Incidente Paracadutismo Reggio Emilia

Spargi l'amore
Incidente Paracadutismo Reggio Emilia
Incidente Paracadutismo Reggio Emilia

Incidente Paracadutismo Reggio Emilia – Questa mattina, verso le 10:15, è avvenuto un incidente mortale a Campovolo, Reggio Emilia. Durante un lancio con il paracadute da circa cinquanta metri di altezza, sono morti due paracadutisti, Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi, 54 e 35 anni. Paracadutisti esperti con molti salti sotto la cintura, i due si sarebbero scontrati a mezz’aria e i loro paracadute si sarebbero impigliati, facendoli cadere a terra. Sul posto sono intervenuti il ​​118 e la Polizia di Stato. Nonostante gli sforzi dei soccorritori, non si è potuto fare nulla per i due paracadutisti. La Questura di Reggio Emilia ha potuto ricostruire che al momento del disastro erano in formazione 32 paracadutisti che stavano facendo una coreografia per battere un record di volo. C’è stata una gara organizzata dalla Body Fly University e anche Del Giudice è stato coinvolto nell’organizzazione dell’evento. Sembra che Grossi, il più giovane dei due esperti paracadutisti,

sbatté contro Del Giudice al termine della discesa, facendo atterrare entrambi in piedi. “Nella fase di atterraggio finale, a circa 50 metri da terra, due paracadutisti molto esperti con migliaia di salti al loro attivo ed entrambi gli istruttori sono precipitati intorno alle 10.15 durante un tentativo di record organizzato dall’Aeroclub di Pisa con 32 paracadutisti e due videoman. Qualsiasi il tentativo di rettificare la torsione delle due vele è stato vanificato a causa della bassissima quota e del violento impatto “Per ora.

Secondo un comunicato stampa pubblicato su Facebook, Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi hanno perso la vita oggi mentre partecipavano a un evento di paracadutismo al Campovolo di Reggio Emilia. Non c’era modo di salvare nessuno dei due, non importava per quanto tempo i medici cercassero di salvarli usando un defibrillatore e le automedicazioni che portavano con sé e l’elicottero di soccorso che chiamarono.

Dopo essersi scontrati a un’altezza di 100 metri, due paracadutisti veterani, di 54 e 35 anni, avrebbero avuto i loro paracadute intrecciati per tutta la discesa, portandoli a precipitare a terra a un’altezza di circa 50 metri. Dopo una caduta di 100 metri, il tonfo a terra. “Piegatura delle vele che sfida la morte”. Si tratta rispettivamente di Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi di Torino e Viareggio. La vita di due individui, entrambi esperti, fu tragicamente interrotta. Durante il volo aperto, si sono scontrati e le loro vele si sono impigliate, provocando lo schianto. era inutile,

Due paracadutisti sono stati uccisi nella zona di Campovolo di Reggio Emilia. Non è la prima volta che Gabriele Grossi viene ucciso in un incidente stradale; è stato ucciso in un incidente d’auto nel marzo di quest’anno. Con centinaia di salti alle spalle, erano esperti nell’arte della caduta libera. Del Giudice ha lavorato anche come insegnante nella zona. Inizialmente si pensava che i due si fossero scontrati a mezz’aria e le vele si fossero impigliate, provocando la caduta a terra. Non è passato molto tempo prima che i 118 operatori sanitari e agenti di polizia fossero sul posto. I soccorsi sono andati a vuoto.

All’esercitazione stavano partecipando altri trenta paracadutisti, tra cui Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi. Al momento dell’incidente, il gruppo stava eseguendo una coreografia per battere un record mentre era in volo “Verso le 10:15 di oggi, 32 paracadutisti e due videoman hanno tentato di stabilire un nuovo record mondiale saltando da un aereo ad un’altezza di 50 metri. Sfortunatamente per la Bfu Skydiving School e i suoi istruttori, due paracadutisti molto esperti e i loro istruttori si sono scontrati. A causa della loro bassa quota e della violenta collisione, le due vele sono scivolate a terra senza alcun tentativo di risolvere la torsione. “

Paracadutisti di 51 e 35 anni sono morti dopo essere caduti a terra al Campovolo di Reggio Emilia per cause ancora sconosciute. Un tragico incidente è avvenuto al Campovolo di Reggio Emilia questa mattina nelle prime ore del mattino, sabato 18 giugno. Non è chiaro il motivo per cui due paracadutisti sono caduti, ma non c’era niente che potessero fare per loro. Non è rimasto nulla dei due uomini che avevano entrambi 35 e 54 anni. Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi erano i loro nomi.

Incidente Paracadutismo Reggio Emilia

In una primissima ricostruzione, sembra che i fili dei due sistemi di paracadute si sarebbero aggrovigliati una volta entrati in contatto tra loro. Intorno alle 11 è successo qualcosa di terribile. C’era molta ansia alla scuola di paracadutismo Campovolo, dove moltissime persone si fanno vedere nei fine settimana. Sul posto sono stati inviati l’automedica e 118 ambulanze, oltre all’elisoccorso di Parma. Alla fine, gli sforzi dei soccorritori per salvare i due ragazzi si sono rivelati vani. La polizia di stato è stata immediatamente inviata ed è arrivata sul posto. La questione sarà esaminata.

Circa 300 paracadutisti hanno preso parte all’esercitazione di questa mattina, organizzata dalla società Body Fly University. Un aereo bimotore Skyvan da 25 persone appositamente configurato è stato noleggiato per l’evento nel tentativo di battere il record di coinvolgimento stabilito a Reggio per la maggior parte delle persone che attraccano insieme in flight.

Dopo che il jet è decollato alle 8:34 ora locale, la prima ondata di paracadutisti è scesa dal cielo. Due paracadutisti uccisi nel salto erano troppo vicini l’uno all’altro e le loro vele sarebbero state impigliate nelle loro imbracature. Quando il corpo ha colpito la terra, si è avvertita una forza intensa. I colleghi sono stati i primi a chiedere aiuto.

Lo scontro questa mattina all’aeroporto di Reggio Emilia. Contorcendo e cadendo le vele furono Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri per indagare sull’accaduto. Il nome di REGGIO EMILIA L’atterraggio fallito degli esperti paracadutisti Fabrizio Del Giudice e Gabriele Grossi questa mattina a Campovolo ha provocato la loro morte, il che è tragico. I cavi del paracadute si sono intrecciati durante una collisione in volo,

Incidente Paracadutismo Reggio Emilia
Incidente Paracadutismo Reggio Emilia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!