Giornalista Morto Oggi

Spargi l'amore
Giornalista Morto Oggi
Giornalista Morto Oggi

Giornalista Morto Oggi – Il corrispondente di Mediaset Sport e noto giornalista sportivo televisivo Alberto D’Aguanno è stato trovato morto nella sua casa di Monza. Per quanto riguarda l’età, aveva 42 anni.Le prime notizie indicavano che D’Aguanno era stato colpito da un malore mentre dormiva. Suo fratello era morto inaspettatamente alcuni anni fa, e lui stesso sembra non aver avuto segnali di avvertimento nei giorni precedenti la sua stessa morte.

Sua moglie, giornalista e conduttrice di Studio Aperto di Italia 1, Monica Gasparini, era a Brescia in visita alla famiglia con i loro due bambini piccoli, il più piccolo dei quali aveva solo un mese, lasciando Alberto D’Aguanno a badare alla casa da solo. D’Aguanno, di origine romana, ha seguito per Mediaset la nazionale di calcio e i principali eventi calcistici. A tal fine, ha partecipato a numerose squadre e tornei, tra cui la squadra nazionale di Solidarity Envoys, in cui lui e una serie di altri giornalisti hanno rappresentato il loro paese. .

MORTO DI AGUANNO; TG5 COLLEGHI, ERA STRAORDINARIO, GIORNALISTI Alberto D’Aguanno, primo inviato della redazione sportiva Mediaset, persona di straordinarie doti umane, apprezzata da tutti, è scomparso improvvisamente e inaspettatamente, e la sua scomparsa ha lasciato profondamente addolorati i giornalisti del TG5 . Viene annotata una nota con le informazioni. “Alberto era un giornalista giornalista, era appassionato e perspicace, e la sua perdita sarà sentita da tutti.

Noi, continuano a dire, che abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo, di lavorare con lui, perdiamo soprattutto un caro e affettuoso amico. Tutti noi qui al Tg5 vogliamo mandare un abbraccio enorme e sentito alla moglie di Alberto, Monica, ai loro bambini piccoli, e a tutta la sua famiglia allargata”. ANSA REPORTER: LA NUVOLA DI GALLIZZI E NEGRI; LA MORTE DI AGUANNO “Le mie più sentite condoglianze, e per favore dia alla sua famiglia un grande abbraccio da parte mia. Alberto D’Aguanno è stato un grande esperto che ha interpretato in modo impeccabile e accurato il lavoro dei giornalisti .

“La prematura scomparsa di Alberto d’Aguanno è discussa dal presidente e segretario generale dell’Ordine dei Giornalisti Lombardi, rispettivamente Giovanni Negri e Pierfrancesco Gallizzi. I membri dell’Associazione lombarda dei giornalisti, Negri e Gallizzi scrivono, “esprimono le nostre più sentite e sentite condoglianze a tutta la sua famiglia”. «Spontaneo e sorridente – proseguono Negri e Gallizzi – Ci piace quindi ricordare un amico e un collega che, passo dopo passo, è riuscito ad affermare le sue doti di grande cronista diventando un modello positivo del giornalismo lombardo e nazionale».

Per la famiglia CAPONE , D’AGUANNO era come un fratello. Il presidente dell’Unione Stampa Sportiva Italiana, Antonello Capone, ha espresso le condoglianze del sindacato a Mediaset e ai cari di Alberto D’Aguanno. La passione con cui giornalisti sportivi, atleti e tifosi ricordano Alberto D’Aguanno rivela molto dell’uomo che era. Capone una volta ha osservato: “Ci sono giornalisti che sanno entrare nelle case come amici di famiglia, raccontando fatti, personaggi e storie con l’umanità.

il sorriso, la profondità e l’umiltà di qualcuno di cui sai di poterti fidare e a cui dai piacevolmente ascoltando e credito.” Alberto D’Aguanno era uno di questi giornalisti e uomini. Per questo, ha detto il presidente dell’Ussi, “mia moglie Monica Gasparini, che è anche giornalista sportiva, e i nostri due figli piccoli, Fabio e Lucia, sono stati e continueranno ad essere confortati dalla gentilezza di sconosciuti che sanno tornare , dal profondo dei loro cuori, la fortuna che è stata loro concessa”.

Aveva una storia di malattia grave e un recente ictus, e aveva 55 anni.La comunità del giornalismo sportivo italiano è in lutto. Poche settimane fa Cesare Barbieri, originario della vicina Vigevano , è deceduto in una struttura sanitaria milanese per le complicazioni derivanti da un recente ictus e da una malattia di base contro cui combatteva da tempo. Non è stata ancora fissata la data del funerale. Barbieri è stato in grado di fare carriera grazie al suo amore per lo sport e per la scrittura.

Giornalista Morto Oggi

Da giovane ha iniziato la sua carriera a Radio Pavia e al settimanale locale “il Luned”, dove si è occupato di basket , calcio e telegiornale . Dopo gli esordi in tv locali e al magazine Nuovo calcio, è passato a reti nazionali come 7 Gold, poi Mediaset Premium, Sky e la piattaforma Tim. Attualmente è stato impiegato da Infront e dalla rivista di Serie B della Lega Calcio. La sua apertura verso gli altri e il suo atteggiamento positivo gli sono valsi alti elogi da colleghi e superiori. Amici e colleghi lo ricordano come una persona profondamente coinvolta nel successo del campione Roberto Boninsegna.

Lo ricorda con affetto Katia Serra, editorialista di Sky Sport sul calcio femminile: “Un amico, un uomo da amare, un’anima dal cuore grande che amava il calcio femminile”. Anche l’ex direttore di Milan Channel e voce della telecronaca rossonera Mauro Suma è stato toccato dal gesto, dicendo: “Ci siamo incrociati da giovani, condividendo aspirazioni, e poi ci siamo allontanati lungo i nostri rispettivi percorsi di vita. Caro Cesare, mi dispiace tanto.Riposi nella pace eterna”.

Ieri, all’età di cinquant’anni, è venuto a mancare il giornalista e storico Matteo Incerti. Presentando il suo libro “Gli indiani rossi che liberarono l’Italia”, si trovava in Canada. Un malore improvviso, contratto poco dopo il suo arrivo in campagna, lo avrebbe lasciato inerme.Incerti ha lavorato come giornalista nel gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle ed è stato uno dei primi attivisti in Emilia, qualche anno fa è stato protagonista di una storia diventata virale in Europa e negli Stati Uniti:

quella del soldato americano Martin Adler, che durante la seconda guerra mondiale scattò una foto di tre bambini di Monterenzio sull’Appennino bolognese che Adler riuscì a ritrovarli e finalmente incontrarli perché Incerti fece da tramite L’ultimo libro di Incerti racconta la storia di un gruppo di nativi canadesi che si offrirono volontari per il servizio militare durante la seconda guerra mondiale e finirono negli Stati Uniti.

Giornalista Morto Oggi
Giornalista Morto Oggi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!