Figlia Rita Pavone Foto

Spargi l'amore
Figlia Rita Pavone Foto
Figlia Rita Pavone Foto

Figlia Rita Pavone Foto – Da quando aveva solo 18 anni, Rita Pavone è stata una forza dominante nell’industria dell’intrattenimento. La cantante è scomparsa dalla vista del pubblico qualche anno fa, una decisione che risale al 2006 ndr, ma da allora ha subito una trasformazione significativa. In effetti, questo è lo stato attuale delle cose. Nel 2006,

Rita Pavone ha annunciato il suo ritiro dall’industria dell’intrattenimento. Le sue motivazioni vanno dalle preoccupazioni emotive e fisiche alle attività creative e professionali. È entrata in questo mondo nel 1945, a Torino, da una famiglia modesta, e lì ha trascorso la sua vita, lontano dai riflettori. Con l’aiuto e l’incoraggiamento del padre Giovanni, che ne ha riconosciuto il talento,

ha debuttato in uno spettacolo per bambini chiamato Telefoniade al Teatro Alfieri di Torino. Lo spettacolo fu commissionato dall’allora compagnia telefonica nazionale Stipel. Da allora la sua carriera è in ascesa. Un giovane lavoratore che è anche, soprattutto, una persona creativa. Il suo talento musicale e il suo spirito fantasioso furono presto riconosciuti,

inizialmente da coloro che già la conoscevano e credevano in lei. Alla fine segue il consiglio di diverse persone e si esibisce al primo Festival degli Sconosciuti di Ariccia del 1962, dove trionfa cantando canzoni dal catalogo di Mina. Sponsor del festival era il cantante Teddy Reno, che avrebbe poi sposato in Svizzera. Poiché esiste una differenza di età così ampia tra loro,

il loro accoppiamento ha suscitato molti dibattiti e polemiche. Teddy Reno era anche l’orgoglioso marito di Vania Protti e padre del loro bambino quando questa storia ha luogo. Che non abbia seguito il suo sogno e si sia trasferito negli Stati Uniti per dedicarsi al canto è il suo più grande rimpianto. Afferma:

“Il dispiacere è che mio padre non mi ha dato il permesso di rimanere negli Stati Uniti”. Dato che avevo solo 18 anni quando la maggiore età legale era 21, non avevo scelta. Anche se Teddy era già il mio manager personale, non potevo trasferirmi senza l’approvazione dei miei genitori. È così che si scrive, ma sono stato cinque volte all’Ed Sullivan Theatre e ho visto esibirsi Ella Fitzgerald e Duke Ellington. Inoltre,

il padre è la prima persona a sostenere e incoraggiare gli sforzi professionali del figlio. Il mio unico rammarico è di non essere rimasto negli Stati Uniti per imparare l’etica del lavoro americana. Eppure, la vita aveva altri piani. Rita Pavone è sempre stata una persona molto interessante da conoscere meglio. Rita è cambiata un po’ quando era piccola e la sua carriera è decollata e ora che è adulta,

ma non molto. Non ha perso il suo atteggiamento positivo o il suo comportamento brillante; i suoi enormi occhi sono ancora luminosi e il suo sorriso è ancora caldo. Lascia che Rita viva per sempre! Sono state molte le persone comuni che sono venute alla Chiesa degli Artisti a Roma per rendere omaggio a Lina Wertmuller, morta il 9 dicembre all’età di 93 anni, così come i suoi familiari,

https://youtu.be/bDbSbMk4AUg
Figlia Rita Pavone Foto

amici e colleghi. Maria Zulima, la figlia del regista, e il suo fidanzato, Alessandro Santoni, sono umani, e i loro sentimenti e il loro dolore sono riconoscibili. La figlia di Lina l’ha raggiunta sul palco nel 2020 quando ha accettato l’Oscar alla Carriera che sua madre le aveva dedicato. Anche Massimo Wertmuller, nipote del regista, si è trasferito e ha tastato le acque.

Tra i partecipanti c’erano Rita Pavona e Giancarlo Giannini, che hanno lavorato con Lina Wertmuller nel musical cult Rita La Zanzara (sotto lo pseudonimo di G. Brown), ma che da allora hanno associato il nome di Wertmuller a produzioni molto più grandi. Il Diario di Gianburrasca della Rai, interpretato da Rita Pavone e diretto da Lina Wertmuller. Invece,

i suoi lavori più noti hanno come protagonista Giancarlo Giannini, tra cui il film candidato all’OscarPasqualino Settebellezze , Sopraffatto da un destino insolito e Mim Wounded Metallurgical in Honor . L’anno di nascita di Rita Pavone, 1945, è accreditato a Torino.Mostra i primi segni di sviluppare un amore per la musica e la danza,

interessi che sono stati incoraggiati da suo padre. Nel 1959, è apparsa per la prima volta sul palco in una commedia per bambini quando ha cantato una parodia di “Swanee” di Al Johnson. Trova lavoro come commessa in un negozio di camicie e trascorre le domeniche cantando alle feste studentesche, nelle balere di periferia, e persino nei locali notturni e nei teatri di vaudeville di Torino.

Il suo repertorio comprende le opere di artisti come Bobby Darin, Frankie Avalon, Jerry Lee Lewis, Elvis Presley, Paul Anka, Brenda Lee, Bobby Rydell, Pat Boone e Fabian. Fa anche tournée con un gruppo folk hawaiano, cantando al posto di un membro malato del gruppo. Dopo essere stata rifiutata dalla RCA, dalla RAI e dalla discoteca Olympia di Milano nel 1961,

rinunciò alla canzone. Il successo del 45 giri porta Pavone al debutto televisivo in ottobre. Interpreta da sola “La Partita di Pallone” e “Amore Twist” con il giovane artista Gianni Morandi nello spettacolo “High pressure”. Entrambe le canzoni sono state scritte da Edoardo Vianello e Carlo Rossi e arrangiate da Luis Enriquez Bacalov. L’album di debutto di Rita Pavone, RITA PAVONE,

includeva i singoli “Come ti non c’è nessuno” e “Alla mia età”, oltre al suo ruolo di ospite fissosu “Studio Uno”. Rita ha fatto il suo debutto sullo schermo nel film del 1963 “Clementine Cherie”, anche se in un ruolo molto minore. Lei inizia il suo tour con i Rokes a marzo, e lui registra il suo secondo album, NON IT’ EASY TO HAVE 18 YEARS, a giugno; il nuovo 45 giri contiene la title track dell’album sul lato A, e in estate esce il 45 giri “Cuore”,

che ha venduto più di un milione di copie. Rita ha registrato un album in inglese per il mercato americano a New York nel gennaio 1964 intitolato “The International Teen-age Sensation”; il lancio a 45 giri, “Remember Me”, debutterà al numero 26 della classifica “Billboard” dopo essere stato presentato all'”Ed SUllivan Show”. Nell’ottobre del 1964, Rita Pavone pubblicherà il suo secondo album in studio negli Stati Uniti, intitolato “Small Wonder”.

Figlia Rita Pavone Foto
Figlia Rita Pavone Foto

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!