Genitori Di Elena Del Pozzo

Spargi l'amore
Genitori Di Elena Del Pozzo
Genitori Di Elena Del Pozzo

Genitori Di Elena Del Pozzo – Mattino5 su Canale 5 riporta le ultime notizie su Elena Del Pozzo. Ieri si sono svolti i funerali della bambina di Martina Patti. Martina Patti ha ucciso la figlia, Elena Del Pozzo, a Catania, in Sicilia, e Mattino5 torna per indagare. Applausi per la bambina al suo funerale nel Duomo di Catania, gremito di persone in lutto, oltre a cori che intonavano “Assassin” contro la madre. «Come giudici siamo sempre pronti a lapidare e chi sbaglia è un altro a condannare», ha detto l’arcivescovo che ieri ha presieduto la sepoltura di Martina Patti. La cosa peggiore che può capitare a una madre, a un padre o a un adulto è ferire un bambino. È come se Elena stesse dicendo: “Tieni i bambini fuori dai tuoi disaccordi” tramite me.

Flaminia Belfiore, inviata di Mattino5, ha riferito che la strategia di difesa dell’avvocato Gabriele Celesti, che rappresenta Martina Patti, non ha ancora richiesto la perizia psichiatrica, ma sta valutando le condizioni con uno psichiatra e si riserva il diritto di farlo, non è certo che andremo alla perizia psichiatrica. Sulla sepoltura di Elena Del Pozzo c’è stata insieme tristezza e indignazione, con centinaia di persone presenti e migliaia di follower sui social. Se non vuoi che le telecamere entrino, puoi semplicemente guardarle su YouTube.

Sorsero insulti e voci secondo cui Martina Patti si trovava nella cappella, il che era una vera bufala perché incarcerata, isolata e sotto osservazione. Alcuni individui sarebbero saltati in un’auto con a bordo i genitori di Martina Patti, i suoi nonni materni, per allontanarsi dalla situazione. Tuttavia, la stragrande maggioranza delle persone è rimasta cortese e si è stretta intorno ai propri cari in segno di sostegno. Padre Alessandro non era presente, ma lui e i suoi cari hanno assistito al funerale da un balcone vicino. uno stratagemma mediatico Il padre di Elena Del Pozzo, Alessandro, ha raccontato agli investigatori che la madre di sua figlia, Martina Patti, aveva indicato davanti a lei che avrebbe ostacolato il caso con un avvocato.

La testimonianza agli inquirenti del padre di Elena Del Pozzo, Alessandro, è stata presentata su “Chi l’ha visto”, trasmissione di Rai Tre condotta da Federica Sciarelli mercoledì sera, 22 giugno 2022. In particolare ha parlato del suo rapporto con la madre del figlio, dicendo: “La relazione si è conclusa lo scorso aprile per mia volontà. Anche se la strana condotta di Martina ha iniziato a emergere dopo che ho iniziato un coinvolgimento amoroso con un’altra signora, la nostra relazione era ora pacifica” Per ulteriori informazioni, consultare il seguente link:

Genitori Di Elena Del Pozzo

Martina ha pubblicato un video di se stessa con un maschio pochi istanti dopo che avevo postato un’istantanea di me e del mio nuovo compagno su WhatsApp. Appena Martina ha mostrato a nostra figlia una foto di me e del mio nuovo compagno, mi ha detto che il bambino era infuriato. Dopo aver mostrato al giovane una foto della madre e di un altro uomo, Martina si è detta in apprensione “E’ vero. Il padre di Elena Del Pozzo, Alessandro, ha rivelato alla figlia, davanti a Martina Patti, di essere stato contattato telefonicamente da Martina. Patti durante la diretta di ‘Vedi che tuo padre è matto?’ ha chiesto. mentre mi parlava. Il mio avvocato sarà il prossimo.’ Il motivo per cui credo che io e Martina rimaniamo romanticamente legati è per questo.

Patty ammette di aver ucciso la bambina e l’autopsia riporta che Patti “ha inflitto più pugnalate e tagli a sua figlia”. Non dimentichiamolo. Dopo l’infortunio di Elena, non riuscivo a ricordare nient’altro a causa della mia riluttanza a guardare indietro. Non sono sicuro di come abbia reagito la ragazzina quando l’ho schiaffeggiata; potrebbe essere stata sveglia in quel momento, ma la mia memoria è confusa”. Martina Patti, 23 anni, ha ucciso la figlia di 5 anni Elena Del Pozzo a luglio dopo averla accoltellata 11 volte. Solo pochi “non ricordo” s emergono dalle conversazioni con la madre. Per finire, “Non ricordo perché mi sono girata e non volevo vedere” è un addendum drammatico. È stato rivelato che l’arresto della donna è stato convalidato in base a questa ordinanza Martina Patti deve restare in carcere per mancanza di rimorsi della madre, secondo il tribunale che ne ha confermato la carcerazione.

È Daniela Monaco Crea, il gip, a cercare di capire anche l’angoscia della vittima. Ha accoltellato la figlia, che era stata vittima di una morte terribile, numerose volte.” Tutto fa pensare che la madre avesse intenzione di uccidere il figlio ed era un atto premeditato da parte sua; era particolarmente sanguinaria e forse lenta nei suoi atti «Secondo il Corriere della Sera, scrive in quest’ordine. Perché? Perché la morte di un bambino è innaturale, disgustosa, eticamente inaccettabile e terribile, per non parlare del fatto che è un reato estremamente grave quando viene commesso in giovane età quando il bambino non è in grado di difendersi”.

accettabile in ogni contesto… indice di un forte istinto criminale e di un alto grado di pericolo”, prosegue duramente contro la madre che ha mentito per alcune ore ma poi è crollata e ha confessato tutto. Il rapimento è stato messo in scena con estrema lucidità, e Martina non ha mostrato sintomi di colpa o rimorso: “… Elementi che indicano un certo livello di insensibilità, destrezza e totale mancanza di rimorsi “.. Se non viene arrestata, “Potrebbe scappare”, dice , perché la descrive come “lucida e calcolatrice”.

Martina Patti ha già tentato di “inquinare” le prove fin dai momenti successivi all’omicidio, quando ha inscenato il falso sequestro, che ha ostinatamente sostenuto con familiari e investigatori, e potrebbero continuare se venisse rilasciata, tenendo conto che le indagini sono ancora in fase iniziale e che devono essere verificati il luogo e l’ora del delitto;

Genitori Di Elena Del Pozzo
Genitori Di Elena Del Pozzo

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!