Incidente Via Salaria Oggi

Spargi l'amore
Incidente Via Salaria Oggi
Incidente Via Salaria Oggi

Incidente Via Salaria Oggi – Villa Spada, nei pressi dell’aeroporto di Urbe, è stata teatro di un tragico incidente. Roma è stata scossa da un incidente mortale. Dopo un incidente in moto, il pilota è morto. Il disastro di domenica mattina in via Salaria, vicino all’aeroporto Urbe di Roma. Domenica 19 giugno, verso le ore 12:00, è intervenuto il III gruppo di pattuglia Nomentano della Polizia Locale di Roma Capitale. Per circostanze ancora in corso di accertamento, un motociclista su una BMW ha perso il controllo del suo veicolo a due ruote all’indirizzo 875 di Villa Spada.

La bici ha preso fuoco dopo che è andata a sbattere contro la ringhiera. Non c’era niente che il centauro potesse fare e morì istantaneamente. Al termine delle indagini scientifiche, i caschi bianchi del comando di via Ando si occuperanno ora di ricreare le precise dinamiche dell’urto stradale nell’area. Finora nessuno sa chi sia la vittima. Solo 48 ore prima, sulla Via Appia Nuova a Capannelle, la moto Triumph guidata da Simona dell’Ova, 46 anni, residente a Tivoli, è rimasta uccisa in uno scontro frontale con un’auto. La donna è morta sul colpo mentre la due ruote ha preso fuoco, lasciandola senza via d’uscita. Un’altra vittima è stata trovata oggi a Roma.

Mentre guidava un enorme motore, Bochicchio è uscito di strada e ha acceso un incendio che si è diffuso rapidamente. L’intermediario doveva comparire domani all’udienza del processo a suo carico dopo essere stato accusato di riciclaggio di denaro e attività finanziaria illecita per aver frodato alcune celebrità e personaggi dello sport. E’ stato ucciso intorno alle 12 di oggi in via Salaria a Roma al civico 875, in direzione del centro. Tra le presunte vittime ci sono Marcello Lippi, Stephan El Shaarawy della Roma, Antonio Conte dell’Inter e Raffaele Trombetta degli ambasciatori d’Italia. La vittima è Massimo Bochicchio, broker accusato di riciclaggio e di attività finanziaria illecita. L’udienza di piazzale Clodio, dove è accusato, è stata fissata per domani nel suo processo a Roma.

Bochicchio ha perso il controllo della sua moto BMW, che stava guidando, che si è schiantata e ha preso fuoco. La vittima ha perso la vita in una frazione di secondo. Si sta tentando di ricostruire le vicende che hanno portato al 56enne casertano, l’incidente in moto in Italia, avvenuto mentre era fuori dai domiciliari e concesse due ore di permesso al giorno.

Sospettato di condotta finanziaria illecita e riciclaggio internazionale di denaro, Bochicchio è stato accusato di aver raccolto circa 500 milioni di euro contro celebrità dal 2011. Anche i tribunali milanesi sono stati coinvolti in questo processo, che includeva la raccolta di atti. Per anni, si dice che Bochicchio abbia accumulato “contanti significativi” attraverso le società che gestiva da Londra, Kidman Asset Management e Tiber Capital. È stato espulso da Giacarta, in Indonesia, ed è tornato in Italia il 17 luglio 2021, a seguito delle pressioni dell’Interpol. La sua affermazione di aver trasportato “1 miliardo e 800 milioni” di euro è stata intercettata. Gli investimenti a “Singapore, Hong Kong e negli Emirati Arabi Uniti, garantendo grandi profitti”, sarebbero stati soldi che gli avrebbe dato. Nascondere i veri beneficiari di un fondo investendo in strumenti ad alto rischio.

Incidente Via Salaria Oggi

Nessun denaro è stato pagato alle 34 persone che lo hanno denunciato, tra cui l’ex giocatore Patrice Evra e l’attaccante Stephan El Shaarawy, nonostante il sequestro di beni per 70 milioni di euro, tra cui la sua villa a Cortina. Con la promessa di un buon ritorno, anche dirigenti come i pm Federico Pastorello e Luca Bascherini, e ambasciatori come Raffaele Trombetta gli hanno affidato dei soldi. Potrebbero esserci molte più persone che sono state ingannate, poiché gli investigatori ritengono possibile che alcuni abbiano scelto di rimanere anonimi piuttosto che divulgare gli investimenti effettuati con fondi segreti. Nessun denaro è stato versato alle 34 persone che lo hanno denunciato, tra cui l’ex calciatore Patrice Evra e l’attaccante Stephan El Shaarawy, nonostante il sequestro di beni per 70 milioni di euro.

manager come Federico Pastorello e Luca Bascherini, ma anche ambasciatori come Raffaele Trombetta, hanno tutti creduto in lui consegnandogli soldi con la promessa di una carriera redditizia. Gli investigatori sospettano che potrebbero esserci molte più persone che sono state ingannate e che alcune di loro potrebbero aver scelto di rimanere anonime piuttosto che divulgare investimenti fatti con denaro che era stato nascosto. Nonostante fosse in possesso di beni per 70 milioni di euro, compresa la sua casa di Cortina, nessuna delle 34 persone che si sono fatte avanti per denunciarlo aveva visto soldi. Ciò include gli ex calciatori Patrice Evra e Stephan El Shaarawy. Con la promessa di un buon ritorno, anche dirigenti come i pm Federico Pastorello e Luca Bascherini, e ambasciatori come Raffaele Trombetta gli hanno affidato dei soldi. Gli investigatori sospettano che potrebbero esserci molte più persone che sono state ingannate e che alcune di loro potrebbero aver scelto di rimanere anonime piuttosto che divulgare investimenti fatti con denaro che era stato nascosto. Stephan El Shaarawy, l’attaccante,deve ancora apportare una sola modifica.

Con la promessa di un buon ritorno, anche dirigenti come i pm Federico Pastorello e Luca Bascherini, e ambasciatori come Raffaele Trombetta gli hanno affidato dei soldi. Potrebbero esserci molte più persone che sono state ingannate, poiché gli investigatori ritengono possibile che alcuni abbiano scelto di rimanere anonimi piuttosto che divulgare gli investimenti effettuati con fondi segreti. Stephan El Shaarawy – l’attaccante – non ha cambiato un centesimo. Con la promessa di un buon ritorno, anche dirigenti come i pm Federico Pastorello e Luca Bascherini, e ambasciatori come Raffaele Trombetta gli hanno affidato dei soldi. Potrebbero essere molte più persone ingannate, poiché gli inquirenti ritengono fattibile che alcuni abbiano scelto di rimanere anonimi piuttosto che divulgare investimenti fatti con fondi segreti. All’aeroporto di Urbe è avvenuto questa mattina un incidente sulla via Salaria. Il centauro non ha avuto modo di sfuggire al conseguente incendio e allo schianto del guardrail. Oggi, domenica 19 giugno, si è verificata in tarda mattinata una tragica tragedia sulla via Salaria.

Incidente Via Salaria Oggi
Incidente Via Salaria Oggi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!