Spargi l'amore
Marta Donà Padre
Marta Donà Padre

Marta Donà Padre – Il 40esimo compleanno di Marta Donà è ormai alle porte. Come ha fatto spesso negli ultimi dieci anni, intende organizzare una celebrazione sul palco. Avendo tenuto d’occhio la carriera di Marco Mengoni dalla seconda metà del 2011, capisco perché vorresti trascorrere il tuo tempo a San Siro partecipando al suo evento come osservatore. Ha proposto l’idea di farle assumere il ruolo di manager. Con le sue stesse parole, ha detto: “Sei pazzo”.

Nobiltà di Donà Marta

I genitori di Marta Donà sono modelli di amore e guida incondizionati. Il loro incrollabile impegno ha permesso a Marta di trasformarsi nella straordinaria donna che è oggi. Le fornirono la forza morale, i saggi consigli e il sostegno incoraggiante di cui aveva bisogno per affrontare le difficoltà della maturità e realizzare i suoi sogni. I genitori di Marta Donà dimostrano con il loro esempio come una famiglia forte possa realizzare grandi cose.

Chi è Marta Donà, la brillante manager che ha aiutato Angelina Manco ad avere successo?

Ci vuole una donna per vincere gli ultimi tre Festival di Sanremo. Il suo manager quarantenne sembra essere il marchio più importante della musica italiana, nonostante abbiano interrotto la loro collaborazione pochi giorni dopo aver vinto l’Eurovision 2021. A parte le superstar mondiali Maneskin, tutti i suoi musicisti negli ultimi tre anni —Angelina Mang, Marco Mengoni—ha vinto Sanremo. Al momento i riflettori sono puntati su Marta Donà e Angelina Mango.

Chi è Marta Donà, la manager di Angelina Mango?

Management degli artisti Marta Donà rappresenta famosi musicisti italiani attraverso la sua azienda tutta al femminile, LaTarma, da lei fondata e di cui attualmente è amministratore delegato. Lo status di “nipote d’arte” non descrive adeguatamente Marta Donà. Il primo manager a far vincere Sanremo a quattro suoi artisti è proprio il management di Angelina Mango. Claudia Mori e Adriano Celentano la considerano entrambi una nipote.

Alla tenera età di quarant’anni, ha fatto molto nella sua breve ma gratificante carriera, iniziata nel campo della comunicazione e terminata con un lavoro nell’ufficio stampa della Sony. Fu quando Marco Mengoni la supplicò di abbandonare tutto e di seguirlo che la sua vita prese una svolta drammatica. Gli eventi che seguirono sono considerati parte della storia.

La manager di Angelina Mango, Marta Donà

Alla presentazione del vincitore del Festival di Sanremo di stasera, Fiorello e Amadeus hanno convinto la manager Marta Donà ad abbracciare Angelina Mango, cantante 22enne di Maratea, e tutti piangono per la “sua” Angelina. Questa donna dai capelli ricci ha condiviso un selfie su Instagram sabato, molto prima dell’inizio della finale, in cui ha espresso la sua totale gioia. Questo va oltre il semplice lavoro; abbraccia un intero modo di vivere. Grazie mille, Nina.

Non devono più preoccuparsi dei segreti del palco dell’Ariston ora che hanno trionfato quattro volte in un decennio, due volte con i Maneskin e una volta con Angelina. Si capisce che ha un debole per Angelina dalle sue numerose storie e post sui social media, incluso il sentito “Noi” di quattro giorni fa, che includeva una foto di voi due e un commento di Angelina Mango che recita: “Io ti amo.”

La 40enne è la “nipote d’arte” di Claudia Mori e Adriano Celentano. Ha iniziato come giornalista, ma alla fine è diventata un lavoro di ufficio stampa, dove ha incontrato i suoi primi contatti nell’industria musicale. Marco Mengoni, il cui incontro con Sony lancerà la sua straordinaria carriera, incontra Elle lì mentre lei stava andando a “comprare le sigarette mi ha proposto di diventare il suo manager”, come racconta Elle.

Nel 2012 ha fondato LaTarma, un’azienda di marketing per sole donne che si concentra sulla fornitura di consulenza, distribuzione e tecniche ad hoc per promuovere e vendere progetti creativi, come musica, intrattenimento e personalità legate a questi campi. Nel complesso, il successo ottenuto da questi artisti è sicuramente attribuibile, in parte, al loro manager, che per primo ha avuto dei dubbi sulla sua capacità di dirigere.

Inoltre, Marta Donà ha una lunga storia di artisti di successo all’Eurovision, tra cui Marco Mengoni nel 2013 e ancora nel 2023, Francesca Michielin nel 2016, Maneskin nel 202 e Angelina Mango quest’anno. La donna, legata ad Alessandro Cattelan, ha sempre avuto successo; nel 2022, ha co-ospitato l’Eurovision Song Contest insieme a Mika e Laura Pausini.

Sappiamo anche che Marta Donà accompagnerà all’Eurovision la giovane artista Angelina Mango dopo il successo a Sanremo; sappiamo anche che Angelina si piazzerà sicuramente tra le prime tre, se non addirittura vincerà. Quello che sembra essere il suo anno è arrivato. Secondo un articolo de Il Messaggero, la sua agenzia, LaTarma srl,

composto interamente da donne sotto i quarant’anni, ha vinto il Best Event Awards nel 2022 e nel 2023. Dopo aver fatto carriera da addetto stampa, Donà è oggi responsabile nazionale e internazionale di alcune famose testate persone, tra cui Mengoni e Francesca Michielin. Lo staff di Esse Magazine comprendeva lo scrittore Antonio Dikele Distefano e l’editore Alessandro Cattelan. La sua passione e dedizione l’hanno portata a riorganizzare l’azienda un anno fa in tre divisioni complementari. Musica, spettacoli e scenografia

Marta Donà Padre

Alla domanda se la zia Claudia Mori e lo zio Adriano Celentano le avessero dato qualche consiglio, ha detto: “Sono sempre stata sostenuta dalla mia famiglia e dai miei zii, che mi hanno sostenuta ma da lontano, senza mai interferire”. Alla fine, ho capito che essere manager di un artista è molto più di un matrimonio o di una relazione; diventa una famiglia, dice Maneskin nel 2021.

Per “scioglimento” intendo la cosiddetta band “it” di qualche anno fa. Al contrario, i tipi creativi non sono limitati nella loro capacità di divorziare dai propri coniugi come partner. Se avessi previsto la sua fine, sarebbe stato improprio da parte mia twittare il mio dolore al riguardo. Detto questo, si tratta di una questione di importanza pratica.

Si conoscono il luogo e la data di nascita, ma sono ancora sconosciuti i percorsi accademici e professionali di Marta Donà. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Verona, Donà inizia la sua carriera nell’ufficio stampa del Teatro Nuovo. Successivamente fonda Latarma srl, società che si occupa di sviluppo, gestione e ideazione nel settore dello spettacolo. Dimettendosi dal ruolo di segretaria pubblicitaria della Sony, ha assunto il ruolo di manager del cantante Marco Mengoni dopo averlo incontrato per caso nel 2011.

Non avrei proprio potuto gestire il ruolo. L’ho aiutato e l’ho messo in contatto con alcuni rispettati professionisti del settore perché ne aveva bisogno. Al nostro primo incontro, mi ha rassicurato dicendomi che erano tutti meravigliosi, ma provava ancora dei sentimenti per me. Si è sforzato di immaginarlo enormemente.

Un uomo ha bisogno di avere fiducia nel misterioso. Ciò che tu non puoi raggiungere, io lo raggiungerò, per parafrasare. Ottimo, credo che lo proverò! Lo ha riferito Il Fatto Quotidiano dopo aver appreso la notizia. Fino all’anno scorso nessuno aveva avuto fortuna di scoprire chi fossero i genitori di Marta Donà. “Per favore commenta e condividi le informazioni con se hai aggiornamenti a riguardo.”

La sua agenzia ospita alcuni dei musicisti italiani più famosi e ciascuna delle donne che lavorano lì è incredibilmente dotata. Dopo che la sua lettera del 2020 a Maneskin è diventata virale, lui ha deciso di guidare una troupe diversa dopo aver vinto l’Eurovision. Questo le ha portato la fama. Dai nostri straordinari quattro anni insieme, ci sono innumerevoli momenti indimenticabili e sforzi coraggiosi. Sono io che ti ho fatto conoscere questo posto. Sembra che tu abbia deciso di ignorarmi da ora in poi.

Marta Donà ha scritto un post sui social esprimendo loro le sue condoglianze e facendo loro i migliori auguri. Artisti come Alessandro Cattelan, Francesca Michielin e Marco Mengoni sono stati sotto la guida di Marta Donà, figura di spicco del sistema manageriale italiano. Membro di lunga data dell’industria musicale, La Donà è nipote di Claudia Mori e laureata in Scienze della comunicazione all’Università di Verona.

La sua carriera come giornalista è iniziata nel 2006.. Ha curato la proiezione alla Mostra del Cinema di Venezia 2008 di Yuppi Du, film restaurato di Adriano Celentano, alla 65esima Mostra del Cinema di Venezia. Ha iniziato a lavorare con musicisti come Giusy Ferreri, J-Ax, Giovanni Allevi e Marco Mengoni dopo essere entrata in Sony Music nel 2009 come cantante di sottofondo.

Nel 2019 l’Alleanza Fest di Mengoni, andata in scena sulle linee ferroviarie della Stazione Centrale di Milano, si è aggiudicata il primo posto nella categoria “Evento Musicale” ai Best Events Awards, dopo il secondo posto nella categoria Miglior Uso Inaspettato di uno Spazio lo scorso novembre. 28, 2018.

Alcuni dei musicisti italiani più famosi hanno sotto la loro supervisione donne competenti, che lei ha riunito. Dal debutto dell’artista a X Factor, Marco Mengoni si occupa di tutte le sue pubbliche relazioni. Il conduttore, Alessandro Cattelan, ha seguito la sua manager, Marta Donà, fuori dall’agenzia che lo aveva aiutato ad avere successo nel 2018.

Membro di lunga data dell’industria musicale, La Donà è nipote di Claudia Mori e laureata in Scienze della comunicazione all’Università di Verona. La sua carriera come corrispondente giornalistico è iniziata nel 2006. Ha curato la proiezione alla Mostra del Cinema di Venezia 2008 di Yuppi Du, film restaurato di Adriano Celentano, alla 65esima Mostra del Cinema di Venezia. Ha iniziato a lavorare con musicisti come Giusy Ferreri, J-Ax, Giovanni Allevi e Marco Mengoni dopo essere entrata in Sony Music nel 2009 come cantante di sottofondo.

Marta Donà Padre
Marta Donà Padre

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!