Ferrieri Caputi Famiglia

Spargi l'amore
Ferrieri Caputi Famiglia
Ferrieri Caputi Famiglia

Ferrieri Caputi Famiglia – Dopotutto, la 31enne livornese Maria Sole Ferrieri Caputi sapeva che il suo debutto come arbitro di Serie A sarebbe stato esaminato e valutato non solo dal suo designatore Rocchi. Domenica al Mapei Stadium, quando il Sassuolo ha battuto 5-0 la Salernitana, la squadra toscana non poteva esordire meglio nella massima serie.Non ci sono state battute o momenti di tensione tra giocatori e allenatori, e il VAR ha confermato che è stato dato il giusto giudizio per assegnare un calcio di rigore ai neroverdi.

“Si è comportato bene e spero che facciano bene anche gli altri che fanno il test per la Serie A, perché hanno qualità e hanno dimostrato sul campo in Serie B di meritare il massimo livello, come spiega il designatore Rocchi alla domanda sull’arbitraggio di Maria Sole. Non stiamo facendo loro alcun favore soffermandoci più su questo problema.”Dato che Ferrieri Caputi sarà l’arbitro del prossimo Mondiale Under 17 femminile, dovrà nascondersi per un po’ “Per circa un mese staremo senza di lei, e questo mi rende triste”,

dice Rocchi, aggiungendo che prima di partire il livornese ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport in cui ha raccontato come la sua voglia di maternità sia difficile da conciliare con l’arbitro, in un contesto di sacrifici diversi da quelli richiesti agli uomini: “Le rinunce sono continue, Penso alle difficoltà della maternità, e lo dico in modo sano, perché spero un giorno, ma in questo momento non sono ancora del tutto pronta, fortunatamente non è un carico enorme, però come atleti spesso dobbiamo fare una scelta tra le nostre famiglie e le nostre carriere. Potremmo anche fare progressi su questo”.

È qualcosa di cui si parla al lavoro perché è qualcosa di cui ci occupiamo ogni giorno, come ha elaborato Ferrieri Caputi. Ci sono alcune scelte o sacrifici che i maschi non dovrebbero mai fare e dobbiamo tenerne conto quando ne facciamo di nostri. Gran parte delle gravidanze sul posto di lavoro sono intenzionali. in un anno senza grandi competizioni internazionali. È ancora un pensiero in più, che toglie la sua naturalezza, ma è almeno comodo e sportivo. Il mio modello, Carina Vitulano, ha realizzato entrambe le cose, ma”.

E ora la Toscana porta questa linea di pensiero oltre il regno del calcio: “Non mi piace la valutazione costante della propria estroversione e introversione, a cui le donne sono particolarmente vulnerabili. Non è una cosa che succede nel calcio o nell’AIA, ma accade nel mondo reale. E se tutto questo sta portando a un mondo “maschile” come il calcio, allora sento di dover stare sempre in guardia. Per una società più progressista, prego di essere valutato per il mio lavoro come arbitro piuttosto che del mio genere”.

Ferrieri Caputi Famiglia

Maria Sole è appena uscita dal frullatore; è soddisfatta per il momento, ma sta già puntando sul prossimo traguardo “Troppo in fretta, non ho ancora avuto il tempo di fermarmi. Ho solo bisogno di qualche secondo tranquillo per prendere tutto. Serve una descrizione per il prima apparizione? Anche mentre mettevo piede in campo, non credevo ancora ai complimenti che mi venivano lanciati: belli. Forse gli Europei e il prossimo Mondiale”.Maria Sole Ferrieri Caputi, prima arbitro donna in Serie A, deve aver passato una bella giornata.

Domenica è stata protagonista della gara del Sassuolo contro la Salernitana, vinta 5-0 dagli emiliani. Un esperimento ritenuto di grande successo dagli alti funzionari dell’Aia per il fatto che ha contribuito a risolvere casi senza dubbio difficili. Da nuovo arbitro di Serie A, hai dato il tuo pensiero al Corriere dello Sport. Divenuta prima arbitro donna in Serie A, Maria Sole Ferrieri Caputi ha detto al CorSport di aver dovuto mollare molto. Le esenzioni, ha detto Caputi, “sono in corso e non finiranno qui”. C’è una collina insormontabile di difficoltà da superare.

In modo sano, contemplo le sfide della genitorialità, vale a dire che non le contemplo in questo momento. Spero un giorno, ma non sono sicuro di essere abbastanza pronto per impegnarmi in questo momento. Tuttavia, come atleti, spesso dobbiamo fare una scelta tra le nostre famiglie e le nostre carriere. È possibile che anche su questo possiamo fare progressi”.Sui rapporti di lavoro: “Ogni giorno ci viene presentato questo tema, ma non è nuovo. Certi sacrifici, o scelte, che gli uomini non dovrebbero mai fare, vanno valutati rispetto a quelli che siamo disposti a fare”.

Un’ultima argomentazione di base: “Nell’interesse del progresso sociale. Guarda i tuoi risultati, non il tuo aspetto”. Maria Sole Ferrieri Caputi, la prima donna ad arbitrare una partita di Serie A, deve aver passato una bella giornata. Domenica è stata protagonista della gara del Sassuolo contro la Salernitana, vinta 5-0 dagli emiliani. Un esperimento ritenuto di grande successo dagli alti funzionari dell’Aia per il fatto che ha contribuito a risolvere casi senza dubbio difficili.

Da nuovo arbitro di Serie A, hai dato il tuo pensiero al Corriere dello Sport. Divenuta prima arbitro donna in Serie A, Maria Sole Ferrieri Caputi ha detto al CorSport di aver dovuto mollare molto. Caputi dice: “Le deroghe are continua e non si fermerà qui.” “C’è una montagna di sfide da scalare. Rifletto e discuto apertamente le sfide della maternità,

Ferrieri Caputi Famiglia
Ferrieri Caputi Famiglia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!