nessuno di loro sia competente a suonare uno strumento, creano musica utilizzando qualsiasi tecnica disponibile. I loro brani spaziano dalla sinfonia ipnotizzante al jazz a mano libera con effetti di fantascienza, musica che può essere messa in

relazione con l’anti-rock di McCarthy. La voce di Niagara è affascinante e sarcastica. Quando l’artista si trasferisce a Los Angeles, lascia la band. Si è laureato alla CalArts nel 1978 con un master in arti visive, dove ha incontrato John Baldessari, Laurie Anderson, David Askevold e Douglas Huebler.

L’arte concettuale, il femminismo, la sessualità, la musica rock, il formalismo e la politica sono tutti elementi importanti nelle sue performance, registrazioni video, disegni, installazioni, sculture e scritti. Mike Kelley inizia a lavorare su diversi progetti durante i suoi studi, ricercando brani con una base

lirica. Negli anni ’80 divenne famoso per il suo uso di nuovi materiali prontamente disponibili, come bambole di stoffa o di pezza e coperte all’uncinetto. Platone’s Cave, Rothko’s Chapel, Lincoln’s Profile, in cui storie, personaggi e miti interagiscono in un ambiente sonoro, e More Love Hours Than

Ever Be Repaid e The Wages of Sin (1987), un insieme di bambole di pezza, peluche, e le coperte recuperate dai negozi dell’usato, ricreando una scena infantile piena di pathos, sono state tutte esposte alla Rosamund Felsen Gallery di Los Angeles. L’orsacchiotto bruciato, ad esempio, è un

simbolo del negativo, materiale e morale, degli oggetti di consumo offerti negli stessi anni nelle opere di Jeff Koons e Haim Steinbach.

Mickey Kelley Storia Vera

L’installazione è completa. Pay for Your Pleasure risale al 1988, ed è costituito da un lungo corridoio fiancheggiato su entrambi i lati da una successione di fotografie di personaggi illustri, ciascuna con un’osservazione sul legame tra arte e crimine. Il corridoio si conclude con un dipinto di John Wayne

Gacy, un uomo d’affari di Chicago condannato per aver aggredito sessualmente e ucciso circa 30 ragazzi, in cui si ritrae come un giullare. Ora sta concentrando il suo lavoro sulla memoria personale e sul potere delle istituzioni, come si vede in Educational Complex (1995), un modello in scala che ricrea

gli edifici scolastici in cui si è formato, comprese le sezioni che non riusciva a ricordare. Spera di aumentare la consapevolezza sugli abusi sui minori perpetuati dalle istituzioni educative, nonché sul problema della sindrome della memoria repressa, che lui stesso descrive come “l’ipotesi popolare che

alcune esperienze terribili siano state soppresse e solo successivamente cancellate attraverso il trattamento”. Il Complesso Educativo è il punto di partenza per la maggior parte dei lavori futuri, in cui riflessioni pseudo-autobiografiche e critiche sociali continuano a intrecciarsi su temi come la

pubertà ei suoi riti di passaggio, la formazione creativa e la ricerca dell’identità.Ha creato un cortometraggio nel 1999 in cui un attore vestito da Superman recita poesie da The Glass Bell di Sylvia Plath. Tra il 1997 e il 1998, Kelley e Tony Oursler presentano il Poetics Project, che utilizza

proiezioni video, audio e arte per ricreare l’esperienza di CalArts. Le collaborazioni con George Shaw e Paul McCarthy sono ben note e il loro lavoro è basato sul romanzo per bambini del 1992 di Johanna Spyri Heidi, una parodia di come la vita di campagna è rappresentata nella società europea. Mike

Kelley presenta Day is Done alla Gagosian Gallery nel novembre 2005, con multinstallazioni imedia, mobili in movimento come poltrone girevoli e filmati di eventi sportivi, spettacoli teatrali e cerimonie ispirate ai dischi. la fotografia in una scuola In realtà, Kelly non è interessata alle attività delle scuole

superiori americane in termini di aspetti sociali; tuttavia, il lavoro è presentato come “un tipo di studio antropologico della cultura popolare americana”, con meticolosa attenzione ai dettagli.Il progetto Kandor, iniziato nel 1999, si concentra sulla città natale di Superman. La storia segue il cattivo

Brainiac mentre miniaturizza e ruba la città di Kandor prima che il pianeta Krypton venga distrutto. Superman riesce ad ottenere il caso e a conservarlo nella sua Fortezza della Solitudine. Kelly è spinta a costruire molteplici varianti di Kandor, fuse in resine colorate e illuminate come reliquiari,

dall’immagine incompleta di Kandor. Un’enorme campana di vetro e una pompa ad aria compressa sono presenti in Kandor 4 (2007). Kandor 10A(2010), una metropoli dorata racchiusa in una bottiglia di vetro rosa soffiato a bocca, è composta da un gruppo di grattacieli incastonati all’interno di una grotta rocciosa a grandezza naturale.

Mickey Kelley Storia Vera
Mickey Kelley Storia Vera

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!