Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono

Spargi l'amore
Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono
Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono

Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono Salutiamo il re dei rifiuti. Antonio Nappi non è più vivo. L’imprenditore batipagliese perse la sua battaglia contro un brutto male e morì all’età di 60 anni. Ha iniziato la sua attività trent’anni fa mettendo a frutto la sua esperienza nel settore dei servizi industriali. Anche la famiglia e l’ente di beneficenza sono stati colpiti da una serie di notizie.

Tre anni dopo si spegne una lampadina: Nappi decide di entrare nel mercato del recupero e riciclo dei rifiuti per soddisfare le numerose richieste di aiuto per la raccolta di carta e cartone da parte di alcuni clienti dell’azienda di trasporto di famiglia. E come se non bastasse, Antonio Nappi è stato derubato e aggredito a casa sua nel 2013.

La piccola azienda crebbe rapidamente in breve tempo, trasferendosi nel distretto industriale di Battipaglia, fino a diventare una delle aziende più grandi e significative di tutto il Sud Italia, senza dubbio una delle aziende leader nel suo settore in provincia di Salerno. 400 dipendenti. L’Amministrazione Comunale rivolge a lui, alla moglie Caterina e ai suoi figli i migliori auguri.

L’incendio del 2017 è degno di nota poiché è costato all’azienda circa 10 milioni di euro di perdite per magazzini, carta pressata, automobili, veicoli, petrolio e altri articoli. I rapinatori a mano armata che hanno rubato oggetti di valore per 120.000 euro hanno portato in ospedale l’intera famiglia. Il quartiere industriale di Battipaglia ospita la struttura di scarto Nappi di quattro ettari e mezzo.

L’incidente è avvenuto nell’abitazione della famiglia Nappi, dove tuttora si trova la scritta “Nappi Arredamenti”, accanto alla Statale 18. Nel corso di un 30- incursione di un minuto, Antonio Nappi è stato aggredito e legato a una sedia. Nappi ha tentato di spaventare i trasgressori dopo la loro fuga, ma i suoi pochi colpi in aria sono stati inefficaci.

Ha lasciato due figlie, Federica e Nunzio Stefano, oltre alla moglie Caterina Bianco, figlia di un importante autotrasportatore della Statale 18. Durante il suo matrimonio con Mauro Inverso, fratello del defunto consigliere comunale Vincenzo Inverso, Federica è stata l’argomento di un episodio “Boss of Ceremonies”.

In questo modo ha voluto essere ricordato come “un grande amico, un bell’uomo e un superbo imprenditore: Battipaglia perde uno dei suoi figli migliori”. Anche il sindaco, Cecilia Francese, ha voluto rendergli omaggio: “La scomparsa di Antonio Nappi è una triste perdita per la città di Battipaglia oltre che per la persona e l’imprenditore che era.

Era, soprattutto, un “veggente”. Ha puntato tutto sulla raccolta differenziata nelle peggiori emergenze dei rifiuti nella storia della nostra regione, decenni prima dei problemi con l’economia circolare. Cerchio, con molti dei personaggi che hanno incrociato la sua strada mentre gestivano le proprie attività.

Questa figura del suo imprenditore sarà ricordata nell’Officina, che affronterà ironicamente il tema della gestione della raccolta differenziata e l’economia, in un momento di condivisione della tristezza che ha colpito il quartiere e le persone a lui vicine. Al vertice della piramide ci sono due coniugi, Caterina Bianco e Antonio Nappi.

Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono

Le quattro aziende che compongono l’azienda, tra cui il fondatore Nappi sud e la Logistics, gestita dalla moglie, impiegano più di 400 persone al servizio della maggior parte delle città salernitane. Seguono Logistica Centro Intermodale e Holding Nappi Group. Nappi ha sviluppato Nappi Sud nel 1992, un multiservizio per le industrie.

Il momento cruciale si è verificato nel 1995, quando le aziende del nord si rivolsero a lui per l’assistenza nella raccolta di cartone e carta dalle loro industrie. Da quel momento in poi è nata una delle più importanti iniziative imprenditoriali del Mezzogiorno. All’età di 60 anni, l’uomo d’affari ha perso la sua battaglia contro un terribile male.

Inoltre, offre servizi a un numero considerevole di città, in particolare quelle che necessitano di multimateriale: Salerno, Nocera, Capaccio, Pontecagnano, Giffoni sei Casali, Giungano, Sanza e Rofrano sono solo alcune della lunghissima lista. Battipaglia in particolare. Un po’ di spazzatura, però, e l’asciutto sono le uniche eccezioni.

La sua azienda si espanse rapidamente, diventando in breve tempo un vero e proprio leader di mercato nella Piana del Sele e non solo. In queste ore sono state numerose le note di cordoglio inviate sui social. La disposizione della sua casa è la stessa. ha fatto abbinare anche il bouquet di sua figlia al suo vestito. Per il matrimonio di sua figlia.

Cecilia Francese, sindaco di Battipaglia, ha condiviso un’opinione simile: “L’assenza di Antonio Nappi rappresenta una perdita significativa per la città di Battipaglia, per la persona che era una volta, e per la sua antica impresa. Che dire della serenata che mancava di neomelodica ed era “contenuta”? Naturalmente, tutto è stato risolto alla reception.

Era, soprattutto, un “veggente”. Ha puntato tutto sulla raccolta differenziata nelle peggiori emergenze dei rifiuti nella storia della nostra regione, decenni prima dei problemi con l’economia circolare. Federica Nappi e Mauro Inverso festeggiano il loro matrimonio a La Sonrisa di Don Antonio Polese. Ha profuso tutto ciò che aveva – proveniva da una ricca famiglia di Battipaglia.

Questa figura del suo imprenditore sarà ricordata nell’Officina, che affronterà ironicamente il tema della gestione della raccolta differenziata e l’economia, in un momento di condivisione della tristezza che ha colpito il quartiere e le persone a lui vicine. cerchio, con molti dei chattori che hanno incrociato la sua strada mentre gestivano le proprie attività.

L’Amministrazione Comunale vorrebbe dimostrare il suo amore alla moglie Caterina e ai loro figli. Tuttavia, gli ospiti sono una miniera kitsch spietata e mi fanno sempre un grande piacere. Al contrario, la sposa stasera è risultata “lontana dall’ordinario” a causa del suo abito snello, sottile e sofisticato.

In una serata senza “tavola cubana”, porchetta o pesce crudo, tutti gli occhi sono puntati sulla Sonrisa e sul favore incredibilmente sottile e discreto. Più di 400 persone, un giro in elicottero su Ravello per le foto, un albergo solo per metà occupato per la quantità di ospiti e persino giochi d’acqua con fuochi d’artificio al taglio della torta. quasi più?

Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono
Famiglia Nappi Battipaglia Chi Sono

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!