Celestino Vietti Genitori

Spargi l'amore
Celestino Vietti Genitori
Celestino Vietti Genitori

Celestino Vietti Genitori – La notte prima del Gran Premio è sempre un alveare di attività per i conducenti e le loro famiglie che si sintonizzano per guardare l’azione in televisione. Celestino Vietti aveva trionfato in Qatar dopo una prestazione impeccabile, come se fosse un re. Talento,

maturità e determinazione erano state dimostrate dal giovane pilota italiano dopo il trionfo in Moto2. Alla vigilia della seconda gara della stagione, come sta affrontando il pilota VR46? Abbiamo parlato con Michele Vietti Ramus, suo padre, per sapere se sarà a Jakarta per il Gran Premio d’Indonesia.

L’ultima volta che ho parlato con Celestino è stato in una videoconferenza su WhatsApp, e sembrava calmo e raccolto. Ha camminato un po’ in pista per avere un’idea. Mentre mi mostrava le immagini della sua nuova moto in lavorazione, ha detto: “Non vedo l’ora di tornare in pista e vedere come si comporta su questa nuova pista!”. Questo deve essere un momento stressante per te e la tua famiglia. Il tuo corpo è in uno stato stretto?

L’aria è piena di un senso di calma. Dato che Celestino è un “ragazzo molto testardo e determinato che non si arrende mai”, so che farà di tutto per avere successo. La prima metà della stagione agonistica 2022 della Yamaha è stata strana.

Per cominciare, un prototipo i cui progressi sembravano essere alquanto in ritardo. Fabio Quartararo è ora al comando della classifica MotoGP, mettendolo in una solida posizione per difendere il campionato vinto lo scorso anno. Con le spalle al muro, sta ancora combattendo.

tutto solo. Questo mentre altre aziende hanno sviluppato prototipi questo inverno che sono più veloci della loro ombra. Tuttavia, il pilota francese è stato comunque in grado di aumentare la velocità della M1 nel tempo. Gli altri tre piloti di Iwata, invece, non riescono nemmeno ad avvicinarsi al suo livello di prestazioni.

La Yamaha ha offerto ai suoi piloti un miglioramento del telaio rispetto alla stagione precedente durante i test pre-stagionali. Questa è una nuova caratteristica che è stata inizialmente individuata nei test di Jerez della scorsa stagione MotoGP alla fine del 2013. La sezione in spalla mancante sulla trave abbagliante è stata rielaborata. Tuttavia, quando i piloti l’hanno messa alla prova, non hanno sperimentato il tremendo balzo in avanti che speravano.

Celestino Vietti Genitori

La Yamaha deve essere stata tra le prime a scendere in campo. Possiamo vedere la cornice che hanno usato come probabile passaggio successivo in questa foto. Né Fabio Quartararo né Franco Morbidelli hanno avuto una reazione positiva quando l’hanno provato. Alla fine, tutti hanno convenuto che era eccessivamente rigido e non soddisfaceva affatto le loro esigenze.

La Yamaha alla fine è tornata al telaio del 2021, che è quello che i piloti hanno utilizzato finora quest’anno nel 2022. Invece, suggerisce che il telaio utilizzato nel 2021 era di alta qualità. C’è voluto un po’ di tempo prima che il team di test si capisse.

In particolare, la mancanza di velocità massima è stata un punto di contesa per i piloti Yamaha. Un motore più potente è stato presentato da Iwata, ma tutti i piloti della MotoGP lo hanno ritenuto insufficiente e hanno chiesto di più. Oltre a migliorare l’aerodinamica, Yamaha ha lavorato su altri componenti del veicolo, come il congelamento del motore.

Per la prima volta in diverse stagioni, la Yamaha ha fatto un progresso significativo in questo settore. L’aggiunta di ulteriore carico aerodinamico li ha avvantaggiati nelle sezioni più strette e tortuose, ma li ha anche lasciati più vulnerabili sui rettilinei. Hanno escogitato un nuovo sviluppo aerodinamico per combattere questo problema. Ci sono alcune differenze notevoli tra l’evoluzione di quest’anno e quella avvenuta nel 2012.

In effetti, a un esame più attento, le alette sembrano essere state modificate. Non ci sono più alette laterali quando viene rimossa la sporgenza della presa d’aria. Quando è arrivato il momento del Mugello, Franco Morbidelli ha scelto di utilizzarlo, mentre Fabio Quartararo l’ha provato nelle sessioni di prove libere prima di decidere contro a favore del pacchetto più completo. Un feeling maggiore in entrata e in uscita di curva per il campione della MotoGP.

3 piloti su 4 concordano sul fatto che l’impugnatura posteriore della Yamaha sia il loro problema più grande quando si tratta di girare in uscita. Fabio Quartararo, invece, è certo che questo non sia un problema, ma che ci vorrà solo del tempo per scoprirlo. Tuttavia, per il Campione del Mondo, la mancanza più significativa è la mancanza di velocità.

Quartararo ha sfruttato bene il nuovo forcellone della Yamaha per vincere la gara. Rispetto al classico forcellone, in uso ormai da alcune stagioni, si tratta di un cambiamento significativo nel design. La prima grande revisione della Yamaha nel tentativo di affrontare il problema dell’impugnatura posteriore.

Questa è l’impressione che ho avuto finora da Fabio Quartararo. Tuttavia, Franco Morbidelli non l’ha usato così frequentemente come gli altri. Il forcellone della M1 non è l’unico che è stato armeggiato. Ai piloti del marchio giapponese è stata mostrata anche una versione in carbonio della bici.

Su una M1 2019 con forcellone in carbonio, Franco Morbidelli è arrivato secondo al mondo nel 2020. Considerando di essere stato l’unico pilota Yamaha ad utilizzarla frequentemente, questa potrebbe essere la chiave che stava cercando. Non si vedeva da quando ci ha provato al test di Barcellona.

Per la stagione agonistica 2022 di Yamaha,le cose non sono proprio come sembrano. Era chiaro fin dall’inizio che avrebbero avuto difficoltà, ed è esattamente quello che è successo. Nelle prime gare Fabio Quartararo sembrava trovare una base che funzionasse.

Preoccupante per la Yamaha, questa M1 ha attualmente un solo pilota in grado di raggiungere la vetta. In che misura risponderanno all’unico pilota capace di portare il suo prototipo al top?

Celestino Vietti Genitori
Celestino Vietti Genitori

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!