Francesco Trussardi

Spargi l'amore
Francesco Trussardi
Francesco Trussardi

Francesco Trussardi – All’Isola d’Elba possedeva una magione dove spesso ospitava persone per svago. Lui e la moglie Maria Luisa Gavazzeni ebbero quattro figli insieme: Beatrice, Francesco, Gaia e Tomaso, due maschi e due femmine. Ha collaborato con lui per tutto il tempo come direttore creativo dell’azienda. Amava pilotare il suo aereo privato Citation II e aveva una passione sia per i motoscafi che per gli aeroplani.

Il 13 aprile 1999 Nicola Trussardi è rimasto ucciso in un incidente automobilistico dopo aver perso il controllo della sua Mercedes mentre viaggiava sulla Tangenziale Est di Milano. Il corpo di Trussardi fu sepolto nella tomba di famiglia nel fastoso cimitero di Bergamo.un terribile incidente. La sua Ferrari ha lasciato il marciapiede. In un incidente, Francesco Trussardi pasini via. Assunse il controllo degli affari.

In Piazza della Scala, proprio di fronte al rinomato teatro milanese, Trussardi vi ha stabilito i suoi spazi nel 1996. Oltre al negozio Trussardi, l’edificio dispone anche di uno showroom, un bar e un ristorante. I locali sono stati acquistati nel 1989 e, nel corso di sette anni, Nicola ha speso circa 67 milioni di dollari per ristrutturare l’edificio.

un progetto che è stato ritardato per un po’ a causa di un disaccordo con il governo locale. I due artisti olandesi Ben Van Os e Rainer Van Brummelen ricostruirono il palazzo in stile neomanierista dopo che fu costruito nel 1876. I 150 disegni inediti di Pablo Picasso furono inizialmente esposti nel castello nel 1996.

È morto, proprio come suo padre Nicola, scomparso nel 1999.Come suo padre Nicola, è morto mentre guidava la sua automobile a Bergamo. Francesco Trussardi, 29 anni, primogenito dell’azienda che ha assunto la direzione dopo la scomparsa del padre nel 1999, è morto questa mattina a Telgate, in provincia di Bergamo. Alla guida della sua Ferrari era lui. E da solo. L’incidente d’auto non ha testimoni oculari.

Secondo una ricostruzione preliminare, Francesco Trussardi potrebbe aver perso il controllo del suo veicolo a causa della sua elevata velocità prima di scontrarsi con un palo della luce in cemento armato. Durante la guida nel traffico, alcuni conducenti hanno prestato soccorso e dato l’allarme. In poco tempo sono arrivati ​​i soccorritori su un’ambulanza del 118, una ruota stradale e un mezzo dei vigili del fuoco.

Francesco Trussardi poteva finalmente essere liberato dalle lenzuola dopo tanta fatica, ma non aveva niente da fare.Trussardi, l’amministratore delegato dell’azienda di moda fondata dal padre, è appena arrivato a casa dopo aver trascorso la serata con gli amici. Tra Palazzolo e Telgate, sulla provinciale 86, ha perso il controllo del mezzo. Le quattro del mattino. Il percorso è piccolo e delimitato da pali dell’illuminazione pubblica particolarmente vicini tra loro nel punto in cui è avvenuto l’incidente.

Questa sera, secondo diversi testimoni, la strada sarebbe stata anche ricoperta da un sottile strato di ghiaccio.Dopo l’approvazione del gip, la salma è stata prima radunata nell’obitorio di Telgate e poi trasferita a casa dei Trussardi nel primo pomeriggio. La nuova tragedia che ha colpito la famiglia ha richiesto la massima discrezione. Il Trussardi ha rivolto ai media in un comunicato «la preghiera per rispettare la propria privacy in questo momento e per ridurre la cronaca della tragedia.

da cui è stato colpito, senza concentrarsi su troppi dettagli, pur mantenendo l’autonomia e la libertà di informare. La famiglia esprime il desiderio di poter stare da sola con la propria tristezza e di osservare nel modo più riservato i funerali di Francesco, chiude la nota».Nel 1970, ha rilevato l’amministrazione dell’azienda di famiglia e l’ha trasformata in un marchio riconosciuto a livello internazionale da un piccolo laboratorio di fabbricazione di guanti.

In suo onore è stata creata la Fondazione Nicola Trussardi. Il 14 aprile 1999 Trussardi rimase ucciso in un incidente automobilistico dopo aver perso il controllo della sua Mercedes e sbattuto contro il bordo dell’uscita Cascina Gobba mentre percorreva la Tangenziale Est di Milano. Quattro anni dopo, all’età di 27 anni, anche suo figlio Francesco perirà in un incidente stradale mentre guidava la sua Ferrari 360.

Francesco Trussardi

Nicola Trussardi inizia a lavorare per l’azienda di famiglia nel 1970 dopo che suo nonno Dante Trussardi l’ha fondata come laboratorio artigianale di guanti nel 1910. Dopo la morte del padre verso la fine degli anni ’70, Nicola prende le redini dell’attività, facendone una delle le case di moda più significative d’Italia. Nicola Trussardi ha anche intrapreso una serie di altri progetti, tra cui la costruzione del Palatrussardi a Milano.

che ha ospitato importanti concerti pop e rock di artisti come Frank Sinatra, Liza Minnelli e Sammy Davis, Jr. Ha anche contribuito alla sviluppo della Innocenti Mini. Beatrice Trussardi è presidente della Fondazione Nicola Trussardi, organizzazione no-profit dedicata alla promozione dell’arte e della cultura moderna. Dal 2003 la Fondazione ha concentrato i propri sforzi nell’organizzazione di eventi e mostre di breve durata di arte contemporanea negli spazi pubblici milanesi.

Nel 2009 la Fondazione ha anche partecipato alla mostra curata da Daniel Birnbaum alla Biennale di Venezia, rendendo possibile la realizzazione dell’imponente installazione sonora di Roberto Cuoghi. Il decimo anniversario della Fondazione è stato commemorato alla Biennale di Venezia 2013.Ideata e sostenuta anche da Nicola è stata ideata e sostenuta anche la proposta “Città della Moda”.

una regione di Milano dove stilisti e produttori potevano avere le proprie boutique e che potesse ospitare tutte le sfilate e gli eventi rilevanti per la città. Dopo la morte di Nicola, il progetto è stato sospeso, ma è stato recentemente ripreso e realizzato nel quartiere milanese di Garibaldi-Repubblica.Nicola Trussardi fu un appassionato collezionista di belle sculture e un fervente promotore della cultura milanese.

Francesco Trussardi
Francesco TrussardiFrancesco Trussardi

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!