Daniela Zedda Malattia

Spargi l'amore
Daniela Zedda Malattia
Daniela Zedda Malattia

Daniela Zedda Malattia – La vita della fotografa Daniela Zedda è stata interrotta da una malattia all’età di 64 anni ed è morta a Cagliari. Ha iniziato a collaborare con il quotidiano L’Unione Sarda nel 1983, occupandosi principalmente di reportage culturali e di spettacolo, e da allora è diventata famosa in Sardegna per le sue fotografie premiate.

Questa combinazione di sensibilità del mondo dell’arte, abilità tecnica e comprensione intuitiva della psiche umana ha portato a un ampio e apprezzato corpus di ritratti che è stato presentato in numerose mostre e riviste italiane di alto profilo nel corso degli anni. Ha illustrato molte copertine di libri e riviste e copertine di album di CD.

Quotidiani italiani come il Corriere della Sera e Il Sole Quotidiani 24 ore su 24 come “La Repubblica”, “L’Espresso” e “Il Manifesto”, Jazz, Gioia, Epoca, Musica L’Europeo, Vera, Una risata e una canzone in TV, Vogue House & Garden, Abitare, Panorama, Le Monde e Performing Arts Journal hanno presentato le sue fotografie. Tu e l’agenzia fotografica Grazia Neri avete lavorato insieme.

È stata fotografa ufficiale sia del Festival della Letteratura per ragazzi Tuttestorie di Cagliari che del Festival letterario sardo, Isola delle storie di Gavoi. Inoltre Zedda ha tenuto conferenze presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Cagliari e il Liceo Artistico di Cagliari. A 64 anni le sue fotografie sono state protagoniste di mostre e libri.

La vita della fotografa Daniela Zedda è stata interrotta da una malattia all’età di 64 anni ed è morta a Cagliari. Nel 1983 inizia a collaborare con il quotidiano sardo L’Unione Sarda, dove si occupa principalmente di fotogiornalismo nel campo della cultura e dello spettacolo. Da allora, ha accumulato una vasta e apprezzata produzione di ritratti,

che è stata presentata in prestigiose mostre e pubblicazioni in tutta Italia. Ha realizzato ritratti per copertine di libri, copertine di riviste e copertine di CD. Le Monde e Performing Arts Journal hanno presentato le sue fotografie. L’agenzia fotografica Grazia Neri è stata tra i suoi partner. È stata fotografa ufficiale sia del Festival della Letteratura per ragazzi Tuttestorie di Cagliari che del Festival letterario sardo, Isola delle storie di Gavoi. Inoltre,

Zedda ha tenuto conferenze presso la Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università di Cagliari e il Liceo Artistico di Cagliari. Ci mancherete giornalisti Giulia. È la testimonianza storica di un’epoca, l’ultimo contributo professionale dell’amica, collega e socia Daniela Zedda nel libro della giornalista Giulia Sardegna Un giorno all’improvviso”, che ritrae una Cagliari livida e deserta,

paralizzato dal Covid. Nel corso di 40 anni, questo “artista dell’obiettivo” ha catturato le immagini non solo dei più grandi nomi della musica, del teatro e della letteratura, ma anche di quelli all’avanguardia dell’industria della moda. cresciuti in festival internazionali”, esordisce l’elogio scritto dall’Associazione giornalisti Giulia in memoria di Daniela Zedda,

Daniela Zedda Malattia

la fotografa cagliaritana scomparsa oggi all’età di 64 anni. innumerevoli studenti e colleghi. Giulia torna a lavorare come fotoreporter, il suo primo amore. Negli anni ’80, ha aperto la strada come prima fotografa di cronaca nera del settore. Mette al primo posto la dignità delle vittime e dei sospetti autori, al di sopra di ogni carta deontologica.

Le storie di donne del periodo del Covid, compresa quella che ritrae l’infermiera stanca che sorride a una foto della sua rom nella sua baracca, saranno conservate negli annali della conoscenza. Nel suo modo asciutto e sobrio. delle vittime e dei presunti colpevoli. Grazie Daniela, ci mancherai. Le storie di donne del periodo del Covid,

compresa quella che ritrae l’infermiera stanca che sorride a una foto della sua rom nella sua baracca, saranno conservate negli annali della conoscenza. Nel suo solito livello di sobrietà e secchezza. delle vittime e dei presunti colpevoli. Grazie Daniela, ci mancherai. Le storie di donne del periodo del Covid, compresa quella che ritrae l’infermiera stanca che sorride a una foto della sua rom nella sua baracca,

saranno conservate negli annali della conoscenza. Nel suo solito livello di sobrietà e secchezza. Daniela, ci mancherai. Grazie. Numerosi giornali e riviste nazionali hanno pubblicato le sue fotografie. Il famoso autore ha postato un dolce messaggio sui suoi social in suo onore. Lo ha fatto a Cagliari la fotografa Daniela Zedda, che aveva 64 anni quando è venuta a mancare.

Per un lungo periodo aveva combattuto contro una malattia mortale. Le sue fotografie hanno mostrato le celebrazioni culturali dell’isola, attirando visitatori da tutta Italia e dalla Sardegna. Numerosi giornali e riviste nazionali hanno presentato le sue fotografie. Alcuni esempi sono il Corriere della Sera, Il Sole 24 Ore, La Repubblica, L’Espresso, Il Manifesto, Musica Jazz, Gioia, Epoca,

L’Europeo e molti altri. Ha anche illustrato una serie di ritratti per copertine di libri, magsi diffonde la rivista e le copertine degli album dei dischi. L’autore Massimo Carlotto è stato ispirato a condividere la loro amicizia e i ricordi di lui dopo aver visto una foto di loro due insieme su Facebook. È venuta a mancare la grande fotografa e amica Daniela Zedda.

Hai fotografato autori e lavorato nel settore della moda e dell’informazione. La passione di Daniela per la fotografia come forma d’arte sopravvivrà ai suoi ricordi più personali. Era dotata di un occhio originale per l’arrangiamento. Ognuno di quegli scatti è stato meticolosamente pianificato ed eseguito. Ne sto condividendo uno da molto tempo fa.

Abbiamo dovuto cercare per un po’ finché non abbiamo trovato un portico con la giusta quantità di luce. Buona giornata, amico mio. Maria Lai che brandisce un’arma da fuoco è inclusa in una delle sue immagini più iconiche. Maestro d’arte sardo, armato fino ai denti. Per essere giocoso,

irrispettoso e imprevedibile. Daniela Zedda, fotografa cagliaritana, è morta questa mattina all’età di 64 anni e il suo lavoro è ricordato in quella foto. Agli occhi di Daniela, la ritrattistica riguardava più la conoscenza del soggetto che la creazione di una bella immagine. In una rara apparizione televisiva,

Daniela Zedda Malattia
Daniela Zedda Malattia

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!