Lele Spedicato Malattia

Spargi l'amore
Lele Spedicato Malattia
Lele Spedicato Malattia

Lele Spedicato Malattia – Lo scorso sabato, 17 settembre, è tornata la stagione di Verissimo. Il programma di Silvia Toffanin, in onda su Canale 5 tutti i giorni alle 16:30, presenta interviste a molti personaggi famosi del mondo della televisione, del cinema e della musica. In questa premiere appariranno anche Lele Spedicato e sua moglie, Clio Evans.

Il chitarrista dei Negramaro parlerà di come è cambiata la sua vita da quando ha avuto un ictus nella sua casa pugliese nel 2018. Il musicista è stato ricoverato per venti giorni dopo aver subito un’emorragia cerebrale a metà del mese di settembre. Queste le sue parole in un’intervista al Corriere della Sera: “Mi sono ritrovato in un universo parallelo, che spero un giorno tutti gli umani possano visitare.

Un cancello mi ha condotto in un piccolo cortile dove c’era un ulivo. Lì ho incontrato Nella, mio nonno, e Gianfranco, il papà di mio cugino Giuliano, per quanto ne so, era piuttosto arrabbiato, mi disse: “Vattene, qui non c’è posto per te”. Mia nonna mi prese sottobraccio e mi condusse la via d’uscita dal cancello; quando ho aperto gli occhi, mi sono ritrovato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale. Nonostante le apparenze, questo non era un sogno. E non rimarrò in silenzio su ciò che ho osservato. Dopo un po’, Ho iniziato ad avere paura”.

Poi è arrivato un lungo periodo di convalescenza, durante il quale è nato Ianko, il primo di tanti figli. Ma nel marzo del 2022 è diventato di nuovo padre, questa volta di una figlia di nome Diana. Lele ha co-scritto un libro con sua madre, Clio Evans, intitolato “I destini, due cuori e la vita che vince”, che è stato pubblicato il 13 settembre. Un resoconto scritto delle loro vite e del loro trionfo contro la malattia, offrendo incoraggiamento e esortando i lettori ad apprezzare ciò che hanno.

Evans, Clio, è il nome della moglie di Lele. La coppia si è sposata nel 2018. Nata a Roma nel 1981, dove ha anche conseguito la laurea in fashion design, Clio disegna abiti da quando era piccola. Successivamente, ha proseguito gli studi superiori, conseguendo una laurea in Lingue e culture straniere mentre sviluppava un amore per le arti dello spettacolo.

Si è formata in una varietà di arti dello spettacolo, inclusa la danza del ventre. Ha recitato in famosi programmi televisivi come “Doctors” e “Everything, Can Happen”, dove ha interpretato un personaggio immaginario.Clio Evans ha raccontato a Belpaese che dopo aver incontrato Emanuele Spedicato, ha ritrovato parte della “fiducia nella vita” che aveva perso.

Forse è un’allusione alla malattia dell’attrice e al successivo intervento chirurgico. Clio ha rivelato cicatrici sui social media nel novembre 2018 senza fornire alcun contesto aggiuntivo. Il chitarrista dei Negramaro ha avuto un ictus nella sua casa in Puglia nel 2018. Il musicista è andato in terapia intensiva a metà settembre per un’emorragia cerebrale e vi è rimasto per venti giorni.

Una citazione dalla sua intervista al Corriere della Sera recita quanto segue:Mi sono ritrovato in un universo parallelo, che spero un giorno sarà accessibile a tutti. Un cancello mi conduceva in un piccolo cortile dove c’era un ulivo. Vi abitavano allora mio nonno Gianfranco e mio nonno Nella. A me sembrava piuttosto arrabbiato.

Mi ha detto: “Vattene, non c’è posto per te qui”. Così mi ha tenuto per un braccio e abbiamo varcato insieme il cancello; quando ho aperto gli occhi, ero in rianimazione in ospedale. Nonostante le apparenze, questo non era un sogno. Non rimarrò in silenzio su ciò a cui ho assistito. Dopo di che, ero terrorizzato.

Lele Spedicato Malattia

Il chitarrista dei Negramaro Lele Spedicato riflette sul giorno in cui quattro anni fa ebbe un ictus a “Verissimo”, trasmissione di Canale 5: “Ricordo quel giorno come un giorno buono, non maledetto, perché ho avuto e ho ancora una seconda possibilità per essere più grande di prima». Una volta che hai passato queste cose, non guarderai mai più un solo secondo della tua vita allo stesso modo.

Porta un nuovo livello di significato alla vita e ai legami di amicizia, amore e fratellanza. L’ultima cosa che ricordo di aver fatto è stato chiedere a Clio dell’acqua e poi uscire in giardino, dove le ho prontamente chiesto di chiamare un’ambulanza.

Era un caso di sanguinamento spontaneo nel cervello, molto probabilmente causato da un improvviso aumento della pressione sanguigna. Clio Evans, sua moglie, è rimasta scioccata dalla notizia: “Ero incinta di otto mesi, non potevo crederci. Quelle diagnosi iniziali erano semplicemente orribili.

Ho fatto appello alla mia forza interiore e alle mie risorse spirituali. Ho fatto un passo indietro, osservando gli eventi da bordo campo, e non si è preoccupato di capire cosa stesse succedendo”. Lele Spedicato ha aperto gli occhi e ha detto: “In un’altra dimensione ho incontrato mia nonna materna Nella e il padre di Giuliano Sangiorgi”.

Mi hanno detto che non c’era posto per me, ed è per questo che sono tornato con te. Mia nonna mi ha spinto fuori dal minuscolo cancello in cui mi trovavo e quando ho aperto gli occhi ero nel reparto di terapia intensiva di Lecce. È stato un evento profondo e ora sento di poter affermare di averlo vissuto. Ho dovuto iniziare il mio recupero dal punto di partenza perché non potevo nemmeno sedermi senza essere trattenuto, figuriamoci camminare o parlare”.

Il chitarrista dei Negramaro, Lele Spedicato. A causa di una malattia potenzialmente mortale, l’art ha avuto un momento difficile. Il chitarrista dei Negramaro, Lele Spedicato, ha avuto un ictus nel 2018; il 17 settembre di quell’anno collassò nella sua casa pugliese a causa di un forte mal di testa.

Successivamente, ha subito un’emorragia cerebrale e ha trascorso i successivi venti giorni nell’unità di terapia intensiva. Da quel momento in poi, la salute e il benessere dell’artista sono stati le principali fonti di preoccupazione. Trascorsero una ventina di giorni durante i quali Lele Spedicato fu ricoverato in terapia intensiva.

Lele Spedicato Malattia
Lele Spedicato Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!