Francesco De Gregori Malattia

Spargi l'amore
Francesco De Gregori Malattia
Francesco De Gregori Malattia

Francesco De Gregori Malattia – È un cantante, cantautore e musicista italiano Sinestesia e metafora sono prevalenti nei suoi testi, che includono passaggi di ispirazione personale, letterario-poetica ed etico-politica che fanno riferimento all’attualità e alla storia. È uno dei più importanti cantautori italiani di tutti i tempi e le sue canzoni incontrano musicalmente una varietà di suoni, dal rock al cantautorato, con occasionali riferimenti alla musica popolare. Sebbene preferisca essere conosciuto semplicemente come un “artista”, viene spesso definito un cantautore e poeta.

È anche uno degli interpreti più elogiati dal Club Tenco, avendo ricevuto dall’organizzazione sei tavole Tenco e un Premio Le parole della musica. Vice comandante partigiano delle Brigate Osoppo, suo zio paterno Francesco fu assassinato a Porzûs da i combattenti comunisti delle Brigate Garibaldi nel 1945. Era figlio del bibliotecario Giorgio Grechi e dell’insegnante di lettere Rita Grechi. Quando l’alluvione colpì Firenze nel 1966, all’età di 15 anni, suo padre e suo fratello maggiore si recarono in soccorso dei pescaresi colpiti, dove avevano vissuto nei due anni precedenti.

Inoltre, ha iniziato a suonare la chitarra nel 1966. La sua prima canzone originale, sempre dello stesso periodo, racconta la storia di un disoccupato che cerca un lavoro al Colosseo ma cade e muore. ‘La prima esperienza di Francesco di suonare davanti a un pubblico avviene grazie al fratello maggiore Luigi, che interpreta Ludwig al Folkstudio su base settimanale. di un pubblico. Era un giorno dei primi mesi del 1969 quando Francesco costrinse il fratello ad ascoltare la nuova canzone che aveva appena scritto, Buonanotte Nina, che si ispirava in parte alla canzone di Fabrizio De André, tranne che suonata al contrario. Dopo che Luigi la cantò bene al Folkstudio, chiese a suo fratello Francesco di cantarla la domenica successiva, e Francesco acconsentì.

La sua permanenza al Folkstudio De Gregori lo ha portato a contatto con vari musicisti, tra cui Caterina Bueno, Antonello Venditti, Mimma Locasciulli, Giovanna Marinuzz, Ernesto Bassigni e Giorgio Lo Cascio, tra gli altri. In una certa misura, il duo Francesco e Giorgio è come Simon e Garfunkel, comprese le canzoni di Bob Dylan e Leonard Cohen nel loro repertorio, per un breve periodo. Francesco suona al Folkstudio con Lo Cascio, Antonello Venditti ed Ernesto Bassignano nell’ambito di un programma chiamato “The Young People of Folk”, e l’acronimo sarà utilizzato dai quattro musicisti in tutto il resto d’Italia. Quando Antonello Venditti canta le famose parole di apertura “Ricordo quattro ragazzi con la chitarra e una tastiera in spalla”, ricorda il gruppo.

De Gregori incontra Caterina Bueno mentre suona al FolkStudio e decide di dedicarle il brano. Giovanna Marini offre Caterina De Gregori, che accetta; nasce la prima tournée del giovane cantante romano in Toscana. Caterina, anni dopo, cerca un chitarrista per quell’estate in cui incontra Giovanna Marini. Degno di nota è il fatto che la stessa Bueno abbia insistito per dividere i soldi di ogni concerto tra lei ei suoi due chitarristi. Verso la fine del 1971, Cercò di collegare Giovanna Marini con I dischi del sole di Vincenzo Micocci, e di conseguenza, Giovanna Marini organizzò un’audizione per De Gregori e Lo Cascio.

Per l’audizione fu preparata una lacca di quattro canzoni, tra cui Il partigiano, la signora Aquilone e ho cercato di dirvelo e Micocci, colpito dai brani, offrì loro un contratto discografico. È importante tenere presente che la versione cantata da De Gregori dal vivo, con il verso “me l’ha detto”, fratello, è cattivo come Dio”, sarà cambiata in “è vecchio come Dio” nella registrazione della signora Aquilone. Come Lo Cascio rivela nella sua biografia di De Gregori che i due si separarono per un viaggio di ricompensa in Ungheria che Lo Cascio rifiutò (perché era impegnato a pianificare il proprio matrimonio) In questo viaggio, De Gregori si offre di portare Venditti con sé, e i due decidono per formare la propria partnership musicale, cosa che hanno fatto, e hanno pubblicato il loro album di debutto.

Francesco De Gregori Malattia

Nonostante il titolo del disco, in realtà è anche il nome del duo: comprende alcuni brani precedentemente eseguiti al Folkstudio, come Signora aquilone e Dolce Signora che bruci di De Gregori, La casa del pazzo di De Gregori / Lo Cascio, Roma capoccia, Sora Rosa e Ciao uomo di Venditti. Anche le successive ristampe del disco furono chiamate Roma capoccia. Sia Edoardo de Angelis che Carla Vistarini hanno collaborato a lungo con De Gregori ai suoi primi due album da solista e ai dischi di debutto di giovani colleghi informatici come Amedeo Minghi, per i quali hanno scritto alcuni testi, mentre altri sono stati scritti da Carla Vistarini. Collaborano inoltre con Minghi al romanzo Il mio mondo, il mio giardino, che scrivono per Marisa Sannia. Il primo faccia a faccia di Lucio Dalla avviene in questi anni.

Partecipa alla popolare manifestazione Un Disco per l’Estate con il brano Alice, spinto dai meccanismi della promozione musicale, e finisce ultimo, ma l’operazione va a buon fine e permette il suo esordio.t album per avere una minore consapevolezza. Di conseguenza, Alice non sa è il nome dell’album di debutto da solista di De Gregori, uscito nel 1973. La critica lo adora per la sua qualità ermetica. Nonostante il suo aspetto delicato, De Gregori sembra essere partecipe delle emozioni che lo circondano in questa prima. la storia del Novecento sembra fare da sfondo sia ai brani che più chiaramente vi si riferiscono sia ai brani di carattere più esistenziale, la voce fragile ma penetrante intona versi vividi ma sfuggenti Una volta che De Gregori ha utilizzato il ritratto femminile, ha inizia a sfruttare un altro dei suoi cliché più popolari: tuttavia, il pubblico in generale non sembra apprezzare questo album unico, che è allo stesso tempo leggero e ricco di sfumature musicalmente.

Francesco De Gregori Malattia
Francesco De Gregori Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!