Emilia Clarke Malattia

Spargi l'amore
Emilia Clarke Malattia
Emilia Clarke Malattia

Emilia Clarke Malattia – L’immagine che ci presenta l’ultima notizia di oggi sulla malattia di Emilia Clarke, star di Game of Thrones e straordinaria attrice, è completamente diversa da quella che tutti ricordiamo: bella e spietata, con i capelli bianco-argento al vento, a cavallo sulla groppa di un enorme drago.

In verità, la khaleesi più amata nel mondo della televisione internazionale è profondamente provata; Lo ha rivelato la stessa Emilia Clarke, discutendo della sua lotta con due aneurismi cerebrali su Sunday Morning della BBC. Quello che sappiamo è il seguente. Emilia Clarke ha già parlato della sua malattia.

Molti dei suoi seguaci sono stupiti dal modo in cui ha discusso apertamente di uno dei punti più bassi della sua vita domenica mattina. Come ha sottolineato l’attrice, le doti neurologiche di Emilia Clark sono state gravemente danneggiate dai due aneurismi cerebrali di cui ha sofferto dopo soli due anni di attività.

Per spiegare, un aneurisma cerebrale è un blackout cerebrale causato dalla dilatazione impropria di un’arteria cerebrale. Nel 2011 è apparso il primo. Tuttavia, il secondo aneurisma cerebrale di Emilia Clark si è verificato mentre stava già interpretando Daenerys Targaryen, Born of the Storm.

La ventenne sotto la bionda parrucca poteva sembrare invincibile nel ruolo della Madre dei Draghi, ma stava attraversando un periodo terribile. Emilia Clarke ha rapidamente messo da parte malattie e aneurismi per rimettersi al lavoro grazie all’immenso amore che l’ha legata al dramma della HBO.

“Game of Thrones mi ha dato lo scopo di recuperare rapidamente”, ha detto durante l’intervista, e si è rivelato vero. Pochi spettatori e fan di Game of Thrones hanno notato i problemi di salute dell’attrice. E tutto nello show televisivo ha funzionato senza intoppi.

Tuttavia, il cervello mostrerà sempre segni di aver sperimentato due aneurismi. Quella di Emilia Clarke era altrettanto vulnerabile sotto questo aspetto a causa dell’aneurisma nel suo cervello. Fortunatamente, sembra che i principali talenti neurologici dell’attrice stiano bene.

La spinta dell’attrice a recitare derivava dalla sua profonda gratitudine e dalla consapevolezza di essere un’eccezione. In realtà, Emilia Clarke è la fondatrice di un gruppo che aiuta le persone che hanno subito ictus o lesioni cerebrali.

Lo sforzo, chiamato SameYou, ha come obiettivo dichiarato l’incoraggiamento dei pazienti mostrando loro che non sono soli e che c’è sempre speranza nonostante la gravità della loro condizione. La donna britannica, allora 35enne, ha subito un intervento chirurgico dopo aver subito due aneurismi cerebrali nel 2011 e nel 2013.

Hai finalmente trovato la pace interiore e il coraggio per parlare di quello che è successo.Dopo tale intervento, avrebbe dovuto non essere più in grado di parlare, come previsto dagli esperti medici. Il creatore ha osservato che i casi in cui non vi sono ripercussioni visibili sono estremamente insoliti.

Dopo una lunga pausa da Instagram (l’account ha 27 milioni di follower), ha promosso il suo debutto teatrale nel West End con The seagull parlandone al Sunday Morning show di BBC1. Lo spettacolo è stato presentato in anteprima mondiale a Londra il 6 luglio.

Emilia Clarke Malattia

” ti permette di cambiare prospettiva”, ha detto durante l’intervista. Una parte della mia mente ha appena smesso di funzionare… Questo componente mancante non manca mai di farmi una bella risata. Fondamentalmente, se il sangue smette di fluire nel cervello anche solo per un secondo, sei morto.

Il sangue troverà sempre una via, ma ciò che è perso non potrà mai essere recuperato. è diventato uno degli interpreti più apprezzati dopo aver ottenuto il ruolo di Daenerys Targaryen nella serie di successo della HBO Game of Thrones. Complice anche una malattia che l’ha spaventata e non poco lei, l’attrice Emilia Clarke non ha potuto godersi appieno il trionfo che l’ha travolta.

L’attrice inglese ha annunciato il suo aneurisma cerebrale in un’intervista al The New Yorker pubblicata nel gennaio 2019. In realtà, tutto è iniziato nel mese di febbraio del 2011. Un giorno dopo che Emilia Clarke aveva terminato le riprese della prima stagione di Game of Thrones e stava lavorando in palestra, sentì un’improvvisa, intensa pressione nel cervello, .

come se si fosse rotto un elastico. Ha subito un intervento chirurgico d’urgenza dopo che le è stato diagnosticato un ictus e un’emorragia cerebrale. L’attrice ha dovuto sopportare un faticoso periodo di recupero dopo l’intervento chirurgico.

Ha subito un ulteriore intervento chirurgico al cervello nel 2013 per curare una seconda emorragia cerebrale correlata all’aneurisma. L’attrice sta bene ora che si è ripresa dall’operazione. Il peggior incubo di Emilia Clarke non era la morte, ma piuttosto una lesione cerebrale permanente che la rendeva incapace di esibirsi.

Emilia Clarke, che interpreta Daenerys Targaryen in “Game of Thrones”, è tornata a parlare degli aneurismi cerebrali di cui ha sofferto e che l’hanno portata a rischiare la vita. Durante il periodo di riabilitazione successivo al secondo aneurisma, Clarke ha ammesso di essere entrata in depressione ma ha trovato la forza per reagire grazie a Targaryen.

Poche settimane dopo i suoi annunci iniziali, l’attrice ha parlato a lungo della sua salute su CBS Sunday Morning.Il traduttore ha spiegato: “Quando vai sul set,interpreti la parte di un personaggio complicato. Passi attraverso le fiamme, parli con centinaia di persone e ci si aspetta che tu lavori il più a lungo e il più duramente possibile.

” Ed è questo che mi ha impedito di soffermarmi sulla mia stessa fine.L’attrice 32enne ha avuto due aneurismi, il secondo dei quali l’ha quasi uccisa a causa della morte di una parte del suo cervello. C’era la preoccupazione che la lesione cerebrale le avrebbe reso difficile l’esecuzione. Il mio cervello è letteralmente esploso.

Credevo da tempo che le mie capacità di recitazione mi avrebbero qualificato per quel ruolo… La mia paranoia era ai massimi storici. È stato allora che ho capito: “Cosa, non posso più recitare?” È la mia motivazione trainante nella vita. Citazione di Emilia Clarke:.

In una lunga storia per The New Yorker, l’attrice ha finalmente parlato del dramma. Proprio quando i miei sogni d’infanzia sembravano realizzarsi, ho quasi perso la testa e persino la vita”, ha iniziato il suo racconto l’attrice.

Emilia Clarke Malattia
Emilia Clarke Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!