Spargi l'amore
Antonio Maglio Moglie
Antonio Maglio Moglie

Antonio Maglio Moglie – È moglie di Antonio Maglio, noto sostenitore dei malati di midollo spinale e promotore delle Paralimpiadi, e di Maria Stella Calà. Vine, il personaggio interpretato da Flavio Insinna in “Un muso duro”, era tratto dalla dottoressa di Antonio Maglio, Maria Stella Calà. Sono passati circa sedici anni da quando la coppia si è sposata. Lui aveva 60 anni e lei 40 al momento del loro matrimonio. Non rinunceremo mai ai diritti dei più vulnerabili. È vero che il film racconta il lavoro benevolo del medico a sostegno dei disabili fino alla loro partecipazione alle Paralimpiadi inaugurali. Presentato in anteprima da un’anziana vedova, che ora ha 90 anni e ha guadagnato il Paralympic Gold Collar nel 2018 in onore del marito memoria, è stata commossa dalla rappresentazione del film della storia di suo marito e da come è stata contestualizzata.

Inventore delle Paralimpiadi Antonio Maglio ebbe sempre al suo fianco la moglie Maria Stella Calà. Aiutare i disabili è stata una parte importante del lavoro della sua vita. Nonostante la loro differenza di età di vent’anni – lei aveva 40 anni e lui 60 – erano sposati da molto tempo. La meningite ha causato la morte del bambino di 6 anni del dottore da una precedente relazione. La coppia non è mai stata benedetta da una famiglia biologica. Nel 1988, all’età di 76 anni, muore a Roma. Tuttavia, ha ancora 90 anni e gode di buona salute.

Nonostante non sia molto conosciuto, il contributo del Dr. Antonio Maglio allo sviluppo della terapia sportiva in Italia può essere riconosciuto ancora oggi. Fare sport, anche per persone con evidenti limitazioni fisiche, può essere un buon metodo per mantenere il corpo in forma. Si rivelò essere la forza trainante dell’apertura del Centro per Paraplegici di Ostia “Villa Marina”, di cui all’epoca ricopriva anche il ruolo di direttore esecutivo. Come risultato dell’alto livello di competenza del suo personale, la struttura è stata rapidamente elogiata sia a livello nazionale che internazionale. Come fa a sapere chi è sua moglie? Ecco una donna degli anni ’40 di nome Maria Stella Calà, sposata con un famoso medico all’età di 40 anni. Nonostante i quasi due decenni di differenza di età tra loro, l’amore alla fine ha vinto. Si sono conosciuti in ascensore di ritorno dalle vacanze sugli sci di Cortina, lei dall’Italia e lui dagli Stati Uniti. Nonostante fossero senza figli, il dottore aveva un figlio dal suo precedente matrimonio, che morì tragicamente all’età di sei anni di meningite.

Maglio dovette talvolta guidare la 34a unità d’artiglieria della divisione sassarese, ma riuscì a dimostrare il suo notevole coraggio. Qui ha potuto assistere in prima persona al dolore e alla sofferenza dei soldati rimasti paralizzati o paralizzati dal collo in giù a seguito dell’attacco. L’idea per le Paralimpiadi, che sono le Olimpiadi per gli storpi, gli è venuta dopo aver parlato con alcuni pazienti, dimostrando che lo sport può unire le persone.

Vedendo da vicino due malati in una casa di riposo di Palestrina, fa loro una brutta diagnosi. Questa era la diagnosi di Maglio, secondo la moglie Maria Stella Calà – “Hanno una visione nel midollo, non cammineranno più”. Mi era chiaro come si sentiva di fronte a quella vista orribile e come trasmetteva il dolore, la furia e l’impotenza che provava. “Credo che tutto quello che ha realizzato da quel momento”. Un muso duro con Flavio Insinna racconta la vera storia di Antonio Maglio. Ecco alcuni dei principali punti di svolta nella vita del dottor Calà, tra cui la perdita del figlio di 6 anni, la sua devozione alla sua vicina, Maria Stella, e la sua ambizione di fare la differenza nella vita delle persone con disabilità attraverso Atletica.

Antonio Maglio Moglie

Ra1 andrà in onda lunedì 16 maggio un racconto romanzato della vita di Antonio Maglio, intitolato Un muso duro. Flavio Insinna è medico, neurologo, responsabile dell’Inail e direttore del centro per paraplegici di Ostia. Maglio ha dedicato la sua vita alla cura e al reinserimento sociale delle persone con disabilità in Italia, un Paese che ha una storia di emarginazione. A causa sua si tennero i primi Giochi Paralimpici a Roma nel 1960.

L’esperienza genuina di Antonio Maglio è raccontata nel film Un muso duro di Marco Pontecorvo. Il dottor Flavio Insinna è interpretato da Insinna. Nel cast anche Claudia Vismara, Francesco Gheghi, Matteo Bianchi, Simone Ciampi e Arnaldo Daniele La Leggia nei ruoli della moglie di Antonio Maglio, Maria Stella Calà e Michele. Il film racconta la narrazione del dirigente INAIL, che ha aiutato i ragazzi di Villa Marina a tornare a pensare di poter avere una vita significativa in un’epoca in cui disabilità era sinonimo di isolamento ed emarginazione.

L’8 luglio 1912 nasce al Cairo Antonio Maglio. Padre di disabili, si è dedicato dopo aver completato la sua formazione medica salvandoli dall’isolamento e da una vita priva di stimoli. Fu medico e funzionario INAIL che aiutò pioniere della riabilitazione medulloleso. Nel 1941 fu inviato al confine italo-jugoslavo per prendersi cura dei soldati di ritorno dalla seconda guerra mondiale. Queste truppe erano state paralizzate dalla colonna vertebralelesioni al cordone a causa del loro servizio nella lotta. Qualche anno dopo un gruppo di ragazzi disabili di una casa di cura di Palestrina venne in contatto con me. Maglio si è chiesto se fosse etico confinare i maschi nel fiore degli anni in un letto per il resto della loro vita. Di conseguenza, si sentiva obbligato a fare tutto il possibile per loro.

Antonio Maglio Moglie
Antonio Maglio Moglie

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

error: Il contenuto è protetto !!