Fabio Vecchio Cancro

Spargi l'amore
Fabio Vecchio Cancro
Fabio Vecchio Cancro

Fabio Vecchio Cancro – Pietro Giorgio Cal e da Fabio Medas, rispettivamente professore ordinario e ricercatore in chirurgia generale. del Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università di Cagliari, hanno promosso la pubblicazione dello studio Thyroid surgery during the COVID-19 pandemic in Italy sull’apprezzato British Journal of Surgery.

Una revisione dell’attività chirurgica per i tumori maligni della tiroide in Italia durante i primi sei mesi della pandemia di COVID-19 è al centro di questo studio multicentrico, che ha incluso 28 dei più importanti centri di chirurgia endocrina del paese. Oltre a Cal e Medas, tra gli autori dell’articolo ci sono molti altri personaggi di spicco della chirurgia italiana.

L’Italia è stata duramente colpita dall’epidemia di COVID-19, con circa 2 milioni di malattie confermate e quasi 70.000 morti, secondo l’articolo. I governi di tutto il mondo hanno rinviato gli interventi chirurgici elettivi e stanno fornendo solo cure di emergenza”.Con un totale di 1570 pazienti affetti da tumore alla tiroide, il lavoro sostenuto dai due medici dell’Università di Cagliari ha evidenziato una riduzione dei trattamenti chirurgici per questa patologia di quasi il 30% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Inoltre, lo studio ha mostrato che nei primi mesi dell’epidemia, le unità operative hanno dato la priorità alla cura dei pazienti destinando maggiori risorse a quei pazienti ritenuti i più aggressivi. tumori”, afferma Cal, che è anche direttore del Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università di Cagliari.

“Poiché una diminuzione di questi sforzi potrebbe portare presto ad un aumento dell’incidenza di tumori con caratteristiche aggressive e prognosi peggiore, il nostro studio sottolinea la necessità di sostenere adeguate azioni di screening, chirurgiche e di follow-up per le neoplasie tiroidee, come notato da Medas .Gli autori sconsigliano di posticipare i programmi di screening e gli appuntamenti regolari, che potrebbero essere trasferiti in luoghi al di fuori degli ospedali.

In una recente intervista all’Unione, Alberto Mantovani, l’oncologo e immunologo italiano più citato al mondo, ha avvertito che i ritardi nelle campagne di screening e i rinvii delle visite generati dalla pandemia in corso avrebbero effetti pesantissimi sui tumori del Sud Italia e sul l’isola.
Uno studio sostenuto da Pietro Giorgio Cal, professore ordinario, e Fabio Medas, ricercatore di chirurgia generale presso il Dipartimento di Scienze chirurgiche dell’Università, ha rilevato che il numero di interventi eseguiti su tumori maligni della tiroide era diminuito di circa il 30 per cento rispetto allo stesso periodo periodo dell’anno precedente.

pazienti: 1.570Chirurgia tiroidea in Italia durante la pandemia di CoVD-19 del 2009: uno studio su 1.570 pazienti, pubblicato sullo stimato British Journal of Surgery. Un enorme onere per la salute pubblica è stato causato dall’epidemia di COVID-19, afferma lo studio. Ci sono stati quasi 70.000 decessi e quasi 2 milioni di malattie confermate in Italia.

Secondo Cal, che oggi dirige il Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università di Cagliari, “nei primi mesi della pandemia le risorse sono state concentrate dalle unità operative per non ritardare le cure dei tumori più gravi”. Le neoplasie tiroidee, come notato da Medas, “richiedono continue procedure di screening, chirurgiche e di follow-up sufficienti”.

Riprendere il processo di screening Poiché i programmi di screening e le visite programmate potrebbero essere trasferiti in contesti non ospedalieri, gli autori consigliano ai funzionari sanitari di non ritardarli.CAGLIARI. Il Professore Ordinario del Dipartimento di Scienze Chirurgiche dell’Università di Cagliari Pietro Giorgio Cal e il Ricercatore in Chirurgia Generale Fabio Medas hanno pubblicato il loro articolo “Tyroid surgerywithin the context of the Covivirus X19 epidemic in Italy” sul prestigioso British Journal of Surgery .

L’obiettivo di questo studio multicentrico era valutare il livello di intervento chirurgico per i tumori maligni della tiroide in Italia durante i primi sei mesi dell’epidemia di Covid-19.Oltre a Cal e Medas, tra gli autori dell’articolo ci sono molti altri personaggi di spicco della chirurgia italiana. Secondo il rapporto, l’Italia è stata duramente colpita dalla pandemia di Covid-19, che ha provocato circa 2 milioni di casi verificati e circa 70.000 morti.

Fabio Vecchio Cancro

In tutto il mondo i governi hanno privilegiato il pronto soccorso rispetto alla chirurgia elettiva”. La ricerca promossa dai due esperti dell’Università di Cagliari ha riguardato 1570 pazienti affetti da tumore alla tiroide e ha rivelato un calo del 30% dei trattamenti chirurgici per questa malattia rispetto allo stesso periodo l’anno prima.

Secondo la spiegazione di Cal sui risultati dello studio, “le risorse sono state concentrate dalle unità operative durante i primi mesi della pandemia per non ritardare gli interventi dei tumori più aggressivi”. “I risultati del nostro studio sottolineano l’importanza di mantenere solidi sforzi di screening.

Certo, erano ancora piuttosto giovani. Adatto alla definizione moderna di gioventù. Fabio ha 56 anni e Margherita 46. Anche se ci si poteva aspettare che coniugi così vicini condividerebbero insieme una morte serena, la cronaca ci ha mostrato che non è sempre così. Come nello stesso giorno. Forse tra qualche giorno. È vero che molte coppie in questa situazione sono piuttosto anziane, avendo vissuto insieme per molti decenni. Questa volta non ci sarà un’esibizione ripetuta.

Per l’architetto Fabio Pareti, la sua anima digitale, soprannominata “Maggie”, era un gatto. Puoi trovare il loro account Instagram congiunto qui. Erano romanticamente coinvolti l’uno con l’altro? Nemmeno le persone più intimamente fidanzate possono sempre dire se sei innamorato. Ognuno plasma la propria versione dell’amore nell’esistenza.

Mia, la figlia di Fabio e Maggie, oggi ha dieci anni. Tuttavia, anche questo è uno standard piuttosto nebuloso in base al quale giudicare se ci si è innamorati o meno. Un divorzio può essere impossibile da negoziare quando entrambi i genitori si disprezzano a vicenda.

Eppure l’altro ieri all’Argentario è successo qualcosa che prova assolutamente l’esistenza dell’amore puro. In fondo io sono te e tu sei me. Vediamo cosa possiamo realizzare quando siamo entrambi insieme. Sai cosa, se te ne vai, me ne vado anch’io.Sfortunatamente, Maggie muore dopo una lunga battaglia contro la malattia. La morte improvvisa di Fabio è avvenuta cinque giorni dopo, al suo ritorno dall’impresa di pompe funebri dove era stata cremata la moglie.

Fabio Vecchio Cancro
Fabio Vecchio Cancro

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!