Genitori Uccisi Dal Figlio

Spargi l'amore
Genitori Uccisi Dal Figlio
Genitori Uccisi Dal Figlio

Genitori Uccisi Dal Figlio – Benno Neumair, 31 anni, è stato condannato all’ergastolo dopo essere stato giudicato colpevole dell’omicidio dei suoi genitori insegnanti in pensione, Peter Neumair, 63 anni, e Laura Perselli, 68 anni, il 4 gennaio 2021. Il giudice ha accolto la richiesta dell’accusa di ergastolo per Benno, riconosciuto colpevole dell’omicidio del padre, Peter Neumair, e della madre, Laura Perselli.

Benno Neumair è stato condannato a tre anni di reclusione per il reato di soppressione di cadavere o per aver gettato nel fiume Adige i corpi dei genitori assassinati.La pena definitiva è quindi l’ergastolo, con un anno di isolamento diurno e l’interdizione permanente dai pubblici uffici. Flavio Moccia, l’avvocato di Benno Neumair, aveva già chiesto “attenuanti generiche” per il suo assistito.

Durante il suo intervento nell’aula di Bolzano, Moccia ha definito la richiesta di ergastolo dell’accusa “una condanna a morte. Cosa prevede la legge per i terroristi e altri delinquenti che non si fermeranno finché non avranno ottenuto ciò che vogliono. Cosa ha fatto Benno per meritarsi L’avvocato ha detto al giudice: “Sta a te decidere”. L’avvocato sostiene che “l’ergastolo è contrario al vero scopo della pena”, che, secondo la Costituzione, deve avere carattere riabilitativo.

Oggi il gip di Agrigento sarà chiamato a convalidare l’arresto operato in relazione al duplice omicidio dal pm Gloria Andreoli e dal suo sostituto Salvatore Vella.Già ieri pomeriggio, quando la sorella lo ha chiamato per dirgli di aver trovato i cadaveri, l’uomo avrebbe ammesso senza esitazione la sua colpa. E’ stato fermato mentre attraversava a piedi il centro di Racalmuto e portato in caserma, dove era già stata interrogata la sorella.

Avrebbe insistito più volte durante l’interrogatorio che le due persone nella foto non sono i suoi genitori biologici. Ha ammesso di “usare droghe”, in particolare “crack”, e di “vedere i fantasmi”. Ha detto: “Li ho uccisi, potevo sentire delle voci rimbombare nella mia testa”, e poi è svenuta. A partire dal pomeriggio di ieri, il detenuto si era cambiato i vestiti macchiati di sangue e stava vagando per il paese prima di essere localizzato.

Adesso è stato ricoverato in ospedale. Gli analisti hanno concluso che ha problemi psicologici. Il duplice omicidio è probabilmente avvenuto durante una discussione particolarmente accesa tra i membri della famiglia.A lanciare l’allarme ieri pomeriggio è stato uno dei sei figli della coppia, che ha scoperto i corpi dei genitori in una pozza di sangue nell’appartamento di uno degli edifici di edilizia popolare di via Rosario Livatino. Giuseppe Sedita aveva 66 anni e Rosa Sardo 62.

Peter e Laura Neumair erano una coppia italiana che viveva a Bolzano. Il loro figlio Benno li ha assassinati.

Sul pavimento del soggiorno, Giuseppe e Rosa erano abbracciati l’uno all’altra. Ieri è stata una giornata felice per la famiglia Sedita, in quanto lui, operaio forestale, è andato in pensione. Tuttavia, secondo i vicini, all’interno della casa c’erano stati continui combattimenti per giorni.Gli esami iniziali suggerivano che l’omicidio fosse avvenuto qualche tempo prima che i corpi fossero scoperti perché il sangue schizzato nella stanza si era già rappreso.

L’autopsia, tuttavia, stabilirà esattamente quando è avvenuta la morte.Il medico legale è certo che sia stato utilizzato un coltello affilato per uccidere la coppia perché intrappolata all’interno della loro abitazione.Un macabro omicidio è avvenuto solo poche settimane fa nell’agrigentino. Il paziente Adriano Vetro ha sparato e ucciso il dottor Gaetano Alaimo, un cardiologo, nell’ufficio di Alaimo.

Con una pistola che aveva rubato, l’assassino ha sparato e ucciso il medico che si era rifiutato di dargli il certificato necessario per rinnovare la patente. Da quanto si è raccolto, Vetro aveva gravi problemi di salute mentale.Tragicamente, l’attività criminale si è verificata all’interno dei nostri confini. Due persone sono state assassinate in un unico nucleo familiare.

Genitori Uccisi Dal Figlio

I Carabinieri mi hanno comunicato che l’indagato è stato arrestato e che ora sta collaborando alle indagini. Come sindaco di una città scossa da questa terribile notizia, voglio esprimere la mia gratitudine ai carabinieri che hanno risposto in modo così rapido ed efficace, placando i timori dei cittadini”.I bolzanini Peter e Laura Neumair, che erano una coppia sposata, furono assassinati dal figlio Benno.

Hanno cercato gli assassini del figlio per 100 giorni prima di essere catturati e gli assassini hanno confessato di averlo ucciso due volte.Sia Peter Neumair, 63 anni, che sua moglie, Laura Perselli, 68 anni, erano educatori. Quando sono andati in pensione, hanno iniziato a fare escursioni. L’appartamento della coppia si trovava in un elegante palazzo di Bolzano in via Castel Roncolo, al numero 22.

Hanno cresciuto una coppia di giovani come genitori. Benno, 30 anni, e Madè, 26 anni, vivevano entrambi con loro ed erano medici che si erano formati in ortopedia a Monaco di Baviera.L’indagine sulla scomparsa dei coniugi ha rivelato un rapporto teso tra Benno ei suoi genitori, in particolare suo padre. Quella della madrei messaggi ai suoi amici hanno rivelato la sua crescente ansia per il deterioramento della dinamica tra lui e il padre di suo figlio.

Benno Neumair, neolaureato in scienze motorie e supplente di matematica in una scuola media di Bolzano, si era originariamente recato alla caserma dei carabinieri il 5 gennaio 2021 per denunciare la scomparsa dei genitori. Ma è stata la figlia a lanciare l’allarme quando si è accorta di non poter raggiungere la madre.Immediato è stato l’avvio delle ricerche dei due coniugi e delle indagini.

I Ris hanno scoperto le prove che Benno, come asserito nell’atto di accusa, avrebbe tentato di rimuovere dall’abitazione di via Castel Roncolo utilizzando l’acqua ossigenata durante i primi sopralluoghi. La Volvo è stata fermata dagli investigatori appena fuori da un autolavaggio e nel bagagliaio è stata scoperta una bottiglia di acqua ossigenata. Benno era al volante e il suo passeggero era un amico con cui aveva iniziato a uscire da poco; aveva vent’anni.

Genitori Uccisi Dal Figlio
Genitori Uccisi Dal Figlio

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!