Spargi l'amore
Lucia Pescio

Lucia Pescio – Il 22 giugno 1977 nasce a Genova Lucia Pescio, giornalista di professione. Laureata in lettere moderne all’Università degli studi di Genova, dal 2000 al 2010 ha lavorato come cronista e conduttrice presso la redazione provinciale di Imperia per l’emittente ligure Primocanale. Nel 2001 è stata assegnata al G8 di Genova e nel 2002 è stata responsabile delle pubbliche relazioni della Camera di Commercio di Imperia. Ha prodotto aggiornamenti regolari per le notizie locali, prestando particolare attenzione alle notizie in bianco e nero in particolare.

Con le ultime notizie della serata e le valutazioni stampa delle testate vicine, hai ospitato la vetrina di Imperia della diretta Liguria Mattina. È stato anche editore e editorialista della rivista letteraria Parole in Libertà, che presentava capolavori della letteratura italiana e internazionale. Produce servizi per il Tg1 e il Tg2 mentre lavora per la Rai al TGR Liguria da maggio 2010.

È coautrice di La Liguria ei suoi Teatri Storici, libro storico-artistico a cura del critico musicale genovese Roberto Iovino. Risiede ad Imperia, è sposata e ha due figli. Le piace cucinare, decorare e leggere.Imperia. Lucia Pescio, giornalista molto apprezzata, ha raccontato sulla sua pagina Facebook di essersi finalmente ripresa dalla malattia dopo una lunga pausa dagli schermi televisivi di Rai3. Ha anche annunciato che presto tornerà a lavorare davanti alle telecamere del TG3. E questa frase artificiale è stata creata in circa un’ora.

Lucia Pescio ha scritto: “Amici, ve lo dico in modo sobrio… FINALMENTE SONO GUARITA!!!” È così che Lucia Pescio, nota giornalista di Imperia e collaboratrice del Tg3 della Liguria, ha recentemente dato la notizia della sua mancanza di positività ai tamponi rituali a seguito di un recente caso di Covid-19. È stata lei a dare la notizia della sua positività al Coronavirus, proprio come ha fatto recentemente sulle colonne dei giornali un’altra sua collega dell’800, Milena Arnaldi.

Samantha Cristoforetti, che ieri ha presentato fotografie della Liguria e in particolare di Genova e del Golfo dei Poeti catturate dallo spazio, ha fornito questo punto di vista insolito e affascinante.Le foto della Spezia, il sindaco Pierluigi Peracchini che si prepara a ospitare astroSamantha che sono state pubblicate sul suo profilo Twitter:

“Dall’orbita Samantha Cristoforetti cattura immagini mozzafiato del Golfo dei Poeti. Che piacere vederci dall’alto; quando il suo dovere sarà finito, ci troverà a La Spezia ad aspettarla a braccia aperte! Grazie mille!!!”Quest’anno riportiamo il nostro impegno per onorare gli angeli custodi dei nipoti. Inviaci una foto di te e dei tuoi nonni insieme con una parola di congratulazioni, e la pubblicheremo sul nostro giornale in onore della Festa del 2 ottobre.

I nonni sono sempre di moda! In realtà, il nostro giornale vuole commemorarli con i suoi lettori anche quest’anno in occasione dell’ormai tradizionale anniversario del 2 ottobre. Inviare i propri auguri o un disegno insieme a una bella foto è ancora possibile fino a mercoledì 28 settembre. li pubblicheremo sulle nostre pagine nell’edizione di venerdì 30 settembre, se lo farete.Nel 2005 è stata approvata una legge che istituisce la festa dei nonni.

Lo scopo è quello di “evidenziare il significato del ruolo svolto dai nonni all’interno delle famiglie e della società in generale”. Quest’anno abbiamo scelto il termine “nonni sempreverdi” poiché i nonni sono “sempre verdi”, hanno un valore eterno e svolgono una funzione senza tempo. D’altra parte, gli esperti concordano sul fatto che nonni e nipoti costituiscono un binomio vincente poiché insegnano ai bambini il valore delle tradizioni e della natura e li rendono gioiosi anche attraverso il loro affetto.

Da un lato, i nipoti incoraggiano i nonni a rimanere informati e radicati nel mondo moderno piuttosto che cercare conforto nei loro ricordi e, dall’altro, i nonni offrono l’opportunità ai giovani di beneficiare della saggezza raccolta nel corso delle loro vite. Infine, un elemento degno di nota è la collaborazione tra UniCredit e Teach For All per sostenere l’educazione dei giovani nelle sette nazioni in cui il Gruppo opera: Austria, Bulgaria, Germania, Italia, Romania, Slovacchia e Serbia.

Lucia Pescio

Attraverso questa partnership, UniCredit donerà circa 2 milioni di euro per sostenere le attività della rete Teach for All durante l’anno scolastico 2022-2023, e coinvolgerà anche i membri del suo staff nel progetto ospitando conferenze e workshop dove condividere esperienze, competenze e best practices.Oltre 4.000 giovani insegnanti hanno partecipato ai programmi di borse di studio di Teach For All, che hanno aiutato oltre 300.000 bambini in tutta Europa.

Oltre 9.000 ex insegnanti che hanno preso parte ai loro programmi stanno ancora lavorando in campi importanti, tra cui la leadership scolastica, le politiche pubbliche e l’innovazione sociale. Il programma, che si è ulteriormente rafforzato a seguito della nuova partnership con UniCredit, supporàrt le comunità locali più svantaggiate ridisegnando il sistema educativo e fornendo agli insegnanti gli strumenti di cui hanno bisogno per sostenere continuamente uno standard elevato di istruzione e un ambiente di apprendimento positivo. portata più ampia.

Gli studenti apprenderanno le conoscenze, le abilità e i valori necessari per raggiungere l’indipendenza finanziaria, partecipare attivamente alla vita sociale e orientarsi nel nuovo mondo del lavoro in continua evoluzione con l’assistenza di insegnanti scelti, formati e supportati da Teach For All . In effetti, il programma aiuta a sviluppare una nuova generazione di leader europei che lavoreranno per riformare le nostre istituzioni educative aprendo nuove opzioni.

Per avere un impatto immediato nelle classi e un impatto cumulativo a lungo termine sulle comunità, la cooperazione tra UniCredit e Teach For All si avvarrà delle reti paneuropee di entrambe le organizzazioni e si impegnerà con i partner locali. Migliorando i sistemi educativi e creando un ambiente flessibile e creativo, questa alleanza aspira a progettare un domani più luminoso, a cominciare dalle scuole e dalle comunità più svantaggiate in queste sette nazioni. L’empowerment degli studenti, lo sviluppo dell’attivismo globale, il coinvolgimento della comunità, la condivisione dei progressi e la sensibilizzazione possono tutti aiutare a raggiungere questo obiettivo.

Lucia Pescio
Lucia Pescio

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!