Giorgio Armani Malattia

Spargi l'amore
Giorgio Armani Malattia
Giorgio Armani Malattia

Giorgio Armani Malattia -Armani ha avuto molta felicità e successo nella sua vita, in particolare nei suoi impegni professionali. Senza dubbio, l’azienda che ha costruito ha alcuni dei più alti riconoscimenti globali. È entrato a far parte di un mercato che non si era ancora sviluppato come lo è adesso, quindi il merito può essere dato anche alla sua lungimiranza.

Ha fornito a esquire.com un’intervista in cui ha dettagliato la motivazione specifica per la sua decisione di creare Emporio: “Negli anni ’80, i giovani sono diventati più visibili e indipendenti, ma le opzioni di guardaroba erano limitate. Niente seguì il culto nascente dell’etichetta Il divario di mercato era evidente, quindi ho deciso di colmarlo offrendo una linea che si è formata dalla mia attenzione agli sviluppi della società, a costi più ragionevoli.

La risposta è stata rapida e tremenda e da allora l’aquila è arrivata a rappresentare l’unità e il riconoscimento. Sono stato il primo a vedere il marchio come qualcosa di più di un semplice abbigliamento. Sebbene il suo lavoro gli abbia procurato sentimenti e consensi incredibili, l’eccezionale imprenditore ha purtroppo subito un duro colpo nella sua vita personale.

Sergio Galeotti, suo collaboratore di lunga data, è purtroppo andato via molti anni fa. L’individuo aveva un legame emotivo con il noto designer, di cui Giorgio ha ancora un bel ricordo. L’istituzione e la crescita dell’impero Armani furono molto aiutate anche da Sergio, che gli fornì sostegno spirituale e idee costantemente brillanti.

Purtroppo è scomparso nel 1985 alla prematura età di 40 anni a causa di una grave malattia. È stato abbastanza difficile per il piacentino di 87 anni dire addio al compagno dopo tanti anni felici di matrimonio. Secondo l’archivio di Repubblica Galeotti sarebbe morto nella sua casa milanese per insufficienza cardiaca.

Armani ha parlato brevemente del compianto stilista e architetto durante un’intervista a “Vanity Fair”, dicendo: “Tutto quello che ho fatto nella mia carriera, l’ho fatto per Sergio. Sergio si è preso cura di tutto per me. Uno dei rappresentanti internazionali della cultura italiana e fashion è Giorgio Armani, ha fondato una delle realtà più significative in Italia e il suo marchio è riconosciuto in tutto il mondo, la sua attività ha visto una crescita esponenziale dal 1975, raggiungendo grande popolarità e sfilando sulle passerelle di tutto il mondo.

Giorgio Armani Malattia

Il brillante stilista, come tutti gli altri, aveva aspettative modeste all’inizio, ma la sua audacia e lo spirito imprenditoriale lo hanno spinto in avanti, e per questo ha ottenuto diversi riconoscimenti da prestigiose organizzazioni italiane. A lui e ad alcuni altri designer che hanno trasformato l’idea di eleganza per l’Italia di essere l’avanguardia nel mondo della moda di oggi. Versatilità e vestibilità sono le caratteristiche chiave dei modelli Armani.

In realtà, sia squadre di calcio che noti vip hanno indossato i suoi abiti. Oltre a Christian Bale, Leonardo Di Caprio e Penelope Cruz, il suo marchio EA7 è stato utilizzato da altre squadre di calcio, tra cui il Napoli. Ma anche la vita di Giorgio fu ricca di eccessi e trionfi. Si è ripetutamente messo in pericolo per mantenere il suo modo di vivere selvaggiamente irregolare. Il suo corpo non ha più risposto come aveva fatto negli anni precedenti quando è cresciuta e la sua età è diventata evidente. In realtà, nella primavera del 2009, Giorgio Armani ha dovuto trascorrere 10 giorni in ospedale.

Sfortunatamente, l’epatite era piuttosto grave. Giorgio ha cercato di spiegargli cosa gli stava succedendo: “La mia salute è stata oggetto di enormi attenzioni. Ho quindi deciso di calmare gli animi nervosi tornando al mio modo schietto e franco di parlare con l’Ansa.

Giorgio ha osservato che in realtà soffriva di “epatite da intossicazione, una condizione indubbiamente comune ma che richiede tempo per riprendersi completamente”. Lo stilista ha discusso ancora una volta della sua malattia alla Vogue Fashion’s Night di Milano, dicendo: “Sto bene, magnificamente bene. Ho risolto il mio problema e i miei dati epatici sono praticamente perfetti, alcuni anche più perfetti, così posso smettere di prendere droghe.”

Ha parlato con la pubblicazione. C’è però da notare che lo stesso Giorgio ha ammesso di aver contratto l’epatite a seguito di alcuni cocktail che stava consumando in un’intervista al Wall Street Journal di qualche anno fa: “Il mio medico mi ha consigliato: sbarazzatevi di tutto quel m *** a cosa stai bevendo?” La vita di Giorgio Armani è stata sconvolta da una malattia particolarmente specifica. La straziante separazione gli ha spezzato il cuore.

Giorgio Armani ha trascorso molto tempo con un uomo che, purtroppo, è morto per una grave malattia. Hanno vissuto insieme dal 1966 al 1985. E nel 1985, lo stilista ha dovuto dire addio permanente a una parte molto significativa del suo cuore. È la stessa persona che ha prestato servizio in entrambe le capacità, sia come partner personale che come partner d’affari. Nel 1945 nasce nella città di Pietrasanta. Prende la decisione di iscriversi all’Università di Carrara, dove riesce a conseguire la laurea in architettura.

Nel 1966 incontra per la prima volta Giorgio Armani, e quell’incontro segnò l’essere

sbocciare un amore davvero appassionato. Nonostante avesse una differenza di età di 11 anni, la loro relazione non ha mai vacillato. Di conseguenza, le persone iniziano a separare le loro vite personali e professionali nel tempo. Sapevi chi era? La coppia ha fondato l’Armani Spa nel 1975, che lo stesso Armani descrive come il primo passo verso un’impresa molto significativa.

Non ero uno stilista e lui non era un manager quando siamo partiti. Ma ha persistito nei suoi sforzi per affermarsi come una personalità unica in questo mondo. Ha avuto l’idea di creare una struttura nuova di zecca che includesse solo la concettualizzazione e, occasionalmente, le vendite.

Giorgio Armani Malattia
Giorgio Armani Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!