Incidente Valsorda Oggi

Spargi l'amore
Incidente Valsorda Oggi
Incidente Valsorda Oggi

Incidente Valsorda Oggi -Un grave incidente stradale si è verificato sulla statale Fricca in Valsorda, nei pressi di Brusafèr, alle porte di Trento, poco dopo le 19. Le prime informazioni indicano che un veicolo in viaggio verso il capoluogo ha perso il controllo ed è entrato nel traffico proveniente dalla direzione opposta in prossimità di una curva stretta.

Grave scontro si è verificato sulla statale della Fricca in prossimità della Valsorda intorno alle 19, quando un’auto diretta a sud in direzione Trento ha incrociato la corsia del traffico proveniente dalla direzione opposta su un curva stretta, scontrandosi frontalmente con un’altra automobile. Una combinazione della strada ghiacciata e della perdita di trazione dell’auto ne ha fatto sbandare.

I rilievi sono stati condotti dalla polizia locale, l’auto è stata rimossa e la strada è stata ripulita dai vigili del fuoco. Nessuno sa ancora che effetto avrà sulle persone. Entrambe le corsie sarebbero state bloccate, causando rallentamenti al traffico. Auto si ribalta nell’incidente di Valsorda, ferendo Gualdo Tadino.

Il conducente di un’auto ha perso il controllo e il mezzo si è ribaltato su un fianco in mezzo alla carreggiata. Circa 21 ore fa l’incidente è avvenuto sulla strada stretta e tortuosa che scende a Gualdo Tadino da un’altezza di oltre mille metri sopra la Valsorda. Fortunatamente non era in arrivo nessun altro soccorso e l’automobile non è uscita di strada sulla ripida collina al centro della pineta dall’altra parte. Una delle auto di passaggio ha dato l’allarme.

Il distaccamento dei vigili del fuoco di Gaifana è arrivato prontamente e ha soccorso il ferito. Il 118 ha portato l’autista, un uomo di Gualdo Tadino, all’ospedale Branca per accertamenti dopo essere rimasto coinvolto in un piccolo incidente stradale. Sono arrivati ​​i carabinieri di Nocera Umbra, che si sono uniti alla polizia municipale di Gualdo Tadino per indagare sulle origini dell’incidente. Circa due ore dopo, dopo che il problema è stato risolto e il veicolo danneggiato è stato rimosso,

la strada è stata riaperta. Il tragitto mattutino tra Varese, Malnate e Cantello è stato fortemente interrotto da un incidente stradale in località Valsorda poco prima delle 7. C’è stato un forte rallentamento del traffico dopo lo scontro tra due auto in via Cà Bassa. A causa della chiusura della “scorciatoia” presa dal personale di frontiera e dai pendolari,

il traffico è rallentato fino a Malnate, e la Sp3 ne ha risentito. Immediati gli interventi dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri, due dei mezzi di soccorso del 118, che hanno soccorso il posto. Le due persone coinvolte sono state fortunate perché nessuna delle due è rimasta gravemente ferita. Domenica pomeriggio nel comune di Marano di Valpolicella madre,

Incidente Valsorda Oggi

padre e la loro figlia di quattro anni sono caduti dal ponte tibetano che sovrasta la Val Sorda. Dopo essere stati portati in salvo in aereo da Trento Emergenza e da una squadra del Soccorso alpino, i tre sarebbero finalmente al sicuro. Una terribile catastrofe si è verificata oggi, 20 settembre, nei pressi del ponte tibetano in Valsorda.

Tre membri della stessa famiglia sono rimasti feriti in un’area dove in precedenza si erano verificati diversi incidenti simili. Il padre, la madre e la loro figlia di 4 anni sarebbero caduti nei pressi del ponte tibetano affacciato sulla Valsorda intorno alle 17. domenica, secondo i rapporti preliminari. La location è nel comune di Marano di Valpolicella, che si trova vicino a Verona.

Il Ponte Tibetano è un punto di collegamento tra le reti sentieristiche di Marano di Valpolicella e Sant’Anna d’Alfaedo, offrendo agli escursionisti un punto panoramico mozzafiato sulla Val Sorda. Il ponte è lungo 52 metri e largo 70 cm ed è sospeso ad un’altezza di circa 40 metri. Questo sentiero è adatto solo a escursionisti esperti. La famiglia è stata portata in ospedale,

sul posto sono intervenuti il ​​Soccorso alpino e un elicottero di Trento. Non appena si fosse verificato il disastro, gli altri escursionisti avrebbero dato l’allarme. A salvare la famiglia sono intervenuti il ​​Soccorso alpino e un elicottero di Trento. I soccorritori hanno individuato il padre, la donna e il bambino e li hanno portati in un ospedale di Negrar per le cure.

Sulla base di quanto sappiamo finora, sembra che le vite di tutti e tre non siano in pericolo imminente. Uno spiacevole incidente si è verificato oggi, 17 settembre, sul lavoro ad Inverigo presso uno stabilimento di via Val Sorda specializzato nella lavorazione della lamiera. Verso le 15:15, un ragazzo di 56 anni con dinamiche sconosciute ha ricevuto un grave trauma da schiacciamento che alla fine ha portato all’arresto cardiaco. Sul posto,

i primi soccorritori dei Vigili del Fuoco di Como e i Carabinieri di Cantù lavoreranno insieme per ricostruire quanto accaduto. Ospedale Sant’Anna in condizioni critiche, a breve ci saranno maggiori informazioni Gli escursionisti hanno avvistato un distacco di roccia tra la sella dei Camosci nel gruppo del Latemar e la cima della Valsorda, al confine tra Trentino e Alto Adige, poco prima delle 11,

e hanno chiamato il Pronto Soccorso Unificato 112. L’elicottero di Trentino Emergenze è decollato da Mattarello e ha sorvolato la zona, escludendo la possibilità che vi fossero coinvolti degli escursionisti.Il sentiero 18 corre parallelo al fianco della montagna in prossimità del punto di crollo,

quindilungo di essa sono stati sospinti con il verricello il tecnico dell’elisoccorso e quattro operatori delle stazioni del Soccorso alpino di Moena e della Val di Fiemme per avvertire gli escursionisti di non procedere. Inoltre è stata chiamata in causa la base del Soccorso alpino altoatesino di Nova Levante. Attualmente è sconsigliato prendere le linee 18, 22 o 23A fino a nuovo avviso.

Fortuna volle che nessuno si facesse male quando un altro gruppo di montagne dolomitiche, il Latemar, crollò a Cima di Valsorda, al confine tra Trentino e Alto Adige. Poco prima delle 11 di giovedì 1 settembre, gli escursionisti della forcella Camosci del gruppo del Latemar hanno segnalato al centro di soccorso solitario, 112, un distacco di massi tra la forcella e la cima della Valsorda, al confine tra Trentino e Alto Adige. decollato dal mattarello, l’elicottero di Emergenze Trentino ha ispezionato l’area e stabilito che la colpa non era degli escursionisti.

Incidente Valsorda Oggi
Incidente Valsorda Oggi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!